Criptomercato riporta alcuni degli aggiornamenti più emozionanti nello spazio NFT: dal mercato di Okcoin a Solana NFT passando per Moonbirds.

Ci sono molti aggiornamenti interessanti nel mondo degli NFT. Più che una moda passeggera, i token non fungibili stanno aiutando aziende e creatori di contenuti a raggiungere un pubblico sempre più ampio.
FT aprile 2022
L’NBA sta espandendo il proprio ecosistema NFT oltre la blockchain di Flow. La major league abbracciato oggetti da collezione digitali basati su Ethereum per i playoff di questa stagione. Nel frattempo Solana NFT si sta preparando per il debutto sul mercato Rarible NFT, pochi giorni dopo la tanto attesa integrazione di OpenSea con la blockchain.

Ecco alcune delle notizie NFT più calde della scorsa settimana.

Aggiornamenti dal metaverso #1: Okcoin lancia il proprio mercato NFT

La mania NFT non mostra segni di rallentamento. Exchange del calibro di Binance e FTX sono già sul pezzo da tempo. Coinbase ha lanciato recentemente il tanto atteso mercato NFT. Okcoin è l’ultimo in ordine cronologico a saltare sul treno. Martedì la piattaforma di trading di criptovalute ha annunciato il lancio del proprio marketplace NFT.

 

Il lancio completo è pianificato entro la fine dell’anno, ma Okcoin ha già iniziato a raccogliere dettagli per la sua lista d’attesa. L’azienda sta inoltre adottando una diversa strategia di marketing nel tentativo di distinguersi da concorrenti come Crypto.com e FTX. Okcoin afferma che il suo mercato sarà esente da commissioni: “Solo gas fees, nessuna commissione“.

Oltre a questo, l’exchange di criptovalute ha assicurato ai creatori che non porrà un limite alle tariffe delle royalty che possono impostare per le proprie vendite. Hong Fang, CEO di Okcoin, ha dichiarato in un comunicato stampa:

Stiamo lanciando un mercato libero per gli NFT in cui prezzi e profitti saranno determinati dalla domanda e dall’offerta. Il Web3 riguarda il riequilibrio del potere economico delle persone e in Okcoin stiamo facendo la nostra parte concedendo quanta più sovranità possibile agli individui quando si tratta del loro denaro e della loro arte.”

Stando agli ultimi aggiornamenti il mercato in arrivo supporterà NFT da diverse blockchain, tra cui ovviamente Ethereum, BNB Chain e Polygon. Gli utenti avranno anche la possibilità di acquistare oggetti da collezione direttamente con valuta fiat.

Aggiornamenti dal metaverso #2: alla scoperta di Moonbirds

Molte celebrità e influencer hanno provato (e spesso fallito) a lanciare progetti NFT. L’imprenditore Kevin Rose sta facendo grandi progressi in questo spazio. Lanciata sabato scorso, l’attesissima collezione Moonbirds NFT ha già generato oltre 280 milioni di dollari di vendite totali.
Moonbirds è una raccolta di 10.000 gufi da collezione. 7.875 NFT sono stati rilasciati ai collezionisti tramite una allow-list. Gli NFT in questa categoria sono stati venduti per 2,5 ETH (circa $7.600 al momento) sabato scorso. Altri 2.000 esemplari sono stati consegnati gratis ai proprietari del pass di iscrizione PROOF Collective NFT, che ha un prezzo minimo di 97 ETH (al momento circa $ 283.000). Jimmy Fallon, che possiede anche una Bored Ape, ha subito abbracciato la tendenza.

Moonbirds sta dominando il mercato NFT dal giorno del suo lancio. Ha raggiunto circa otto volte il volume degli scambi di qualsiasi altra collezione in questa settimana. Al suo apice la raccolta aveva un volume di scambi di oltre 34K ETH in un solo giorno. Pensa che le raccolte più famose, BAYC e MAYC, avevano un volume di scambi leggermente superiore a 1,1K ETH messe insieme nello stesso giorno.

Per quanto riguarda la sua utilità, i titolari hanno accesso ai canali nel server PROOF Discord, una cosiddetta funzione di “nidificazione” che premia i proprietari con vantaggi extra per lo staking degli NFT a lungo termine, nonché un’imminente iniziativa metaverse.

