Hai deciso di investire in criptovalute e non sai da dove iniziare? Questa guida fa per te: ecco come investire in criptovalute in 10 step.

Salva questo articolo da qualche parte: ha un valore inestimabile e ti salverà la vita. Nell’ultimo decennio, le criptovalute hanno dimostrato di essere una delle classi di attività più performanti della nostra generazione.

investire criptovalute

Sin dall’inizio, le principali criptovalute come Bitcoin ed Ethereum hanno registrato una crescita praticamente parabolica, generando rendimenti che hanno reso gli investitori tradizionali verdi di invidia. Allo stesso modo, anche le criptovalute e le risorse digitali meno solide hanno generato rendimenti impressionanti per gli speculatori.
Ma lo spazio delle criptovalute sta crescendo rapidamente ed è pieno di rischi per i principianti.

Se hai deciso di investire in criptovalute, ma non sai da dove iniziare, allora questa guida fa per te. Ci addentreremo in alcuni dei concetti e delle considerazioni più importanti e forniremo alcuni suggerimenti che ti aiuteranno nel tuo viaggio.

Questa guida non è affatto esaustiva, e non potrebbe mai esserlo. Ogni giorno emergono nuove opportunità, piattaforme e criptovalute. Molte di queste hanno un valore reale, ma la maggior parte no. Questa guida ti darà i fondamenti necessari per iniziare con il piede giusto, prima di passare a risorse che soddisfino le tue esigenze e strategie individuali.

Come investire in criptovalute parte 1: esistono blockchain diverse

Analogamente al modo in cui esistono diversi sistemi operativi per programmi e applicazioni, come macOS, Windows, Linux e Android, esistono anche blockchain differenti.

Alcune di queste blockchain sono progettate principalmente per supportare criptovalute e pagamenti digitali, come ad esempio Bitcoin. Altre dispongono del supporto per contratti intelligenti e applicazioni decentralizzate a tutti gli effetti (DApps).

Alcune delle blockchain più popolari che supportano gli smart contract attualmente sono Ethereum, BNB Chain, Solana e Avalanche. Ognuno di questi ha la propria gamma di DApp popolari, molte delle quali sono veramente utili e sicure, mentre altre lo sono meno.

Ogni tot nascono nuove blockchain sempre più capaci e continuano a raggiungere il successo. Molte altre invece non riescono a raggiungere i propri obiettivi: si orientano verso un nuovo caso d’uso o falliscono completamente.

Suggerimento per i principianti: le blockchain in fase iniziale spesso promettono il mondo e poi forniscono risultati insufficienti. La storia ha dimostrato che fornire miglioramenti rivoluzionari spesso richiede anni. Tuttavia, è una buona idea familiarizzare con le diverse piattaforme per massimizzare il numero di opportunità a tua disposizione.

Come investire in criptovalute parte 2: esistono portafogli diversi per custodirle

Chiunque desideri interagire o investire in criptovalute avrà bisogno di un wallet, cioè il portafoglio, per gestire e archiviare le proprie risorse digitali. Proprio come il portafoglio in cui conservi contanti e carte, i portafogli di criptovaluta possono variare notevolmente nella loro forma, funzione e sicurezza.

In generale, i portafogli possono essere suddivisi in due categorie: di custodia e di non-custodia:

Portafogli di custodia: si tratta di portafogli di una terza parte, come un Exchange tipo Binance (vedremo dopo di cosa si tratta) o una piattaforma che si occupa di risorse digitali come Nexo, Celsius Network, Ledn o BlockFi. In genere hanno il vantaggio di essere relativamente facili da usare, collegati a una varietà di prodotti e servizi e supportano un’ampia varietà di criptovalute. Tuttavia presentano un grosso svantaggio in quanto non forniscono l’accesso alle tue chiavi private. Ciò significa che se la piattaforma va offline per manutenzione o viene violata, le tue risorse andranno perse in via temporanea o definitiva.

Portafogli di non-custodia: questi sono portafogli che non si affidano a terze parti centralizzate per conservare o proteggere le tue chiavi private. Di conseguenza, i titolari di questi portafogli hanno il pieno controllo delle proprie risorse in ogni momento e sono responsabili della loro custodia. Questi includono molti portafogli mobili e software, nonché portafogli hardware. Hanno il vantaggio di essere sempre accessibili e molti supportano più asset e blockchain, ma possono essere più difficili da usare.

