In questa guida semplice e completa parleremo dello Staking di Avalanche (AVAX): guadagna una rendita passiva su queste piattaforme!

Avalanche è una blockchain scalabile ad alta velocità che offre velocità di transazione altissime a costi molto modesti.

Sebbene sia diventata famosa di recente, Avalanche – nel momento in cui scrivo – ha già $4,1 miliardi in TVL e occupa il quarto posto tra le blockchain per valore totale bloccato. La maggior parte del suo valore proviene da Trader Joe, una piattaforma di trading su decentralizzata.

staking avax avalanche

In questo articolo, discuteremo di questo protocollo di riferimento per gli appassionati di DeFi, con particolare attenzione allo staking di Avalanche coin – AVAX – per generare una rendita passiva. Per capire come possiamo mettere in staking i nostri Avalanche (AVAX), è fondamentale approfondire il meccanismo di consenso utilizzato dal protocollo e capire come vengono generati i rendimenti sull’AVAX in staking. Immergiamoci.

Staking di Avalanche (AVAX): ecco che cos’è

Mettere in staking Avalanche (AVAX) implica bloccarlo in un pool di staking in modo che gli asset possano guadagnare un rendimento. Nella maggior parte delle blockchain Proof-of-Stake (PoS), lo staking è il processo di partecipazione al consenso della rete. A differenza dei protocolli blockchain Proof-of-Work (PoW), i sistemi decentralizzati che utilizzano PoS come principale meccanismo di consenso non hanno bisogno che gli utenti mettano in gioco hardware e potenza di calcolo per convalidare le transazioni sulla rete.

Nella PoW, i miner, responsabili della convalida delle transazioni sulla rete, devono eseguire calcoli complicati per partecipare agli algoritmi di consenso. L’hardware specializzato calcola un numero casuale “sconosciuto” che è quasi impossibile da scoprire manualmente. Questo schema è la meccanica di base di PoW. Quando il numero viene trovato dall’hardware, la transazione ad esso associata viene convalidata e aggiunta al blocco. Solo coloro che hanno accesso a questo hardware sofisticato – o possono permettersi il suo prezzo proibitivo – possono partecipare al consenso della rete ed essere ricompensati per farlo.

Nelle catene PoS, invece, i deleganti non necessitano di alcun hardware per validare le transazioni in rete. Sono semplicemente tenuti a mantenere il proprio capitale all’interno della rete. Partendo da una determinata quantità di token bloccati nella blockchain, ottieni il diritto di convalidare transazioni, votare su decisioni importanti, ecc.

I lock-up di capitale possono essere rischiosi a causa dell’estrema volatilità del mercato. Ricordiamo – non con piacere – il recente crollo di Terra che ha spazzato via miliardi di dollari dal mercato delle criptovalute. Inoltre, anche il costo opportunità sostenuto dai lock-up di capitale può rappresentare una sfida. Se un delegante cerca un profitto, a volte è più ragionevole inserire il capitale in un protocollo DeFi dove c’è più controllo e rendimenti più elevati.

Pertanto, lo staking è fondamentale per incentivare gli utenti a detenere il proprio capitale in una particolare rete. Ci riferiamo a delle ricompense passive che vengono pagate a coloro che puntano una certa quantità di criptovalute all’interno della blockchain. Questo “interesse” è ciò che ottieni quando metti in stake il tuo AVAX all’interno della rete.

Staking di Avalanche (AVAX): ecco come funziona nel pratico

Lo staking di AVAX è simile a qualsiasi altro token in una blockchain basata su PoS. Simile a quello di Solana, di cui abbiamo parlato in questo articolo. Quando un validatore blocca la sua puntata, le sue possibilità di essere selezionato per convalidare il blocco successivo sono proporzionali all’importo del suo capitale bloccato all’interno della rete. Anche le ricompense accumulate dal validatore dipendono da questo importo.

