Investire nella DeFi fuori da Ethereum: guida completa alle migliori piattaforme e Dapp delle migliori blockchain alternative.

Tra il 2015 e l’inizio del 2020, il panorama della finanza decentralizzata (DeFi) era costituito da un’unica entità dominante: Ethereum.

Come prima piattaforma di smart contract, negli ultimi anni Ethereum ha visto la sua popolarità salire alle stelle. Questo perchè gli sviluppatori hanno sfruttato la sua tecnologia per creare applicazioni decentralizzate (DApps) sempre più potenti e utili.

defi bnb polkadot solana polygon avalanche

Ciò ha portato alla nascita di alcuni degli strumenti/piattaforme DeFi più popolari che conosciamo oggi, tra cui Uniswap, Compound, Yearn Finance, Curve, Synthetix e altri.

In effetti, la stragrande maggioranza delle piattaforme DeFi d’avanguardia è stata costruita su Ethereum, prima di migrare ad altre chain o essere essenzialmente copiata da una varietà di concorrenti cross-chain. Ma nonostante il suo vantaggio da first mover nella DeFi, Ethereum sta iniziando a perdere terreno, passando da ~84% a marzo 2021 a ~55% a marzo 2022. Questo è dovuto principalmente alla rapida crescita degli ecosistemi DeFi competitor.

Ciò è in gran parte dovuto ai vantaggi che molte di queste piattaforme attualmente offrono rispetto a Ethereum. Possiamo dire infatti che tutte le altre principali piattaforme di contratti intelligenti superano Ethereum in termini di velocità e costi di transazione, semplificando molti processi per utenti finali e sviluppatori.

In questo articolo diamo un’occhiata al panorama DeFi fuori Ethereum. Esamineremo alcune delle caratteristiche che hanno aiutato alcuni dei più grandi rivali di Ethereum a guadagnare consistenti quote di mercato nell’ultimo anno. Immergiamoci.

Investire in DeFi fuori Ethereum #1: BNB Chain

Probabilmente si tratta del primo vero concorrente di Ethereum. BNB Chain (ex Binance Smart Chain) ha visto una crescita impressionante nel suo ecosistema immediatamente dopo il suo lancio. La piattaforma presenta un ambiente di sviluppo simile a Ethereum, compatibilità EVM, commissioni di transazione basse e finalità di transazione rapida. Per questo è diventata un punto di riferimento per numerosi progetti DeFi e ha visto il proprio TVL (valore totale bloccato) esplodere rapidamente.

Al suo apice BNB Chain aveva un DeFi TVL di oltre $30 miliardi, ma recentemente è sceso a poco più di $11 miliardi a causa della maggiore concorrenza. Oggi BNB Chain ha un panorama di sviluppatori estremamente attivo e brillante. Vediamo di seguito alcune delle sue applicazioni più popolari:

PancakeSwap

PancakeSwap è di gran lunga il più popolare DEX sulla BNB Chain. Offre un’ampia varietà di funzionalità e innova costantemente rilasciandone di nuove. La piattaforma attualmente supporta swap semplici, ordini limite e future perpetual per un’ampia varietà di coppie di trading. Al momento vanta ben 3,1 milioni di utenti attivi e ha una TVL di ~ $4 miliardi (che rappresenta più di un terzo della DeFi TVL di BNB Chain).

Venus

Venus è una piattaforma lending e borrowing popolare utilizzata appunto per prestare e prendere in prestito asset basati su BNB Chain attraverso un potente protocollo decentralizzato. La piattaforma consente agli utenti di guadagnare una rendita passiva sui propri depositi fornendo liquidità ai suoi mercati. Da quando ha lanciato la propria rete principale nel novembre 2020, Venus Protocol è andato sempre più rafforzandosi ed è ora il mercato monetario più popolare su BNB Chain, con un TVL di oltre $1,5 miliardi.