Suggerimento per i principianti: ogni portafoglio ha i suoi pro e contro. Ti consigliamo di dare la priorità alla sicurezza sopra ogni altra cosa, specialmente se hai un portafoglio consistente. Optare per un portafoglio di non-custodia è preferibile, ma stai attento.

Come investire in criptovalute parte 3: Exchange. Parola magica che indica il posto dove puoi comprarle e venderle

Per investire in criptovalute, probabilmente avrai bisogno di un exchange. Queste in genere ti consentono di acquistare, vendere o scambiare una varietà di criptovalute in un ambiente sicuro e accessibile.

In generale, gli exchange possono essere suddivisi in due tipi: centralizzati (CEX) o decentralizzati (DEX). Gli exchange centralizzati sono generalmente più veloci, meno costosi e più facili da usare, a scapito della privacy e della custodia dei tuoi beni. Gli exchange decentralizzati in genere offrono una migliore selezione delle risorse e ti consentono di mantenere il pieno controllo delle tue risorse in ogni momento, ma di solito sono più difficili da usare e più costosi.

La maggior parte dei trader di criptovalute professionisti userà entrambi come parte della propria strategia. L’obiettivo è sempre massimizzare il numero di opportunità.

Come principiante, è probabile che tu voglia iniziare con un exchange affidabile. Le alternative migliori per iniziare con gli investimenti in criptovaluta e il trading di base sono Coinbase o  Binance. Da qui, puoi quindi passare a speculare con strumenti finanziari più complessi, come futures, opzioni, mercati di previsione e token con leva.

Suggerimento per i principianti: sia centralizzato che decentralizzato, quasi sicuramente dovrai utilizzare una gamma di exchange di criptovaluta come parte della tua strategia di investimento. Per questo motivo, ti consigliamo di provare alcune delle principali piattaforme per vedere quali si adattano meglio alle tue esigenze, prendendo in considerazione la sicurezza, la selezione degli asset, le opzioni di trading, la liquidità, la reputazione ecc.

Come investire in criptovalute parte 4: Launchpad. Parola magica che indica profitto al 99%

Nel corso del 2021, i launchpad sono cresciuti rapidamente fino a diventare uno dei modi più popolari per ottenere visibilità su nuovi progetti.

In breve, queste piattaforme selezionano manualmente i progetti in fase iniziale e aprono un round di finanziamento per gli utenti prima che vengano listati su una piattaforma di terze parti. Questi token sono generalmente venduti a un prezzo relativamente basso e possono essere venduti successivamente a mercato ad un prezzo generalmente molto più alto.

La stragrande maggioranza dei progetti con le migliori prestazioni di quest’anno ha condotto uno o più launchpad. Questo non garantisce necessariamente il successo di un progetto, ma per gli speculatori mordi e fuggi il profitto è pressoché garantito. Un numero enorme di progetti di bassa qualità ha invaso i launchpad, sebbene le piattaforme di calibro più alto tendano ad avere un track record eccellente.

Launchpad: ecco come funzionano

I Launchpad possono differire notevolmente nel modo in cui funzionano, ma la stragrande maggioranza ha le seguenti tre proprietà in comune.

  • I partecipanti sono tenuti a detenere una quantità minima fissa del token nativo della piattaforma.
  • Gli utenti sono divisi in livelli in base al numero di token detenuti. I livelli più alti in genere ottengono allocazioni maggiori, un migliore accesso ai progetti e un minor numero di requisiti secondari.
  • I progetti vengono selezionati manualmente dal team del launchpad, con l’obiettivo di selezionare solo progetti di alta qualità che genereranno un ritorno positivo per gli investitori.

Come per la maggior parte delle cose nello spazio delle criptovalute, il panorama del launchpad è incredibilmente vario e ci sono dozzine di piattaforme diverse disponibili. Molti di questi si concentrano su progetti che vengono lanciati su una blockchain specifica (ad es. Solanium si concentra su Solana mentre Terraformer si concentra su Terra), mentre altri si concentrano su settori o nicchie specifici, come NFT, DeFi, giochi o progetti metaverse.

Qui ad esempio puoi trovare un esempio di come si svolge un launchpad su Binance o su Bybit.

