Ultimi aggiornamenti sul Merge di Ethereum: dal conto alla rovescia su Google a Vitalik Buterin che visita Kiev. Cosa succederà.

Google ha aggiunto un conto alla rovescia per The Merge ai risultati di ricerca. Il tanto atteso passaggio di Ethereum a una blockchain Proof-of-Stake si avvicina. Leggi di più.

Il Merge di Ethereum è particolarmente significativa dato che è l’aggiornamento più ambizioso nella storia della blockchain. Molto probabilmente è destinato ad essere completato senza tempi di inattività.

merge ethereum
Adobe Stock

Tutto ciò arriva quando il numero di ricerche globali di “Ethereum Merge” raggiunge il massimo storico. Singapore, Lussemburgo, Cipro, Cina e Svizzera che guidano la maggior parte del traffico.

L’orologio del conto alla rovescia di Google mostra due orsi, che indossano collane di Ethereum. Tali orsi corrono l’uno verso l’altro per abbracciarsi, illustrando i piani per il Merge delle blockchain Proof-of-Work e Proof-of-Stake. Vediamo gli ultimi aggiornamenti.

Ultimi aggiornamenti sul Merge di Ethereum: sei pronto?

Le stime basate sulla difficoltà e sull’hash rate indicano che The Merge sarà finalizzato giovedì – 15 settembre 2022 – mattina. Tuttavia è impossibile fornire un orario preciso.

Il prezzo di ETH è aumentato del 14% nell’ultima settimana, raggiungendo $1.764 nel momento in cui scrivo, spingendo alcuni analisti a ipotizzare che il Merge potrebbe essere già stato prezzato.

Nella storia delle criptovalute, ci sono stati innumerevoli eventi “buy the rumors, sell the news” che hanno portato a forti vendite dopo grandi traguardi.

Il Merge di Ethereum è particolarmente significativo, dato che è l’aggiornamento più ambizioso nella storia della blockchain, ed è destinato a essere raggiunto senza tempi di inattività.

Nelle ultime settimane si sono svolte una serie di prove generali e venerdì è stato implementato con successo un ultimo fork, senza che siano emersi problemi.

Si spera che la Proof-of-Stake apra la strada a gas fees più basse e maggiori livelli di scalabilità, assicurando che le transazioni siano sia più economiche che più veloci in futuro.

I dati della Ethereum Foundation hanno precedentemente suggerito che PoS potrebbe anche ridurre il consumo di energia di un impressionante 99,95%.

L’impatto ambientale dell’algoritmo Proof-of-Work è stato a lungo criticato, e le nuove credenziali ecologiche di Ethereum potrebbero attirare investitori istituzionali e grandi aziende.

Vitalik Buterin partecipa al Tech Summit a Kiev

In altri sviluppi, Vitalik Buterin ha fatto un’apparizione a sorpresa al Kyiv Tech Summit in Ucraina, mantenendo un basso profilo a causa di problemi di sicurezza.

L’hackathon Web3 mirava a utilizzare “il potere della tecnologia per risolvere problemi reali sul campo in Ucraina“, sei mesi dopo l’inizio dell’invasione russa.

Avvertendo che la situazione attuale è diventata terribile per milioni di ucraini, il fondatore di Ethereum si è così espresso:

Al di fuori della crisi umanitaria e delle esigenze militari richieste dall’Ucraina, c’è un bisogno senza precedenti di nuovi strumenti e soluzioni per rispondere sistematicamente alla nuova realtà della guerra“.

Il Kyiv Tech Summit ha affermato che Buterin voleva “fornire il suo supporto agli hacker al piano terra, costruendo gli strumenti umanitari di domani” e ha twittato una foto del co-fondatore di Ethereum che parla ai partecipanti.

Buterin si è unito al ministro Alex Bornyakov per un panel che discuteva del futuro del Web3 in Ucraina. Inoltre è stato citato da CoinDesk dicendo che voleva far sapere al paese “che molte persone nel mondo blockchain, Ethereum e cripto si preoccupano davvero della sfortunata situazione del popolo ucraino.

Ma secondo qualcuno, la Proof-of-Work di Ethereum in futuro ci mancherà

Il co-fondatore di Tron ha affermato che alla community di Ethereum mancherà Proof-of-Work quando non ci sarà più. Ha persino suggerito che Tether e Circle, i due maggiori emittenti di stablecoin, potrebbero persino riconsiderare il loro sostegno alla Proof-of-Stake.

Parlando al podcast CoinMarketRecap, Justin Sun ha detto:

Le persone inizieranno a rendersi conto che la Proof-of-Work è essenziale per una piattaforma di smart contract“.

Sun ha proseguito avvertendo che molti contratti intelligenti di Ethereum in futuro potrebbero essere censurati, e che i grandi fornitori di staking come Coinbase dovranno affrontare un dilemma: censurare le transazioni o chiudere la propria attività.

Il co-fondatore di Bankless David Hoffman ha messo in dubbio questi concetti, e sostiene che Coinbase non è così centralizzato come alcuni credono. Ai suoi occhi, i clienti sono in grado di delegare ETH a questo exchange, esprimendo eventuali malumori se succede qualcosa che non gli piace.

Se Coinbase inizia a censurare le transazioni o fa qualcosa per cui i suoi clienti si sentono disallineati, il cliente riprenderà semplicemente il proprio Ether, e lo reindirizzerà a un exchange diverso“.

Ultimi aggiornamenti sul Merge: il PoW è davvero un’ottima opportunità?

Il fondatore di Tron sta supportando un hard fork Proof-of-Work in modo che il mining possa continuare ad esistere. Ha suggerito agli sviluppatori di avere “un’ottima opportunità” per costruire una nuova infrastruttura.

Chainlink – che offre oracoli che forniscono contratti intelligenti con dati del mondo reale da fonti esterne, ha precedentemente affermato di sostenere il Merge. Sun ha citato gli oracoli come una delle cose che dovranno essere ricostruite da zero.

Se un team Oracle in questo momento supporta una rete Proof-of-Work… ogni sviluppatore utilizzerà il proprio feed Oracle. Ecco perché penso che questa sia anche una buona opportunità per gli sviluppatori se vogliono davvero sviluppare sulla rete. Chiunque può ottenere molto traffico gratuito e una base di utenti gratuita“.

Il Merge infliggerà un duro colpo ai miners perché non genereranno più entrate verificando le transazioni sulla blockchain di Ethereum. Quella responsabilità ricadrà invece sui nodi validatori.

I miners che lottano per un hard fork Proof-of-Work sono stati ampiamente criticati dalla community. In particolare una domanda comune è incentrata sul motivo per cui non possono utilizzare Ethereum Classic, che rimarrà invece PoW.

Ma Sun sostiene che su Ethereum Classic esistono solo 660.000 indirizzi, mentre questo nuovo fork di Ethereum avrà 200 milioni di indirizzi.

Sono anche ottimista sulla base di utenti Proof-of-Work… Penso che milioni o decine di milioni di indirizzi verranno utilizzati nel protocollo [PoW]“.

Ha previsto che un eventuale hard fork di Ethereum avrebbe il potenziale per diventare la blockchain dominante entro cinque o dieci anni.

Entra nel gruppo Cripto: nuovi lanci, token, news, rimani sempre aggiornato

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli:


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Presto forniremo ulteriori aggiornamenti sull’evento cripto più atteso dell’anno.