Alpaca Finance

Alpaca è un protocollo di prestito decentralizzato interessante su BNB Chain e consente agli utenti di guadagnare una rendita passiva sui depositi. Dispone inoltre di una potente piattaforma di yield farming che consente agli utenti di sfruttare i propri token LP per massimizzare i rendimenti. Dispone inoltre di una stablecoin produttiva nota come AUSD che viene utilizzata a sua volta per generare un’altra rendita.

BNB Chain ospita anche una vasta gamma di interessanti progetti play-to-earn tra cui MOBOX, CryptoBlades e Mines of Dalarnia.

Investire in DeFi fuori Ethereum #2: Avalanche

Un’altra moderna blockchain compatibile con EVM è Avalanche. Questa chain è stata lanciata nel settembre 2020, e dopo una crescita relativamente debole fino ad agosto 2021, il suo DeFi TVL è salito alle stelle.

La piattaforma si distingue dalle vecchie piattaforme di smart contract grazie alle sue transazioni eco-compatibili a basso costo. La piattaforma attualmente afferma offre  contratti intelligenti estremamente veloci, misurati in base al tempo fino alla finalizzazione.

A differenza di altre blockchain a strato singolo, Avalanche sfrutta un’architettura a tre chain per offrire una combinazione unica di velocità, prestazioni e usabilità. Le tre chain sono l’Exchange Chain (o X-Chain) utilizzata per creare e scambiare risorse. La Platform Chain (o P-Chain) è utilizzata per coordinare i validatori. Ultima ma non per importanza la Contract Chain (o C-Chain) utilizzata per ospitare ed eseguire contratti intelligenti EVM. La maggior parte degli utenti interagisce principalmente con la C-Chain su Avalanche.

Alcune delle DApp più popolari nella piattaforma includono:

TraderJoe

Di gran lunga il DEX nativo di Avalanche più popolare, TraderJoe è un market maker automatizzato che supporta scambi senza fiducia per centinaia di asset basati su Avalanche. Oltre a questo offre anche un intero hub di funzionalità e prodotti DeFi.

Citiamo a proposito una yield farm utilizzata per guadagnare rendite sui token LP, un launchpad per nuovi progetti Avalanche, una soluzione di prestito aperta e una dashboard di staking multi-asset. La piattaforma raggiunge regolarmente $100 milioni e oltre nel volume di scambi giornalieri e ha un TVL di $632 milioni, equivalente a circa il 9,1% della DeFi di Avalanche.

Step App

Avalanche ospita anche uno dei progetti più promettenti nello spazio in rapida crescita del move-to-earn. Lanciata nell’aprile 2022, l’app Step consente agli utenti di guadagnare ricompense per mantenersi attivi, ad esempio allenandosi, correndo o nuotando, con l’attività di monitoraggio dell’app dedicata per determinare le ricompense.

Oltre a questo, è anche un nuovo protocollo per i prodotti FitFi e fornisce un SDK per aiutare altri progetti a sfruttare la sua tecnologia per creare app all’interno di Step Metaverse, utilizzando la sua geolocalizzazione, la creazione di NFT e tokenizzazione per costruire nuovi prodotti. Ad oggi conta oltre 140.000 utenti già registrati sull’app, e sembra destinata a diventare di gran lunga l’app più popolata su Avalanche in termini di utenti.

Come la maggior parte delle piattaforme di smart contract più popolari, anche Avalanche ha un proprio programma di crescita, noto come Multiverse. Questo programma ha attirato $290 milioni di dollari di finanziamenti per aiutare a creare nuove sottoreti specifiche per applicazioni – simili alle sidechain – contribuendo ad espandere ulteriormente l’ecosistema Avalanche.

Investire in DeFi fuori Ethereum #3: Solana

Spesso soprannominata il “killer di Ethereum”, Solana è ampiamente considerataa una delle blockchain tecnicamente più avanzate da quando il team ha lanciato la beta mainnet nel febbraio 2020.

