Film ed NFT. Come finanziare le opere cinematografiche del futuro, facendo guadagnare agli investitori parte dei ricavi.

C’è un nuovo modo di investire nei tuoi film Marvel preferiti: acquista i loro clip come NFT! Per saperne di più!

Se sei un po’ aggiornato con il mondo delle criptovalute, ci sono alte probabilità che ti sia imbattuto nel termine NFT. Gli NFT o token non fungibili sono risorse digitali che rappresentano la proprietà di una risorsa, virtuale o reale, ad esempio arte digitale e GIF.
NFT cinema film
Gli NFT non sono “criptovalute”, tuttavia funzionano in modo simile con il sistema di contabilità decentralizzata presente su entrambi. Le criptovalute come i Bitcoin sono fungibili, il che significa che un Bitcoin potrebbe essere scambiato con un altro, poiché tutti i Bitcoin sono uguali.
Gli NFT invece sono unici nel loro genere. L’identità di ogni token collezionabile è unica e riconducibile al suo creatore ed al suo possessore. La ricevuta per le avvenute transazioni NFT è registrata su un libro mastro che è a disposizione del pubblico, garantendo così la trasparenza. Ma cosa c’entra tutto questo con i film? Scopriamolo insieme!

NFT: il mondo dell’arte ha l’esclusiva?

In un breve periodo di tempo, lo spazio NFT è emerso non solo come un’industria redditizia, al passo con lo spazio crittografico da trilioni di dollari, ma anche una nuova impresa innovativa. I token hanno rivoluzionato una categoria data troppe volte per scontata, ovvero quella dell’arte digitale.
Dopo aver conquistato il mondo dell’arte, gli NFT non sono più limitati a questa nicchia. Certamente i pezzi che ritraggono JPEG digitali di scimmie annoiate come nel BAYC e figure pixelate come nel Cryptopunk di Larva Labs saranno sempre ricordati come i pionieri di questo movimento.
Tuttavia i token sono penetrati in altri generi al punto che quasi tutto può essere un NFT.
Il popolare meme “disaster girl”, ad esempio, raffigurante la piccola Zoe Roth e scattata da Dave Roth, ha portato nelle tasche della famiglia ben $ 401.718. Simili meme e fenomeni famosi su Internet hanno ricevuto una calorosa accoglienza nella comunità NFT, senza alcuna restrizione nel mantenere il formato limitato alle sole immagini.
Il sensazionale “Charlie Bit My Finger” di YouTube ha incassato $ 760.999, dimostrando che gli NFT sono altrettanto preziosi nel formato video. Possono essere NFT anche formati video più lunghi, come documentari e film.
I film NFT ora sono realtà! L’introduzione di token non fungibili nel settore è destinata a consentire il finanziamento di film, con gli investitori che ottengono quote proporzionate dagli introiti realizzati dal film al botteghino.

NFT e cinema: ecco alcuni esempi di successo

Sebbene i film pubblicati come NFT siano una cosa relativamente nuova, molti produttori e aziende ci si stanno prontamente immergendo nella speranza che questo mezzo possa funzionare bene in futuro. Di seguito sono riportati i pionieri degli NFT nei film.

Claude Lanzmann: Spettri della Shoah – Documentario

Il documentario nominato agli Oscar 2016 “Claude Lanzmann: Specters of the Shoah” è diventato di recente un NFT. Sebbene il documentario fosse inizialmente andato in onda su HBO, il pubblico non ne ha avuto accesso per acquisti digitali o fisici. Nel mercato delle criptovalute, le 10 copie della prima edizione del documentario sono state vendute ciascuna in criptovaluta per un valore di 375.000 dollari.

Stoner Cats – Serie animata

Questa ondata non è esclusiva dei documentari, come è evidente dalla serie animata con protagonisti Mila Kunis, Jane Fonda e Chris Rock chiamata Stoner Cats. La serie ha guadagnato 8,4 milioni di dollari, grazie alla tokenizzazione degli episodi, in cui ogni episodio è stato venduto come NFT agli spettatori. Si sono esauriti rapidamente, in meno di 40 minuti, dimostrando l’hype che c’era intorno al progetto.

Film ed NFT: Deadpool 2 

Gli NFT vengono già utilizzati come fonte di promozione cinematografica, con alcuni lanci fatti ad arte prima dell’uscita di un film. Per Deadpool 2 della Marvel, ad esempio, sono stati lanciati NFT esclusivi appositamente per coloro che avevano acquistato i biglietti per vedere il film nelle sale. Questo ha aumentato in maniera diretta la vendita di biglietti per vedere il film.

Inoltre gli NFT hanno un enorme potenziale nel mondo dei supereroi. Questo si può osservare dai brevi clip e JPEG di Spiderman NFT lanciati intorno alla data di uscita di “Spiderman: No Way Home“. I collezionabili di supereroi sono stati, per molto tempo, un argomento caldo tra i fanatici, in particolare tra creatori del calibro di Marvel e DC. La Marvel è nei primi posti, grazie a tutti i film che ha lanciato dal 2008 con IronMan in poi.

