The Graph (GRT): funzionalità, tokenomics e previsione dei prezzi. Panoramica su una piattaforma che ha un’utilità particolare.

Criptomercato esplora The Graph (GRT), una piattaforma Web 3.0 che rende l’accessibilità ai dati facile, veloce e affidabile per l’intera criptoeconomia.

The Graph (GRT) è un progetto che consente agli utenti di costruire e pubblicare “sottografici” che rendono i dati aperti a chiunque.

The Graph criptovalute token

The Graph è un sistema decentralizzato per l’indicizzazione e l’interrogazione dei dati dalle blockchain. Consente agli utenti di interrogare dati che sarebbero difficili da ottenere normalmente. Immergiamoci.

The Graph (GRT): ecco come funziona

Secondo la pagina web di The Graph, un sottografo definisce quali dati The Graph indicizzerà da una blockchain e come li memorizzerà.

La descrizione del sottografo specifica gli smart contract a cui un sottografo è interessato, gli eventi che dovrebbero essere monitorati in quei contratti e come i dati degli eventi dovrebbero essere mappati in modo che The Graph possa memorizzarli nel suo database.

Da Web2 a Web3 

Secondo il team di The Graph, la blockchain è il futuro di Internet. Per questo lavora per rendere quel futuro una realtà. The Graph utilizza GraphQL, un linguaggio creato e comunemente utilizzato nel Web2, ovvero quello attuale.

Molti sviluppatori possono però eseguire l’onboarding nello spazio Web3 e costruire facilmente su blockchain. Poiché l’utilizzo dei sottografi continua a crescere e gli strumenti per gli sviluppatori blockchain migliorano, continueremo a vedere un effetto a cascata dalle società di tecnologia Web2 centralizzate alle applicazioni Web3 decentralizzate.

L’economia delle criptovalute è una visione radicalmente nuova del futuro del lavoro. Protocolli aperti come The Graph stanno creando le basi per trasparenza e opportunità, consentendo a chiunque nel mondo di contribuire con i propri talenti a un’economia globale. The Graph sta lavorando verso questa visione per aiutare gli sviluppatori a costruire i nuovi meccanismi di coordinamento dell’era di Internet.

In cosa consiste la rete The Graph (GRT)?

La rete Graph è composta da indicizzatori, curatori e delegatori che forniscono dati alle applicazioni Web3 e forniscono servizi alla rete. I consumatori interagiscono con le app e consumano le informazioni.

I partecipanti mettono in staking e utilizzano i token GRT per garantire la sicurezza economica di The Graph Network e l’integrità dei dati interrogati. GRT è un token ERC-20 sulla blockchain di Ethereum che viene utilizzato per gestire le risorse di rete. Gli indicizzatori attivi, i curatori e i delegatori possono fornire servizi e guadagnare denaro dalla rete in base ai loro servizi e ai propri token in staking.

Sviluppatori

Gli sviluppatori possono utilizzare lo studio dei sottografi utilizzato specificamente per indicizzare la rete principale di Ethereum. Gli sviluppatori possono utilizzare servizi in hosting attraverso i quali indicizzano le reti presenti al di fuori della rete principale di Ethereum.

Indicizzatori

Gli indicizzatori sono operatori di nodi in The Graph Network che forniscono servizi di indicizzazione e di elaborazione delle query in cambio di GRT. Le commissioni di query e i premi di indicizzazione vengono loro pagati in cambio del lavoro che offrono. Beneficiano inoltre della funzione di sconto Cobbs-Douglas, che distribuisce un pool di sconti proporzionalmente allo sforzo di tutti i contributori della rete.

I token GRT coinvolti nel protocollo possono essere revocati se gli indicizzatori forniscono dati imprecisi alle app o se indicizzano in modo errato.

I curatori mettono in stake GRT per indicare quali sottografi sono di alta qualità e dovrebbero avere la priorità. Gli indicizzatori determinano quali sottografi indicizzare in base al segnale per quel sottografo.

Curatori

I curatori sono fondamentali per l’economia decentralizzata di The Graph. Rivedono e segnalano i sottografi che dovrebbero essere indicizzati da The Graph Network utilizzando la propria esperienza nell’ecosistema web3. I curatori possono utilizzare Explorer per esaminare i dati di rete ed esprimere giudizi di segnalazione.

The Graph Network paga i curatori che segnalano i sottografi di alta qualità con una quota delle commissioni di query generate da quei sottografi. La segnalazione anticipata è ricompensata con token. Gli indicizzatori, che possono quindi analizzare o indicizzare i dati da questi sottografi segnalati, fanno affidamento su questi spunti del curatore. I curatori possono scegliere di segnalare su una versione specifica del sottografo o di utilizzare la migrazione automatica durante la segnalazione.

Delegatori

I delegatori non possono essere rimossi per comportamenti inappropriati, ma è prevista una tassa sui depositi per scoraggiare un processo decisionale improprio che potrebbe mettere a repentaglio l’autenticità della rete.