Suggerimento per i principianti: non tutti i launchpad sono costruiti allo stesso modo. Anche i migliori launchpad a volte falliscono. Detto questo, i migliori launchpad hanno storicamente generato ottimi rendimenti per gli investitori, mentre i launchpad meno affermati possono essere estremamente incostanti. Si consiglia sempre uno studio prima di entrare in qualsiasi progetto.

Come investire in criptovalute parte 5: DeFi. Parola che deve far scattare i cori angelici nella testa.

La finanza decentralizzata (o DeFi) sta rapidamente emergendo come uno dei casi d’uso più importanti per la tecnologia blockchain. Spesso è considerata la prossima generazione delle infrastrutture finanziarie.

In breve, questi sono gli strumenti, le piattaforme, i protocolli, i livelli e i servizi che consentono agli utenti di utilizzare le proprie criptovalute in un ambiente finanziario. L’obiettivo è replicare strumenti e servizi finanziari tradizionali, come banche, fornitori di prestiti, borse valori, mercati assicurativi e altro ancora, ma in maniera più efficiente.

In quanto panorama di servizi in rapida espansione, la DeFi presenta un numero enorme di potenziali opportunità di investimento, molte delle quali si rivelano davvero redditizie, mentre altre si rivelano meno attraenti di quanto sembrino a prima vista.

Molti sostengono che come investitore di criptovalute, non puoi trascurare una comprensione almeno di base del panorama DeFi e delle opportunità (e dei rischi) che presenta.

I 10 tipi di infrastruttura DeFi più importanti

  • Exchange decentralizzati (DEX): consentono agli utenti di scambiare criptovalute senza fare affidamento su piattaforme centralizzate. Alcune delle piattaforme più popolari includono Uniswap, Curve, PancakeSwap e TraderJoe.
  • Aggregatori: aggregano le offerte di più prodotti DeFi per aiutare gli utenti ad accedere alle migliori tariffe e/o offerte attraverso un’unica interfaccia, ad es. 1inch, che aggrega i prezzi di più DEX.
  • Protocolli di lending-borrowing: utilizzati per prendere in prestito e prestare criptovalute tramite pool di asset decentralizzati. Le opzioni popolari includono Aave, Compound e Venus.
  • Asset sintetici: asset basati su blockchain che replicano le proprietà e/o l’azione sui prezzi di altri asset digitali o reali, come le azioni sintetiche di Mirror Protocol o i “synth” di Synthetix.
  • Marketplace decentralizzati: utilizzati per scambiare risorse digitali, inclusi NFT e criptovalute in un ambiente di mercato peer-to-peer, ad es. OpenSea e Looksrare.
  • Yield farm: utilizzati principalmente per guadagnare un rendimento sui depositi di token. Gli esempi includono PancakeSwap, Pangolin e WagyuSwap.
  • Piattaforme di derivati ​​decentralizzati: sono piattaforme che consentono la creazione, la negoziazione o l’utilizzo di derivati ​​decentralizzati, inclusi Augur, Injective Protocol e BarnBridge.
  • Assicurazione: queste piattaforme consentono agli utenti di stipulare piani assicurativi sulle loro posizioni in criptovaluta per proteggersi da una varietà di rischi, come hack o bug di smart contract. Possono anche essere utilizzati per guadagnare rendimenti fornendo liquidità a protocolli assicurativi come Nexus Mutual.
  • Stablecoin collateralizzate: si tratta di stablecoin che non sono direttamente ancorate a valuta fiat, ma sono invece garantite con asset volatili. Questi includono DAI e TerraUSD (UST).
  • Launchpad: molti launchpad possono essere considerati un’infrastruttura DeFi in quanto offrono un accesso affidabile e senza autorizzazione agli IDO.
  • Conti di risparmio/investimento: queste piattaforme consentono agli utenti di depositare fondi per guadagnare un rendimento, spesso utilizzando più strategie. Gli esempi includono Orion Money, Bitlocus e Yearn Finance.

DeFi: uno spazio immenso da esplorare

Come accennato in precedenza, ogni blockchain ha la propria infrastruttura DeFi, sebbene molte piattaforme scelgano di implementare più blockchain differenti. Per questo motivo, il panorama della DeFi è vasto e può essere difficile rimanere al passo con ogni nuovo sviluppo e innovazione.

