Cardano (ADA): cosa distingue la sua blockchain dagli “Ethereum Killer” concorrenti ed una panoramica sugli smart contract del layer 1

L’ecosistema Cardano negli ultimi anni ha raggiunto diverse importanti pietre miliari nel corso del suo sviluppo. Questo si è ovviamente riversato sulla propria criptovaluta regina: il valore del token ADA è aumentato nel tempo, raggiungendo il massimo storico (ATH) di $3,09 salvo poi riscendere al valore di $0.56 nel momento in cui scrivo. Stiamo comunque parlando della settima criptovaluta in classifica per capitalizzazione di mercato.

ADA Cardano

L’aggiornamento Alonzo – che prende il nome dal matematico Alonzo Church, ampiamente considerato uno dei padri fondatori dell’informatica – ha permesso agli smart contract su Cardano di vedere la luce. Nelle prime 24 ore dall’implementazione sulla rete erano in esecuzione più di 100 smart contract.

Sono trascorsi molti mesi dal completamento dell’aggiornamento di Alonzo. Si è molto discusso nel mondo cripto sul fatto che i contratti intelligenti di Cardano potessero cambiare in modo definitivo il panorama DeFi in generale.
I 4000 sviluppatori che hanno contribuito nella Testnet privata di Cardano prima che Alonzo andasse live, hanno lavorato duramente sullo sviluppo delle applicazioni decentralizzate (DApp) dell’ecosistema.

Cardano è stata in ritardo di alcuni anni sugli smart contract rispetto ad Ethereum, e gli sviluppatori che sono passati da una parte all’altra hanno avuto delle difficoltà non indifferenti. C’è voluto del tempo affinché gli sviluppatori di DApp di Ethereum si adattassero a Cardano. Come in tutte le cose di valore d’altronde. Di seguito potete trovare un’interessante panoramica sull’ecosistema Cardano e sui suoi smart contract, buona lettura!

Cardano (ADA): ecco che cos’è ed a cosa serve

Charles Hoskinson – che in precedenza aveva lavorato con Buterin per creare Ethereum – ha fondato Cardano nel 2015. La Mainnet è stata lanciata nel 2017 e Cardano è attualmente la settima criptovaluta più grande per capitalizzazione di mercato, dietro BTC, ETH, USDT, USDC, BNB e XRP.

La missione di Cardano è costruire una blockchain in grado di superare le carenze di scalabilità e interoperabilità che notoriamente affliggono Bitcoin, Ethereum e altre criptovalute di prima e seconda generazione.

Hoskinson e il team di Cardano si sono prefissati alcuni ambiziosi obiettivi concreti, come “fornire identità economica ai miliardi che ne sono privi, fornendo applicazioni decentralizzate per gestire identità, valore e governance

La maggior parte delle criptovalute in questi anni si è concentrata sullo sviluppo più rapido possibile. Cardano invece ha adottato un approccio più lento e più cauto.

Cardano sottopone ogni nuova funzionalità alla revisione di esperti. Questo secondo Hoskinson aiuterà la piattaforma a sviluppare solide basi su cui costruire una rete più sicura per il futuro.

Cardano è spesso paragonata a Ethereum, che come abbiamo detto in precedenza è stata co-creata da Hoskinson, Vitalik Buterin e Gavin Wood. Eppure le due piattaforme non sono comparabili nei loro obiettivi o nei loro metodi.

In un’intervista con Lex Fridman, Buterin ha descritto la differenza tra Ethereum e Cardano in questi termini: “Loro [Cardano] enfatizzano l’aspetto accademico su tutta la linea. Ethereum invece tende ad essere più concreta e d’accordo con le argomentazioni euristiche, in parte perché sta solo cercando di fare più velocemente possibile.”

I vantaggi competitivi di Cardano rispetto ai concorrenti

L’obiettivo di Cardano è creare applicazioni blockchain sicure e a lungo termine progettate per casi d’uso reali.

Cardano ha collaborato con il Ministero dell’Istruzione etiope per fornire a 5 milioni di insegnanti e studenti un’identità digitale basata su blockchain. Il progetto un giorno diventerà un registro nazionale del rendimento scolastico in base ai voti degli studenti ed al rendimento scolastico generale.

