KuCoin Community Chain (KCC): una blockchain pubblica sviluppata dalla community di KuCoin per fare concorrenza ad Ethereum a basso prezzo.

Nonostante il nome, la piattaforma KuCoin Community Chain non è ufficialmente associata all’exchange KuCoin, né è costruita da nessuno dei membri del suo team principale. La maggior parte degli sviluppatori della piattaforma non sono notii.

KCC è costruita attorno a un unico scopo: “Accelerare il flusso di valore in tutto il mondo senza confini“. La piattaforma tenta di abbattere le barriere all’ingresso dello spazio crittografico e si distingue dalle altre blockchain di layer 1 per l’alta velocità, le commissioni basse e la compatibilità diretta con Ethereum e i contratti intelligenti ERC-20 .

kucoin community chain

In quanto piattaforma ad alte prestazioni, KCC Chain vanta un throughput più elevato e commissioni di transazione inferiori rispetto a Ethereum e molte altre blockchain. Tuttavia è innegabilmente più centralizzata, poiché attualmente ci sono solo una dozzina di nodi coinvolti nel mantenimento della sua integrità.

La piattaforma tenta di mitigare questo in qualche modo attraverso l’uso di una DAO della community, nota come “GoDAO”. Questo consente ai titolari del token KuCoin Shares (KCS) di partecipare alla governance on-chain, contribuendo a plasmare lo sviluppo dell’ecosistema KCC raccogliendo e votando proposte di governance.

KuCoin Community Chain è insolita tra le blockchain. Invece di creare un token completamente nuovo, gli sviluppatori hanno deciso di incorporare invece il token KCS preesistente. Di conseguenza, gli utenti devono spendere KCS per eseguire transazioni sulla blockchain. Immergiamoci.

KuCoin Community Chain: ecco come funziona

KCC Chain è un fork di Ethereum. Ciò significa che gran parte della sua architettura rimane la stessa, il che garantisce che le DApp di Ethereum possano essere facilmente implementate e/o migrate sulla KCC Chain, se lo desiderano. Allo stesso modo, questo significa che molti popolari portafogli Web3 funzioneranno con la piattaforma KCC Chain, incluso MetaMask .

La piattaforma ha un meccanismo di consenso noto come “Proof-of-Staked-Authority” o PoSA. Questa è una versione modificata del Proof-of-Stake che richiede ai titolari di nodi (noti come validatori) di mettere in gioco la propria identità anziché un numero specifico di token KCS per partecipare al processo di produzione e verifica dei blocchi. Lo stesso meccanismo di consenso è utilizzato dalla BNB Chain.

Questi validatori ricevono le commissioni di transazione contenute in ogni blocco in cambio della loro onesta partecipazione al consenso della rete. In un aggiornamento successivo, KCC Chain introdurrà lo staking, che consentirà ai titolari non di nodi di mettere in staking i propri token KCS per guadagnare una frazione delle entrate delle commissioni di transazione della rete, così come accade sulle blockchain PoS delegato.

A causa della sua attività relativamente bassa, la maggior parte dei blocchi rimane vuota, il che significa che la piattaforma genera pochissime entrate dalle commissioni di transazione. Secondo i dati dell’esploratore di blocchi ufficiale della blockchain, le entrate giornaliere delle commissioni di transazione generalmente oscillano tra $150 e $300 al giorno, da condividere tra tutti i nodi partecipanti.

Nel momento in cui scrivo, KCC Chain ha un totale di 12 nodi operativi, uno dei quali è inattivo da più di un mese. La piattaforma potrebbe in teoria supportare fino a 29 nodi validatori. I nuovi validatori possono essere votati solo dai validatori esistenti.

Il token KCS

Dato che KCC Chain è una blockchain indipendente, ha anche un proprio token nativo, noto semplicemente come KuCoin Shares (KCS). KCS è stato inizialmente lanciato come token ERC-20 sulla blockchain di Ethereum, migrando successivamente su KCC Chain una volta lanciata la sua rete principale nel giugno 2021.

Il token KCS viene ora utilizzato per il pagamento di operazioni di contatto intelligente e transazioni regolari sulla blockchain di KCC.

Gli asset possono essere migrati da/verso la catena KCC tramite l’uso del ponte KCC. Questo attualmente supporta i trasferimenti tra KuCoin Community Chain ed Ethereum, BNB Chain, Polygon, Fantom e Avalanche.

KuCoin Chain: ecco perché è unica

KCC Chain deve affrontare la forte concorrenza di altre blockchain che supportano exchange attualmente di maggior successo, tra cui BNB Chain di Binance, OKC Chain di OKEX e Cronos Chain di Crypto.com.

Per aiutare il proprio ecosistema ad avere successo in un panorama di layer 1 sempre più competitivo, KCC Chain include una serie di caratteristiche distintive.