Nel frattempo tutte le royalties vengono convogliate nella tesoreria collettiva PROOF. Questo fondo sarà utilizzato per finanziare aggiornamenti futuri come la conferenza NFT prevista per il 2023, la creazione di contenuti e altre esperienze esclusive.

Aggiornamenti dal metaverso #3: la nuova tendenza, le aziende Creator-First

Footer Scriptsmic ha spinto l’economia dei creatori di contenuti a nuovi livelli, rendendo sempre più facile per i creatori monetizzare il proprio lavoro. Collective Intelligence Labs, nel suo “Rapporto sull’economia dei creators: Navigare in un mondo post pandemia“, esplora come l’economia dei creatori di contenuti sia esplosa nel 2021 a seguito del rinnovato interesse per blockchain, criptovalute e NFT.

Secondo la società, il panorama decentralizzato ha cambiato il gioco sia per i creatori che per i loro fan. I fan vengono ricompensati per il loro impegno, in genere tramite oggetti da collezione digitali che contengono vantaggi unici, mentre i creatori possono “stabilire un rapporto con il loro pubblico come mai prima d’ora“. Alex Shkor, CEO/Co-fondatore DEIP, CIL Protocol Architect, ha dichiarato:

L’intero scopo del Web 3.0 è consentire un’economia dei creatori decentralizzata e tutta la tecnologia necessaria esiste già. Dobbiamo solo promuovere l’adozione di queste tecnologie nelle industrie reali, nelle industrie creative, per le risorse prodotte dai creatori di contenuti. Questo non solo aumenterà la liquidità delle risorse dell’economia dei creatori, ma aprirà anche un flusso di capitali ai creatori“.

I dati suggeriscono che il valore totale dell’arte basata su NFT è cresciuto fino a circa 1 miliardo di dollari tra luglio 2018 e metà 2020. Tuttavia il CIL osserva che il clamore attorno agli NFT probabilmente si placherà.

Il clamore attorno agli NFT è molto probabilmente temporaneo e il sistema stesso non cambierà fino a quando le piattaforme decentralizzate non saranno completamente operative e utilizzate su larga scala“.

#4: L’NBA va all-in sugli NFT

Dopo il successo di NBA Top Shot, l’NBA potrebbe aumentare il suo coinvolgimento nei confronti di NFT e Web3.
Più di una settimana fa, l’NBA ha creato un nuovo account Twitter chiamato NBAxNFT, con l’obiettivo di “mostrare tutte le cose che intersecano basket e Web3, inclusi NFT, giochi e metaverso“. Pochi giorni dopo la lega ha lanciato un server Discord e ha lanciato nuovi oggetti da collezione basati su Ethereum legati ai playoff di questa stagione. Nel momento in cui scrivo il nuovo server Discord conta più di 45.000 membri.
NBA Top Shot di Dapper Labs è senza dubbio uno dei più grandi progetti NFT fino ad oggi. La collezione, che produce e vende videoclip di momenti salienti del basket sotto forma di NFT, ha da un lato spinto gli NFT verso l’adozione di massa, e dall’altro ha aiutato le squadre di tutto il mondo a comprendere l’importanza e le opportunità disponibili nello spazio del Web3. Ora sembra che l’NBA stia cercando di espandersi in altre iniziative NFT e Web3, compresi gli NFT di Ethereum.

Per dare un’idea, stiamo lavorando a un progetto NFT per celebrare i playoff NBA […] Non siamo ancora pronti per annunciare i dettagli, arriveranno presto“.

L’NBA, nel suo server Discord, ha spiegato che la nuova iniziativa non è focalizzata su un singolo lancio di NFT, ma su una varietà di progetti nello spazio Web3. L’annuncio diceva:

Questo server Discord (come @NBAxNFT su Twitter) è la sede ufficiale dell’NBA per i fan di basket e Web3 per interagire e saperne di più su progetti e partnership NBA attuali e futuri. Non è limitato a un singolo progetto NFT. È uno spazio in cui questa community può connettersi alle cose che la appassionano“.