La serie Blockchain di Fox

Il gigante dei media statunitense Fox ha annunciato il lancio di una sussidiaria NFT, annunciando anche una serie basata su Blockchain. Secondo un portavoce della Fox, sotto la direzione del creatore di Rick and Morty, Krapopolis, e la produzione della società Enderby Entertainment, la serie è destinata a diventare la “prima serie animata in assoluto curata interamente sulla blockchain“.
Enderby Entertainment ha collaborato con una società blockchain fintech, CurrencyWorks Inc, per aprire la strada al primo programma di visione e distribuzione di film dal nome VUELE . VUELE consentirà agli utenti di collezionare, guardare e scambiare film esclusivi in ​​edizione limitata attraverso la loro piattaforma.

Antara – Film NFT di narrativa storica

La community NFT Arabian Camels ha annunciato che avrebbe accumulato $50 milioni per lanciare “Antara“, un film prodotto da Hollywood. Antara è una rivisitazione storica fittizia di come il cavaliere arabo Antarah Ibn Shaddad trascorreva le sue giornate. Con una partnership dell’exchange di criptovalute Moonpay, la data di uscita originale del film NFT era il 14 gennaio.
Antara sarà un film unico nel suo genere. Per la prima volta le persone saranno in grado di possedere i diritti su un film di Hollywood e quindi essere direttamente influenzati dalla performance del film. Inoltre verrebbe concessa agli investitori anche una parte delle entrate derivanti dallo streaming del film. Questo rende l’intera idea una situazione win-win per tutti.

Il produttore del film, Josef Brandmaier, crede fermamente che “L’impatto che Arabian Camels avrà su Hollywood è immenso. Questa è una mossa eccitante e rivoluzionaria che darà nuova vita al mondo del cinema“.

Antara vuole fornire agli investitori in NFT l’accesso ai beni di Hollywood, un concetto davvero nuovo per alcuni ed intrigante per altri. Nel bene e nel male questo cambierebbe sicuramente il ruolo dei film nello spazio NFT.

Film NFT: un modo nuovo per finanziare la produzione cinematografica

I produttori cinematografici vedono negli NFT un modo per facilitare gli aspetti finanziari dei loro progetti. Utilizzando questo nuovo metodo è possibile raccogliere i finanziamenti per i loro film. Il finanziere cinematografico con sede negli Stati Uniti, Forest Road Company, ha annunciato la creazione di un fondo del valore di 20 milioni di dollari, che consentirà ai creatori di contenuti indipendenti di monetizzare i propri contenuti e guadagnare denaro attraverso di essi.

Gli investimenti di pre-produzione verrebbero effettuati con $20 milioni a portata di mano. In cambio i proprietari saranno autorizzati ad acquistare e vendere asset utilizzando NFT. Una volta che l’investimento di pre-produzione è stato recuperato da Forest Road, i produttori avranno accesso ai ricavi delle royalties utilizzando gli NFT.

Molti investitori sono propensi a investire in finanziamenti di pre-produzione. Gli stessi produttori potrebbero raccogliere fondi dai fan per nuove produzioni, in un modo non molto diverso dal crowdfunding. Ciò potrebbe essere ottenuto mettendo in vendita clip, grafica e JPEG inerenti ai film. Contrariamente ai numerosi NFT che non hanno valore nel mondo reale, questi NFT sono speciali.
Gli NFT nei film sono un’impresa collettiva del mondo degli affari o delle aziende che si uniscono alla community per creare una piattaforma redditizia su tutta la linea. Sebbene il funzionamento dei normali NFT e degli NFT cinematografici sia praticamente lo stesso, l’incorporazione del mondo reale tangibile con il mondo altrimenti virtuale degli NFT è ciò che distingue gli NFT cinematografici. I proprietari di tali beni saranno in grado di metterli in staking anche mentre il film è ancora in produzione. In questo modo di fatto sarà possibile guadagnare prima dell’uscita del film, conservando la proprietà del proprio NFT, e godendo dei vantaggi delle commissioni di royalty.

Film ed NFT: cosa ci riserva il futuro?

Garret Minks, CTO di RAIR TECH, ritiene che l’industria cinematografica possa formulare un modello di business efficace utilizzando il Web3 se gli NFT vengono incorporati sotto forma di autenticazione per accedere ai servizi di streaming. Nel frattempo il capitale scalabile viene formato tramite organizzazioni autonome decentralizzate o DAO.

L’anno scorso, il ConstitutionDAO ha dimostrato quanto velocemente una communty possa essere galvanizzata per finanziare un progetto che ama, raccogliendo oltre 47 milioni di dollari in meno di una settimana per acquistare una copia della Costituzione degli Stati Uniti.

Più recentemente, si è formato il BlockbusterDAO attorno al rilancio del marchio Blockbuster come un business nel Web3. Combinato con un’infrastruttura di streaming in grado di portare la blockchain su larga scala utilizzando servizi come Moralis, ci sarà una rivoluzione nei finanziamenti incentrati sui creatori per i film, in cui i fondi sono distribuiti in modo più equo per tutte le parti“, ha affermato Minks.

Il presidente di BigONE, Anddy Lian, ha affermato che, nonostante l’attuale reputazione degli NFT oggi, nel prossimo futuro gli NFT potrebbero rendere possibili film interattivi con gli spettatori attivamente impegnati nella ricerca di risorse digitali. “I posizionamenti dei prodotti sullo schermo possono anche essere interattivi e responsabili attraverso l’uso della tecnologia blockchain e delle criptovalute. Questo porterà l’utilità al livello successivo. Porterà anche i finanziamenti per i film a nuovi livelli, poiché saranno in grado di monetizzare praticamente ogni minuto“, ha affermato Lian.