È notoriamente in grado di supportare circa 65.000 transazioni al secondo (TPS) e con costi di transazione medi inferiori a $0,001, Solana rimane una delle blockchain più efficienti. È anche una delle più decentralizzate, con oltre 1.600 nodi validatori che contribuiscono al suo funzionamento.

Nonostante le sue prestazioni impressionanti, Solana ha visto la sua crescita in qualche modo rallentata a causa di molti riavvii dovuti ad attacchi denial-of-service (DDoS). Questo le ha probabilmente fatto perdere terreno rispetto ad alcuni dei suoi concorrenti.

La piattaforma presenta un’architettura blockchain completamente originale che include un protocollo unico, noto come Proof of History (PoH). Il PoH in sostanza combina il consenso Proof of Stake (PoS) con un concetto temporale che possa risolvere il problema del fuso orario per facilitare il suo impressionante throughput.

Negli ultimi mesi Solana ha assistito a un’esplosione nel suo panorama DeFi, inclusi una serie di nuovi protocolli che non si trovano su blockchain concorrenti. In effetti, data la sua architettura unica e la mancanza di compatibilità EVM, molte delle sue DApp sono esclusive e specifiche di Solana.

Alcune delle più importanti includono:

STEPN

Probabilmente la prima vera applicazione decentralizzata di successo per l’ecosistema Solana, STEPN è una piattaforma che incoraggia la salute e lo stile di vita. È probabilmente il progetto move-to-earn più popolare. La piattaforma consente agli utenti di guadagnare premi sotto forma di Green Satoshi Tokens (GST) mettendo in stake NFT “SNEAK” e impegnandosi in attività fisica. Il token di governance della piattaforma (GMT) è attualmente il più grande asset non stablecoin sulla blockchain di Solana per capitalizzazione di mercato. Abbiamo parlato di STEPN in modo approfondito in questo articolo.

Symbiosis

Una delle applicazioni DeFi più interessanti in assoluto, Symbiosis è un aggregatore di liquidità multi-chain altamente efficiente per exchange decentralizzati. La piattaforma consente agli utenti di scambiare qualsiasi token su un’ampia varietà di catene EVM e non EVM ed è uno dei pochi aggregatori a supportare la blockchain di Solana. Symbiosis offre anche una funzione di farming cross-chain, che ricompensa gli utenti sotto forma di token SIS quando forniscono liquidità su uno o più pool Symbiosis.

Fringe

Fringe è un protocollo di prestito costruito su Solana che consente agli utenti di contribuire con le proprie risorse a pool di prestiti decentralizzati per guadagnare una rendita passiva. Come protocollo di prestito aperto, gli utenti possono contrarre prestiti garantiti in modo trustless depositando i propri beni nel protocollo. La piattaforma presenta anche un’esclusiva soluzione stablecoin ancorata al dollaro USA nota come USB, che gli utenti possono facilmente coniare depositando garanzie. Consente agli utenti di estrarre liquidità dai propri asset inattivi.

Con appena 5 miliardi di dollari bloccati nei suoi protocolli DeFi, Solana è attualmente la quinta piattaforma DeFi più popolare per TVL. Ma il suo popolare programma di investimenti e la presenza di grandi aziende alle spalle indicano che potrebbe avere un potenziale significativo non sfruttato.

#4: DeFi in Polkadot

Probabilmente una delle piattaforme più promettenti degli ultimi anni, Polkadot è progettata per fungere da blockchain layer 0 all’interno del panorama cross-chain, fornendo una soluzione per la comunicazione ed i trasferimenti di risorse inter-blockchain.

Costruito sulla piattaforma del substrato di Parity, Polkadot beneficia di una Relay chain centrale che funge da hub di sicurezza e consenso. La piattaforma presenta un meccanismo di produzione di blocchi unico noto come BABE, che è combinato con un meccanismo di finalizzazione transazioni noto come GRANDPA. Tutto questo è combinato con la Nominated Proof-of-Stake, che seleziona un validatore per produrre una blockchain in grado di finalizzare la transazione in pochi secondi rimanendo rispettosa dell’ambiente e resistente agli attacchi.