Tuttavia, ci sono un numero enorme di opportunità per investire e trarre profitto attraverso prodotti e piattaforme DeFi, sia speculando sulle loro risorse native, sfruttandole per ottenere entrate passive, fornendo liquidità o altro.

Suggerimento per i principianti: essendo un settore in rapida espansione, lo spazio DeFi può essere un luogo rischioso in cui investire i propri fondi. Hack, furti ed errori di protocollo sono relativamente comuni, in particolare tra le piattaforme meno consolidate. Per questo motivo, è importante conoscere bene i rischi associati alla DeFi in modo da sapere cosa evitare.

Come investire in criptovalute parte 6: NFT. Ma attenzione a questo

Sebbene i token non fungibili siano in circolazione da quasi quanto le criptovalute, solo di recente hanno attirato l’attenzione del mainstream.

Al giorno d’oggi, sono generalmente utilizzati per rappresentare opere d’arte, oggetti di gioco, oggetti da collezione digitali e altri tipi di diritti di proprietà. Alcuni potrebbero aumentare considerevolmente di valore nel tempo, mentre altri, la maggior parte, perderanno solo valore.

Potresti aver sentito migliaia di storie dei “milionari in una notte”, che in genere parlano di un individuo che è passato dalle stalle alle stelle semplicemente comprando e vendendo NFT.

Alcuni sono davvero diventati incredibilmente ricchi grazie ai loro investimenti in NFT, ma sono l’eccezione, non la regola. La maggior parte degli investitori in NFT non si arricchirà con i propri investimenti. Detto questo, spesso è abbastanza possibile fare molto bene. Di solito è un po’ più complicato del semplice acquisto di un NFT e tenerlo per un po’ prima di vendere a 100 volte il prezzo di entrata.

I 6 fattori che determinano la qualità di un NFT

Nel complesso, ci sono una varietà di fattori che determinano se un NFT è valido oppure no.

  • Rarità: Gli NFT più rari all’interno di una singola collezione tendono ad essere (ma non sempre) più preziose degli NFT più comuni. Questo si applica ovviamente solo alle raccolte NFT considerate desiderabili.
  • Prezzo di entrata: più si avvicina al floor price di un NFT originale (cioè il suo costo di zecca), più è probabile che il valore del token cresca. Detto questo, le collezioni senza valore possono scendere al di sotto del loro floor price, e molte non si riprendono mai.
  • Hype: molte collezioni NFT vedono una crescita graduale dei prezzi, mentre altre subiscono un improvviso aumento di valore come risultato dell’hype. Attenzione ai progetti sponsorizzati da celebrità.
  • Utilità: alcuni NFT, inclusi quelli associati ai giochi blockchain e alle esperienze interattive, possono avere un’utilità. Gli NFT con un’utilità possono essere investimenti più raccomandabili di quelli con poca o nessuna.
  • Designer/Creatore/Artista: nel caso di opere d’arte NFT, i pezzi creati da un artista specifico possono raggiungere prezzi incredibili. Ad esempio, un NFT creato dal famoso artista digitale Beeple può potenzialmente valere milioni di dollari.
  • Domanda e offerta: Legge del mercato. Un eccesso di offerta di NFT fa diminuire il valore, mentre un eccesso di domanda può farlo aumentare. Di conseguenza, è probabile che il tuo NFT abbia più valore se lo vendi quando il mercato è caldo.

Come per molti asset, il successo con l’investimento NFT si riduce in genere alla selezione degli asset, alla strategia di entrata/uscita, all’attenzione a lungo termine e spesso a un pizzico di fortuna. In ogni caso, più sarai informato sullo spazio NFT, migliori saranno le tue probabilità di riconoscere un’opportunità davvero interessante.

Suggerimento per i principianti: esiste un numero enorme di strumenti che possono essere utilizzati per tenere traccia delle raccolte NFT più popolari, come gli strumenti NFT Paradise di Nansen. Sfrutta questi strumenti come parte della tua strategia di investimento in NFT.

Come investire in criptovalute parte 7: Stablecoin

Come suggerisce il nome, le stablecoin sono un tipo di criptovaluta a prezzo stabile. Sono progettate per mantenere il loro valore a un valore fisso e utilizzate principalmente da coloro che cercano di non esporsi troppo alla volatilità. Una buona strategia per utilizzarle consiste nel congelare i profitti nei periodi di bull run.