Le remunerazioni si basano maggiormente sul tempo di attività e sulla correttezza delle operazioni di convalida del validatore. Questo evita che l’effetto ricchi sempre più ricchi di cui sono accusati le blockchain PoS. Finché un partecipante convalida le transazioni corrette e ha le proprie risorse disponibili per la rete l’80% delle volte, verrà ricompensato.

Oltre a questo, ci sono diverse condizioni per diventare un validatore o un delegante nella rete. Un validatore deve avere in staking almeno 2.000 AVAX per partecipare al consenso della rete, mentre per diventare un delegante devi possedere 25 AVAX. Il periodo minimo per lo staking è di due settimane e il periodo massimo è di un anno sia per validatori che per deleganti.

Queste condizioni garantiscono che la rete sia sempre in grado di elaborare le transazioni e mantenere la rete attiva e funzionante. Se ai validatori e/o deleganti è consentito effettuare lo staking e l’unstake quando vogliono, la rete diventa molto più suscettibile agli attacchi. Si tratta quindi di una relazione reciprocamente vantaggiosa. Adesso la rete è sicura grazie ai fondi che gli utenti depositano, ed in piùottengono in cambio delle ricompense. Diverse nuove soluzioni aiutano a risolvere l’illiquidità degli asset in stake mediante l’emissione di derivati ​​sintetici. Questo processo è noto come liquid staking, di cui abbiamo discusso in questo articolo.

Delegati vs Validatori: ecco quali sono le differenze 

Un delegante in qualsiasi rete PoS è colui che delega il proprio capitale a un validatore affinché quest’ultimo possa utilizzarlo per partecipare al consenso della rete. Un validatore può essere un pool di staking o semplicemente un individuo che elabora un nodo. I delegatori sono generalmente individui che non sono in grado di distribuire il proprio nodo a causa della mancanza di conoscenze tecniche, risorse o persino tempo. I validatori sono coloro che dispongono di tali risorse e sono disposti a dedicare più tempo alla configurazione dei nodi.

Se sei un validatore, ricevi dei bonus. Le ricompense di staking guadagnate da un validatore vengono ridistribuite proporzionalmente tra tutti i deleganti.

Come mettere in staking AVAX: guida step-by-step

Puoi mettere in staking i tuoi token AVAX in diversi modi. Il più semplice è metterli nel wallet ufficiale di Avalanche. Una volta cliccato sullink, devi semplicemente configurarlo. Assicurati di salvare la tua frase chiave su un pezzo di carta: ne avrai bisogno nel caso perdessi l’accesso al tuo portafoglio.

Per partecipare allo staking, clicca su [EARN] nel riquadro a sinistra.

Come accennato in precedenza, devi avere almeno 25 AVAX per diventare un delegante e 2.000 AVAX per eseguire un nodo di convalida.

Dove acquistare la criptovaluta AVAX?

AVAX è disponibile su una moltitudine di exchange. I principali sono:

Vediamo come puoi acquistare AVAX su Binance. Quando accedi al tuo account Binance, puoi andare alla schermata [Spot].

Verrai indirizzato a una nuova schermata di trading in cui puoi effettuare il tuo ordine per AVAX. Cerca AVAX nella barra di ricerca e seleziona la coppia AVAX/USDT (puoi selezionare anche qualsiasi altra coppia, ma questa è la più comune).

Ora puoi specificare l’importo e completare l’ordine.

Una volta fatto, AVAX viene aggiunto al tuo portafoglio dell’exchange (in questo caso Binance). Da lì, potrai inviarlo al tuo portafoglio AVAX. Oppure puoi mettere in staking AVAX direttamente su Binance.

Come mettere in Staking AVAX direttamente su Binance

Se non vuoi trasferire i tuoi AVAX al tuo portafoglio Avalanche, puoi mettere in staking direttamente su Binance. In questo caso, acquista tutte le monete AVAX che desideri sull’exchange come mostrato sopra. Per ulteriori approfondimenti su Binance, clicca qui.