Poiché qualsiasi blockchain può interagire con Polkadot unendosi come parachain o collegandosi tramite un bridge, la piattaforma è ampiamente considerata un modo promettente per eliminare la concorrenza tra singole chain, aggregare la liquidità tra le piattaforme e formare un ecosistema blockchain più coeso.

Recentemente la piattaforma ha iniziato a ospitare aste per la prima ondata di parachain. Un’ampia varietà di progetti promettenti si è già assicurata uno slot, tra cui Acala, Astar, Clover, Moonbeam e Parallel, e ora sono attivi sulla piattaforma.

Non troppo tempo fa Polkadot ha anche implementato il proprio launchpad – DotPad – destinato a dare il via al suo ecosistema fornendo una piattaforma per il crowdfunding su Polkadot, Kusama e altri progetti basati su Substrate, tra cui potenziali candidati parachain/parathread. La piattaforma verrà lanciata entro la fine del 2022. Una volta attiva inizierà a ospitare le offerte DEX iniziali (IDO) per progetti basati su Polkadot o su Substrate.

#5: DeFi in Polygon

Nato come layer 2 per Ethereum, Polygon ha formato un intero ecosistema a sé stante e ora ospita una gamma di applicazioni DeFi che non si trovano sulla blockchain di Ethereum.

Grazie ai rapidi tempi di completamento delle transazioni, alle commissioni basse e al ridotto impatto ambientale, Polygon sta rapidamente guadagnando popolarità tra gli sviluppatori che desiderano fornire un’esperienza simile a Ethereum, ma senza i soliti inconvenienti.

Dal suo lancio nel 2017, la blockchain Polygon è andata sempre più rafforzandosi in termini di adozione e ora registra oltre 3 milioni di transazioni al giorno da oltre 350.000 utenti attivi giornalmente.

Nel momento in cui scrivo, ci sono poco più di $3,4 miliardi di asset rinchiusi in protocolli basati su Polygon, gran parte dei quali è associato ad Aave, ed è stato implementato anche su diverse altre chain.

Alcune delle DApp più popolari sulla piattaforma attualmente includono:

QuickSwap

Un DEX nativo su Polygon che supporta sia gli swap che gli ordini limit e offre una varietà di fattori di rendimento, tra cui LP mining, dual mining e farm di Dragon Syrup. La piattaforma è attualmente il DEX più popolare su Polygon, con circa $550 milioni in TVL.

StarGate

Un bridge cross chain lanciato a marzo 2022 con successo immediato, che ha attirato più di $1,2 miliardi di dollari di liquidità nella prima settimana di attività. La piattaforma ha attualmente un TVL basato su Polygon di oltre $176 milioni.

QiDao

QiDao è un protocollo basato su Polygon che consente agli utenti di estrarre liquidità dai propri asset crittografici sotto forma di una stablecoin ancorata all’USD nota come Mai (Mimatic). La piattaforma è insolita tra le soluzioni di prestito, in quanto gli utenti non devono pagare alcun interesse quando si prende un prestito. È dotato di un token nativo noto come Qi, che viene utilizzato per governare la piattaforma.

Polygon ha recentemente lanciato il proprio launchpad, noto come PolyPad, progettato per finanziare e accelerare progetti promettenti basati su Polygon. Dal suo lancio all’inizio di aprile, la piattaforma ha già lanciato diversi progetti, contribuendo ad espandere l’ecosistema Polygon, ancora relativamente piccolo.

Ad aprile 2022 Polygon ha annunciato il lancio di una testnet per una chain di ridimensionamento completamente nuova, nota come Avail. La piattaforma dovrebbe funzionare come livello di disponibilità dei dati per altre blockchain, contribuendo a ridurre il carico della chain stessa.