I primi 10.000 membri che si sono uniti al server sono stati aggiunti ad una lista esclusiva, un “accesso garantito per coniare NFT appartenenti a questo progetto“. Escludendo i costi di transazione sulla rete Ethereum, gli NFT saranno privi di costi aggiuntivi.

Considerando il fatto che il nuovo progetto sta sfruttando Ethereum, è probabile che Dapper Labs e il suo NBA Top Shot non siano direttamente coinvolti. Dapper Labs ha infatti creato la propria piattaforma blockchain chiamata “Flow” per gestire transazioni ad alto volume. NBA Top Shot si basa su Flow.

#5: Raccolta fondi tramite NFT per il film indipendente “Calladita”

Nouns DAO, l’organizzazione autonoma decentralizzata dietro il progetto Nouns NFT, ha sostenuto il crowdfunding per il film indipendente Calladita per portare il film sullo schermo.

La DAO ha sostenuto il lungometraggio per un importo di 6,9 ETH ($ 21.000 nel momento in cui scrivo) in un accordo che è stato descritto come la prima proposta on-chain dell’organizzazione per finanziare un film. Come parte dell’accordo, nel film verrà mostrato un Noun NFT e uno dei personaggi di Calladita indosserà gli occhiali pixelati Nouns associati agli NFT di Nouns DAO. Inoltre la DAO sarà presente nei titoli di coda come produttore associato, essendo il secondo investitore più grande del film. Miguel Faus, il pluripremiato sceneggiatore, regista e produttore dietro il film, ha annunciato tale finanziamento su Twitter.

Calladita si accinge ad essere uno dei primi lungometraggi ad essere interamente supportato da NFT. Il progetto è basato sull’omonimo cortometraggio di Faus, “Calladita”, che segue la storia di una giovane collaboratrice domestica colombiana di nome Ana.

Calladita è interpretato da artisti del calibro del due volte vincitore del premio Goya Antonio de la Torre, l’attrice di “The Newsroom” Emily Mortimer e Paula Grimaldo, che interpreta il ruolo di Ana nel cortometraggio. Come previsto, il film incorpora anche altri elementi del mercato degli oggetti da collezione digitali. Ad esempio, il personaggio Mortimer è un importante commerciante di NFT.

Faus si era precedentemente rivolto agli NFT per raccogliere il capitale. All’epoca il direttore sosteneva che l’emissione di NFT fosse un modo più economico per raccogliere capitali rispetto ai tradizionali modelli di crowdfunding.

Come riportato in precedenza, Faus ricompenserà i sostenitori con NFT sotto forma di foto e video del cortometraggio originale, oltre a un film unico di quattro minuti incentrato sul personaggio di Ana.

La nuova era della produzione cinematografica: i film NFT si preparano al debutto nelle sale

Aggiornamenti dal metaverso #6: Solana NFT – Rarible – Opensea. Facciamo chiarezza

All’inizio di questo mese, il tanto atteso debutto di NFT costruiti sulla blockchain di Solana su OpenSea è finalmente diventato realtà. Ma gli NFT di Solana non si fermano solo a questo. Rarible, competitor di OpenSea, ha annunciato che la sua integrazione di Solana NFT è ora attiva.

Secondo un comunicato della scorsa settimana, gli NFT costruiti su Solana inizieranno ad apparire sulla piattaforma di trading Rarible “nelle prossime settimane“.

Vale la pena ricordare che Rarible è più un protocollo multi-chain che un mercato NFT predefinito, che supporta blockchain come Ethereum, Flow, Tezos e Polygon.

Oltre al supporto per gli NFT di Solana, Rarible ha collaborato con una delle collezioni più popolari sulla blockchain stessa, ovvero Degenerate Ape Academy (DAA).

Il protocollo aiuterà DAA a creare un mercato personalizzato per supportare il suo ecosistema di degen, inclusi Degenerate Trash Pandas e Degenerate Ape Kindergarten. Una percentuale di ogni vendita andrà direttamente al Degen DAO (l’organizzazione autonoma decentralizzata del Degeniverse).

In generale l’ultima integrazione e incursione nello spazio Solana non ci sorprende. A novembre scorso il CEO e co-fondatore di Rarible, Alexei Falin, ha detto ai giornalisti che Solana era un obiettivo sulla roadmap.