In questo articolo scopriremo cos’è veramente la meme coin Shiba Inu ripercorrendone la storia sin dalla sua nascita

Le meme coin, o monete scherzo, hanno ritrovato nuova linfa vitale dall’inizio dello scorso anno quando il dogecoin (DOGE) ha visto il suo exploit massimo.

shiba inu shib meme coin

Grazie sicuramente al contributo non indifferente di Elon Musk, grande sostenitore della meme coin, altre monete a tema canino hanno cominciato a spuntare nel mercato cripto, sfruttando l’hype generato dal creatore di Tesla. Grazie ai suoi 65 milioni di follower su Twitter, Musk è riuscito a dare un boost incredibile al DOGE portando quella che era una meme coin a tutti gli effetti a raggiungere la top ten per capitalizzazione di mercato toccando quota 0,74 dollari.

Dogecoin (DOGE) è stata la vera rivoluzione del mondo cripto registrando guadagni per tutti gli investitori addirittura pari al 15.800%, solo tra l’inizio di gennaio e quello di maggio 2021. A seguito di questo grande successo vari investitori hanno cercato la prossima meme coin capace di fare il grande salto e in molti hanno visto questa moneta in Shiba Inu.

Cos’è Shiba Inu

La criptomoneta Shiba Inu (SHIB) è un token ERC-20 basato sulla blockchain di Ethereum che ha riscontrato grande successo lo scorso anno grazie all’impegno della community, alla speculazione sul prezzo e anche al fatto che raffigurasse un grazioso cagnolino giapponese.

Il grande successo “mediatico” di Shiba Inu è riscontrabile anche dal numero di follower su Twitter, ben 2,3 milioni, un numero superiore persino alle grandi società di criptovaluta come Solana o Cardano. Il cane giapponese raffigurato in Shiba Inu è alla base anche della creazione del suo cugino più famoso, il Dogecoin. Quest’ultimo ha iniziato a crearsi nella mente di alcuni utenti Reddit nel 2013 che ne hanno reso un qualcosa di talmente virale da arrivare alla creazione del DOGE e di tutta la storia a venire.

Da quel momento in poi monete come il DOGE o lo SHIB sono state ascritte nel catalogo delle cosiddette “meme coin” e oggi ne arriviamo a contare a centinaia. Nonostante solitamente dietro ad una meme coin non ci sia un vero progetto cripto a lungo termine che possa portare qualcuno ad investire su di esse, Shiba Inu cerca di fare eccezione.

Proprio come accaduto per DOGE, la community si sta impegnando per dare più valore a tutti coloro che hanno scelto di investire sulla moneta, in questo caso attraverso la creazione di un exchange decentralizzato. In poco meno di 2 anni la community di Shiba Inu si è espansa oltre modo e, nonostante dogecoin appaia ancora irraggiungibile, sembra proprio essere la prossima meme coin a fare il grande salto.

Perché usare Shiba Inu

La fornitura totale di moneta SHIB è di 1 quadrilione ed è stata fissata e coniata al lancio del progetto nel 2020. Oltre la metà di questi token sono finiti un AMM (Automatic Market Maker), cioè un exchange decentralizzato nel quale vengono depositati una coppia di beni in un pool di liquidità che altri investitori utilizzano altri scambi. Per la precisione si tratta del pool di liquidità di Uniswap SHIB/ETH.

L’altra metà dei token coniati è stata donata a Vitalik Buterin, il creatore e fondatore di Ethereum, il quale però ne ha bruciati una gran parte inviandoli ad un wallet ormai “morto”. Il resto, Vitalik, li ha donati ad enti di beneficienza tra cui uno che prestava soccorso in India nel corso della crisi pandemica da COVID-19.

La community intorno a SHIB ha preso a cuore la causa del cane giapponese e in questo periodo sta promuovendo una campagna di salvataggio per i cani Shiba Inu. Per effettuare la donazione basterà acquistare su amazon attraverso un link dedicato che donerà una percentuale del vostro acquisto alla Shiba Inu Rescue Association, un’associazione che si impegna ad aiutare i cani Shiba Inu in difficoltà.

ShibaSwap, l’exchange DeFi di Shiba Inu

Un exchange decentralizzato è una piattaforma peer-to-peer che permette lo scambio di criptomonete senza l’ausilio di una società intermediaria, un esempio di exchange decentralizzato è Uniswap.

Shiba Swap è l’exchange decentralizzato creato dal team di sviluppo di Shiba Inu nel quale è possibile scambiare SHIB e altre criptomonete, fornire token in pool di liquidità che altri possono utilizzare per i loro scambi, depositare token in smart contract o guadagnare interessi attraverso SHIB e altri due token ERC-20 che coesistono nell’ecosistema Shiba Inu: Doge Killer (LEASH) e Bone Shiba Swap (BONE).

La nascita del token SHIB

Come per Dogecoin, anche Shiba Inu è nata quasi per gioco. La differenza è che Shiba Inu ha potuto vedere la possibilità di un “salto di qualità” attraverso l’esperienza di DOGE ed è per questo motivo che SHIB viene anche chiamata Doge Killer.

Ryoshi, il creatore di SHIB, ha dichiarato che secondo lui la sua moneta avrebbe “la capacità di superare il valore di Dogecoin, in modo esponenziale, senza mai oltrepassare la soglia dei 0,01 dollari“. Nonostante al momento il valore di SHIB non si aggiri neanche lontanamente a 0,01 dollari, il market cap della moneta ha raggiunto un terzo del market cap di Dogecoin.

La grande differenza con il DOGE sta nel fatto che quest’ultimo viene rilasciato in circolazione nel mercato attraverso il mining, proprio come accade per bitcoin, mentre la fornitura totale di SHIB è già stata decisa e coniata al momento della sua creazione.

Nel white paper del progetto, che la community ha ribattezzato “woofpaper“, si legge che l’obiettivo era quello di trasferire 500 trilioni di SHIB all’interno di un exchange decentralizzato come Uniswap e l’altra metà donarla a Buterin sperando che lui li bloccasse per sempre.

Elon Musk, il Dogefather

Elon Musk è la personalità di rilievo più interessata apertamente al mondo cripto. Grazie ai suoi tweet relativi al dogecoin, Musk è riuscito a far schizzare alle stelle il valore del prezzo del DOGE tanto da meritarsi il soprannome di “Dogefather” ed essere votato come CEO onorario non ufficiale della criptovaluta.

Durante la sua partecipazione al “Saturday Night Live” lo scorso maggio, Musk aveva annunciato che avrebbe parlato del Dogecoin facendo così schizzare nuovamente il prezzo del DOGE e, di conseguenza, anche quello di Shiba Inu. In quei giorni SHIB ha guadagnato oltre il 2.000% nel valore di prezzo.

Entra nel gruppo Cripto: nuovi lanci, token, news, rimani sempre aggiornato

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli:


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Quando però Elon Musk annunciò che non avrebbe più accettato pagamenti in bitcoin per le sue auto Tesla a causa dell’impatto climatico della proof-of-work, SHIB e tutte le altre criptovalute hanno subito un grande crollo parzialmente recuperato ad ottobre, quando Musk pubblicò una foto proprio con un cucciolo di Shiba Inu.