Per incoraggiare imprenditori e sviluppatori a creare DApp sulla rete Cardano, il team ha lanciato Catalyst. Catalyst è un fondo per l’innovazione che consente alla community di proporre e votare idee per implementare nuove funzionalità della piattaforma. Uno dei round di finanziamento più recenti, Catalyst Fund6, ha offerto alla community un totale di 4 milioni di dollari per nuovi progetti.

La community di Cardano è nota per essere una delle più attive e, come tale, la sua blockchain riceve una notevole attenzione rispetto a qualsiasi altra blockchain.
Lo staking dei token su Cardano è molto più semplice che su altre reti in quanto non ci sono tempi di blocco e sblocco dello staking. Puoi anche mettere in stake i tuoi ADA direttamente da exchange come Binance e Kraken (più avanti vedremo tutte le piattaforme che supportano ADA). Un recente post sul blog ha rivelato che il 71,4% della fornitura totale di ADA è stato delegato a pool di partecipazioni per un valore di poco inferiore a $60 miliardi e che le ricompense annuali di staking sono attualmente compresi tra il 4% e il 6%.

Le transazioni sulla rete Cardano si basano su un nuovo protocollo Proof-of-Stake chiamato Ouroboros, che inizialmente consentiva alla rete di elaborare 250 transazioni al secondo. Dopo l’ultimo aggiornamento di Hydra, ogni pool di staking Cardano è in grado di elaborare migliaia di transazioni al secondo.

Ouroboros PoS ha reso Cardano una delle reti più efficienti dal punto di vista energetico, utilizzando solo 6 GWh di energia, rispetto ai 111 TWh di Bitcoin, rendendolo circa 1000 volte più efficiente dal punto di vista energetico rispetto alla prima criptovaluta al mondo.

Come investire in Cardano (ADA)

Il token ADA di Cardano è disponibile su una moltitudine di exchange. I principali sono:

Perché i contratti intelligenti di Cardano sono arrivati così in ritardo rispetto ai competitors?

Come affermato in precedenza, Cardano si è preso il suo tempo per costruire una base solida e stabile. Sebbene questo approccio contribuirà ad attirare collaborazioni con governi, imprese e autorità di regolamentazione in futuro, Cardano ha accumulato un considerevole ritardo rispetto ai suoi concorrenti.

I sostenitori e i massimalisti di reti rivali come Ethereum e BNB Chain hanno ampiamente criticato questo punto.

Il fondatore di Internet Computer, Dominic Williams, ha criticato in diverse occasioni Cardano per il suo lento sviluppo degli smart contract. Ha anche messo in dubbio il supporto incrollabile della community di Cardano a causa dei suoi lenti progressi.

Williams ha dichiarato: “Mi stupisce che questa blockchain sia sul mercato da 3 anni e stia solo aggiungendo il supporto per i contratti intelligenti. E le persone sono anche contente di questo!“.

Frederik Gregaard, il CEO della Cardano Foundation, ha risposto che Cardano non avrebbe utilizzato un approccio basato su tentativi ed errori.

Le solide fondamenta di Cardano, sostiene Gregaard, garantiranno una sicurezza di lunga durata e una scalabilità più semplice. Ha aggiunto che affinché Cardano possa essere considerato utile per casi d’uso nel mondo reale, deve essere verificabile in sicurezza. Ecco perché le funzionalità della piattaforma sono sottoposte a test rigorosi e revisione tra pari. Soltanto il futuro potrà dargli ragione o meno.

 

Disclaimer

Questo articolo deve essere utilizzato solo a scopo informativo. È importante fare le proprie ricerche e analisi prima di prendere qualsiasi decisione relativa a uno qualsiasi dei prodotti o servizi descritti. Questo articolo non deve essere interpretato come una consulenza finanziaria. Le opinioni espresse in questo articolo sono proprie dell’autore e non riflettono necessariamente quelle di Criptomercato.it. Criptomercato.it non è responsabile del successo o dell’autenticità di alcun progetto. Puntiamo ad agire come una risorsa informativa neutrale per gli utenti finali.