I deleganti godono dei guadagni del protocollo con tutti gli indicizzatori. Quando si selezionano gli indicizzatori, un delegatore deve applicare il proprio miglior giudizio sulla base di una serie di considerazioni come la commissione di delega, il periodo di svincolo della delega, la scelta di un indicizzatore affidabile e così via.

Caratteristiche uniche di The Graph (GRT)

Utilità unica

I dati sono conservati sulla blockchain di Ethereum da parte progetti con contratti intelligenti complicati, come Uniswap e collezioni NFT come Bored Ape Yacht Club. Questo rende estremamente difficile leggere qualsiasi cosa diversa dai dati di base direttamente dalla blockchain. L’utilità del protocollo The Graph è unica e meglio compresa attraverso questo esempio.

Operazioni di lettura fondamentali sul contratto, sono possibili nel caso di Bored Ape Yacht Club perché queste operazioni di lettura sono programmate direttamente nello smart contract. Ma nel mondo reale non è possibile fare operazioni sofisticate come aggregazione, ricerca, relazioni e filtri non banali. Ad esempio, se provassimo a cercare quanti NFT possiede un indirizzo specifico – limitate da uno dei suoi attributi – non saremmo in grado di farlo impegnandoci direttamente con il contratto.

Per ottenere queste informazioni, dovresti analizzare ogni singola occorrenza di trasferimento mai inviata, leggere i metadati da IPFS utilizzando l’ID token e l’hash IPFS e quindi aggregarli. Un’applicazione decentralizzata in esecuzione in un browser potrebbe richiedere ore o addirittura giorni per rispondere a questo tipo di richieste molto semplici.

Il problema di interrogare un dataset

Puoi anche creare il tuo server, elaborare le transazioni lì, archiviarle in un database e quindi interrogare i dati utilizzando un endpoint API. Questa soluzione è pesante in termini di risorse, richiede manutenzione, crea un singolo punto di errore e compromette le qualità di sicurezza essenziali per il decentramento.
Finalità, riorganizzazioni della catena e blocchi non finalizzati ostacolano questa procedura, rendendo non solo impegnativo in termini di tempo ma anche concettualmente difficile estrarre le giuste risposte alle query che interrogano i dati blockchain.

The Graph supera questo problema fornendo un sistema decentralizzato che indicizza i dati blockchain e consente una ricerca più rapida ed efficace.

Tokenomics di GRT

La fornitura totale di token GRT è 10.000.000.000 e l’attuale offerta in circolazione è – nel momento in cui scrivo – fissata a 6,9 miliardi di GRT.

Il prezzo di The Graph (GRT)

The Graph (GRT) è nel momento in cui scrivo scambiato intorno a $0,16. Il suo volume di scambio nelle 24 ore sugli exchange è di circa $69.624.709.

La previsione dei prezzi di The Graph (GRT) e le prospettive future

The Graph (GRT) si basa sul meccanismo Web 3.0 in cui tutti i ruoli della rete, inclusi sviluppatore, indicizzatore, curatore e delegante, ottengono la propria giusta quota per il lavoro svolto nella rete GRT. Dal momento che attualmente il mondo è nel periodo di transizione dal Web 2.0 al Web 3.0, GRT può fare affidamento sulle sue caratteristiche uniche e perfezionarle ulteriormente per guidare questo passaggio. Ciò avrà un effetto automatico sul prezzo del token GRT, che può superare la soglia di $ 5 una volta che i token Web 3.0 inizieranno a pompare.

Va notato che il Web 3.0 è decentralizzato e consente la connettività come mai prima d’ora. Investitori istituzionali hanno già investito miliardi e miliardi di dollari nel Web 3.0, e puntano su di esso come futuro di Internet come lo conosciamo oggi. L’ex CEO di Twitter e molti altri sono i primi ad adottare il Web 3.0, e questa tendenza salirà alle stelle nei prossimi anni.

Mentre il mondo fa un enorme passo avanti verso l’adozione del Web 3.0, chi possiede token inerenti a questo settore, si aspettano un aumento significativo dei prezzi dei token. Discutiamo ora della cronologia dei prezzi del token GRT e del suo potenziale futuro.

Dal suo lancio nel dicembre 2020, il token GRT ha guadagnato oltre il 150%, con il prezzo attuale che si mantiene sul livello dei $0,16. Il token ha raggiunto il massimo storico di $2,84 a febbraio 2021. Dopo di allora abbiamo sperimentato diversi crolli.

Molti esperti di criptovalute ritengono che la tempesta del Web 3.0 riporterà il GRT ai suoi massimi storici entro la fine del 2022. Sebbene il token GRT appartenga alla nicchia dei token Web 3.0 e sia supportato da molti esperti di criptovalute, l’elevata volatilità del mercato delle criptovalute rende molto difficile prevedere gli andamenti futuri.