Le stablecoin non sono generalmente considerate un asset speculativo. Ciononostante le lievi fluttuazioni delle stablecoin possono essere fonte di profitto per chi pratica arbitraggio. Allo stesso modo, molte stablecoin algoritmiche possiedono meccanismi per premiare coloro che aiutano queste stablecoin a mantenere il loro prezzo.

Ci sono stablecoin legate a diverse valute popolari, tra cui il dollaro USA (USD), l’euro (EUR) e la lira turca (TRY).

Ecco le stablecoin più famose

Le tre stablecoin USD più popolari sono Tether (USDT), USD Coin (USDC) e Binance USD (BUSD). Le stablecoin EUR più popolari sono STASIS EURO (EURS) e Tether EURO (EURT).
Queste possono essere stabilizzate in diversi modi. Ad esempio possono essere ancorati 1:1 con valuta fiat reale detenuta in un conto di custodia dall’emittente di stablecoin. Oppure essere stabilizzate algoritmicamente, utilizzando riserve di asset volatili overcollateralizzate o oracoli per mantenere il prezzo il più vicino possibile al loro ancoraggio.

Suggerimento per i principianti: anche se è improbabile che tu voglia “investire” in stablecoin di per sé, probabilmente vorrai familiarizzare con il funzionamento e come vengono scambiate. Le stablecoin possono variare considerevolmente nella loro accessibilità, stabilità e liquidità.

Come investire in criptovalute parte 8: Strategia di investimento

Come investitore, avrai bisogno di una strategia di investimento: non ci sono due modi per farlo. A meno che tu non preveda di fare trading come il compianto Mr. Goxx, un criceto che ha battuto il mercato azionario comprando e vendendo criptovalute a caso.

A seconda del tuo carattere, del capitale iniziale, della tolleranza al rischio, e di una miriade di altri fattori, le strategie di investimento possono variare considerevolmente da persona a persona. Alcuni preferiscono fare trading per assicurarsi vincite rapide senza considerare il quadro più ampio. Altri preferiscono il lungo periodo e rimarranno in gioco per mesi o addirittura anni prima di prendere profitti.

In generale, utilizzerai l’analisi tecnica (TA) e/o l’analisi fondamentale come parte del processo di selezione delle risorse e delle decisioni di ingresso/uscita. O per lo meno, avrai bisogno di un modo per determinare interessanti opportunità di investimento e capire quando prendere profitti o tagliare le perdite.

Non possiamo dirti esattamente in cosa investire o come gestire i tuoi fondi. Ci sono un numero enorme di strumenti e fonti di informazioni che possono aiutarti a prendere decisioni di investimento più intelligenti. Ma in generale, più sei informato sul mercato, meglio puoi prevederlo.

Suggerimento per i principianti: considera l’investimento in un fondo crittografico. Si tratta di piattaforme che gestiscono fondi per conto dei propri clienti e utilizzano un team di trader, analisti ed esperti esperti per investire in criptovalute. Alcuni dei fondi più rinomati in genere hanno eccellenti track record e storicamente hanno generato rendimenti impressionanti per gli investitori.
Tuttavia, fai sempre il tuo studio, incluso il controllo della reputazione, del team e dello storico del fondo. Tieni presente che non tutti i fondi sono autentici e che il profitto non è mai garantito.

Come investire in criptovalute parte 9: Gestione del rischio

Gestire il rischio è assolutamente fondamentale se vuoi sopravvivere nello spazio di investimento in criptovaluta ed è uno dei modi migliori per assicurarti di avere buone possibilità di ottenere un profitto.

Questo significa controllare l’entità delle tue posizioni e scegliere con cura i tuoi investimenti in base ai giusti indicatori. Come per tutti gli investimenti, non investire mai più di quanto puoi permetterti di perdere e non mettere mai tutte le uova nello stesso paniere.

Il panorama delle criptovalute sta diventando sempre più diversificato e la concorrenza all’interno di ogni nicchia del settore sta aumentando. Una volta era possibile semplicemente buttare i soldi in qualsiasi cosa e aspettare un profitto. Ora ci sono più perdenti che vincitori, ma quei vincitori spesso performano incredibilmente bene.

Mantenere un portafoglio diversificato ti aiuterà a mediare l’esposizione alla volatilità, dandoti anche un maggior numero di possibilità per selezionare un grande vincitore.