Alta produttività

KCC Chain ha un tempo di elaborazione di soli 3 secondi (lo stesso di BNB Chain). Per questo motivo, la transazione media raggiunge in genere la finalizzazione entro 3 secondi. Questo rende la blockchain circa quattro volte più veloce di Ethereum, che attualmente ha un tempo di circa 13 secondi.

Sebbene gli sviluppatori non abbiano ancora fornito statistiche ufficiali sul suo throughput, è ragionevole presumere che siamo circa sulle 100-300 transazioni al secondo (TPS), come BNB Chain.

Gestita dalla community

A differenza di molte altre blockchain associate agli exchange, KuCoin Community Chain non è di proprietà e gestita da un exchange centralizzato. Sono i membri della community a gestirla. Per questo motivo sostiene di essere più decentralizzata della maggior parte delle concorrenti, poiché è libera di evolversi secondo la volontà della community, piuttosto che a quella dei suoi creatori.

Compatibilità EVM

Come fork di Go Ethereum, KCC Chain condivide molte delle sue caratteristiche, probabilmente la più importante delle quali è la sua compatibilità con Ethereum Virtual Machine (EVM). Questo consente agli sviluppatori di distribuire il loro codice Ethereum direttamente sulla catena KCC con poche o nessuna modifica necessaria. KCC Chain spera che le sue tariffe basse e l’alto throughput siano sufficienti per invogliare sviluppatori e progetti a costruire lontano dalle chain concorrenti.

Commissioni di transazione basse

KCC Chain è attualmente una delle blockchain più economiche per commissione di transazione media.

Poiché la piattaforma è relativamente inattiva, la commissione di transazione media si aggira attualmente intorno a $0,01. Ci possiamo aspettare che l’ecosistema DApp di KCC Chain crescerà in risposta alla crescita della sua base di utenti.

Per avere un’idea, la commissione media di transazione di Ethereum è di circa $1,5 mentre la commissione media su Solana è 0,000005 SOL (equivalente a <$ 0,001).

KuCoin Community Chain: ecco le Dapp più interessanti

KuCoin Community Chain ha visto finora un’adozione relativamente scarsa da parte degli sviluppatori. Esistono infatti solo una piccola manciata di applicazioni attualmente attive sulla piattaforma.

Le tre più popolari in termini di valore totale bloccato (TVL) sono:

  • MojitoSwap: un market maker automatizzato che funziona esclusivamente su KCC. La piattaforma consente agli utenti di scambiare risorse digitali e fornire liquidità per guadagnare rendimenti sotto forma di commissioni di trading. Come molti AMM, offre anche una varietà di yield farm, in cui gli utenti possono mettere in stake i propri token MojitoSwap LP per guadagnare ricompense.
  • KuSwap: un intero ecosistema DeFi a sé, KuSwap è simile a MojitoSwap in quanto include sia AMM che funzionalità di yield farm. Ma qui troviamo funzionalità aggiuntive come il marketplace NFT, un gioco NFT, una lotteria e un sistema di caveau. Ha anche il proprio incubatore e launchpad IGO + IDO, che ha ospitato finora 4 progetti, raccogliendo 1,16 milioni di dollari in totale.
  • KillSwitch: un aggregatore di rendimenti DeFi, KillSwitch consente agli utenti di massimizzare i rendimenti guadagnati sulle proprie risorse basate sulla catena KCC attraverso l’uso di una varietà di strumenti specializzati. Alcune delle sue funzionalità aggiuntive includono uno strumento automatizzato di take profit e stop loss, un’opzione kill position e uno strumento boost, tutti progettati per aumentare i rendimenti e ridurre al minimo le perdite.

Qualche numero interessante della KCC Chain

Nell’ultimo anno, la piattaforma ha visto il valore totale bloccato (TVL) nei suoi protocolli DeFi aumentare da $0 a oltre $76 milioni al suo massimo. La stragrande maggioranza di questo TVL è associata a MojitoSwap, che ha un predominio di oltre l’86%. Altre DApp su KCC Chain hanno attualmente un TVL complessivo inferiore a $1 milione di dollari.

Attualmente ci sono oltre 20 DApp su KCC Chain, ma la maggior parte di queste ha pochissimi utenti e un’utilità limitata.

Per aiutare a espandere il suo ecosistema e costruire il suo panorama DApp, KuCoin Community Chain ha recentemente annunciato un programma di accelerazione da 50 milioni di dollari.

Come parte importante dell’ecosistema aziendale decentralizzato di KuCoin, KCC entrerà in una fase di sviluppo esplosiva nel 2022. Pertanto, vorremmo stabilizzare l’ecosistema in modo efficiente e rapido attraverso una serie di incentivi.”, ha affermato Leandre Niu, head di KCC, nel comunicato stampa .

In questo momento la KCC Chain è indietro rispetto alle catene EVM concorrenti.