A differenza di molti altri mercati, il mercato delle criptovalute possiede rischi unici che devono essere riconosciuti, considerati e puntualmente evitati. Questi includono truffe, rug pull, errori di protocollo, repressioni del governo, hack e violazioni. Comprendere ed evitarli può essere una parte importante della gestione del rischio.

Suggerimento per i principianti: per i veri avversi al rischio, esiste una gamma in rapida crescita di prodotti assicurativi decentralizzati che possono essere utilizzati per difendersi da determinati rischi come un attacco al protocollo o il fallimento di uno smart contract. Alcune delle opzioni più popolari attualmente includono Nexus Mutual, InsurAce ed Etherisc, ma tieni presente che anche queste sono dotate di una propria serie di rischi.

Come investire in criptovalute parte 10: la cosa più importante è la SICUREZZA

Sfortunatamente, come molti settori principalmente finanziari, il settore delle criptovalute è pieno di truffe. Queste si rivolgono principalmente agli investitori meno esperti, ma esiste una gamma di truffe più sofisticate che a volte possono ingannare anche gli investitori esperti.

Riconoscere ed evitare con successo queste truffe spesso richiede un’ampia comprensione dello spazio delle criptovalute e una comprensione tecnica di base di come funzionano le principali criptovalute.

Detto questo, evitare semplicemente alcune cose può ridurre al minimo il rischio di essere presi di mira. I social media e le app di messaggistica come Twitter, Telegram, Reddit e Discord sono pieni di truffatori.

In generale, le truffe di criptovaluta seguiranno in genere una o più di queste strutture di base.

Caratteristiche standard di una truffa

  • Siti Web/applicazioni false: si tratta di versioni false di siti Web o applicazioni che imitano l’originale, ma in realtà sono progettate per rubare la tua frase seme o la tua chiave privata. In alternativa, potrebbero chiederti di inviare un pagamento manualmente.
  • Truffe e-mail: i truffatori inviano spesso e-mail agli utenti. Queste e-mail in genere imitano quelle di un’azienda o una persona genuina, ma contengono alcuni mezzi per frodarti. Ad esempio una falsa “opportunità” di investimento o la richiesta di reimpostare la tua password su una piattaforma specifica in modo che possano prendere il controllo del tuo account.
  • Messaggi diretti: i truffatori si comportano da membri fidati di una comunità o azienda e poi ti contattano direttamente te, simulando un’offerta di aiuto per un problema che l’utente sta affrontando o offrendo uno sconto o un’offerta.

Caratteristiche standard di un truffatore

I truffatori possono essere incredibilmente intelligenti e molte truffe non sono così semplici da riconoscere. Spesso utilizzano alcuni trucchi per aumentare le possibilità di successo. Questi includono:

  • Urgenza temporale: le offerte suonano troppo belle per essere vere, e spesso hanno un limite di tempo ad esse associato. Questo spinge all’azione le vittime, senza che valutino adeguatamente i rischi o senza eseguire lo studio.
  • Furto di identità: i truffatori si atteggiano a persone ben note, fidate o influenti in una community. Questo riduce le probabilità che “l’offerta sia un inganno” agli occhi d chi la riceve. Ciò potrebbe includere la copia del logo di un’azienda, l’indirizzo e-mail, il nome utente, ecc. Questo è particolarmente comune su Telegram.
  • Recensioni false: molte truffe di criptovaluta comuni includono anche dozzine di recensioni e testimonianze false di altre persone che “hanno beneficiato dell’offerta”. Ad esempio, una truffa comune su Twitter potrebbe includere un numero enorme di risposte da altri account falsi, che affermano di aver raddoppiato i loro Bitcoin nel tentativo di eliminare qualsiasi dubbio sull’obiettivo.

Sebbene non sia una truffa di per sé, esiste un grave problema di disinformazione nel settore delle criptovalute, che può rendere difficile la navigazione per i nuovi investitori. Uno dei modi migliori per evitarlo è semplicemente attenersi a fonti di informazioni ufficiali e fonti di notizie affidabili. Affidarsi alle opinioni altrui o al passaparola può essere la ricetta definitiva per il disastro.

Suggerimento per i principianti: la maggior parte delle truffe sulle criptovalute si basa sul fornire la propria frase seed, i dettagli di accesso o le chiavi private al truffatore. Se qualcuno ti chiedesse uno di questi, è sicuramente una truffa.