Un vantaggio dello staking su Binance è il fatto che tutti i tuoi fondi sono archiviati in un unico posto, quindi diventa abbastanza semplice monitorare le prestazioni. Può far risparmiare tempo agli utenti che non desiderano configurare più portafogli DeFi.

Lo staking di Binance è che offre un rendimento percentuale annuo del +23% (APY), nel momento in cui scrivo. Per iniziare il processo di staking, basterà cliccare su [Earn] nella schermata principale di Binance.

Quando fai clic su Staking, verrai reindirizzato a una nuova schermata in cui potrai vedere l’elenco delle monete che puoi puntare sull’exchange.

Seleziona AVAX dall’elenco e decidi la durata: da 21 a 90 giorni. Durante questo periodo i tuoi fondi saranno bloccati. Dato che non stai delegando direttamente al validatore, puoi puntare un importo molto inferiore ai 25 AVAX. Dopo aver selezionato il numero di token che intendi mettere in staking, scegli semplicemente Stake Now e segui i passaggi successivi.

Ricorda che quando metti in staking su Binance, l‘APY può anche essere regolato in base alla quantità di fondi che l’exchange decide di mantenere nella sua riserva di liquidità. Puoi scoprire di più sugli APY dinamici cliccando qui .

APY: ritorno annuale percentuale sui tuoi AVAX in staking

Tutte le chain PoS offrono diversi APY per lo staking. Questo dipende dall’importo della criptovaluta nativa detenuta e dal tempo di blocco. Avalanche offre circa il 9,41% di APY da staking per i suoi utenti. Pertanto, quando depositi il ​tuoi AVAX, puoi aspettarti che i premi si accumulino nel tuo portafoglio alla fine di ogni intervallo di tempo, secondo l’ammontare di questo APY.

Ricorda che man mano che più validatori e/o deleganti si uniscono alla rete, questa diventa più resiliente agli attacchi, ed le tue ricompense diventano più sostenibili. A differenza di altri protocolli DeFi, è più probabile che tu ottenga ricompense coerenti dallo staking dei tuoi AVAX, poiché tali premi si basano sull’inflazione della rete (ovvero il numero di validatori sulla rete) più che su qualsiasi altro fattore.

Calcolare le ricompense da staking di AVAX

Per calcolare le tue ricompense da staking in base all’importo che hai depositato, puoi utilizzare questo calcolatore. È stato creato da Staking Rewards e offre strumenti simili per molte altre chain tra cui Ethereum e Solana.

Puoi inserire l’importo di AVAX/USD che desideri puntare, selezionare il periodo per il quale desideri trattenere i tuoi fondi e infine decidere se desideri eseguire un nodo validatore o semplicemente diventare un delegante. L’APY differirà a seconda di quest’ultima decisione.

Il sito ufficiale fornisce il numero esatto di validatori aggiornati. Attualmente ci sono circa 264 milioni di token AVAX in staking nella rete.

Staking Pool di AVAX

I pool di staking aggregano i fondi dei deleganti e poi li depositano sulla rete attraverso i loro nodi validatori. Forniscono una forma molto più semplice di staking. L’unica cosa che devi fare è depositare i tuoi fondi nel pool e quindi ricevere premi dalla puntata che vengono distribuiti proporzionalmente tra tutti i deleganti.

L’unica sfida che gli utenti devono affrontare con lo staking pool è quella del tempo di attività e delle prestazioni del validatore. Come discusso in precedenza, Avalanche richiede ai validatori un tempo di attività e prestazioni di rete di almeno l’80%. Questo fattore influisce sulla frequenza con cui viene scelto il validatore per confermare le transazioni sulla rete.

Pertanto, prima di decidere di delegare i tuoi fondi a qualsiasi pool di staking, dovrai controllare lo stato di salute del nodo. È fondamentale scoprire se la pool è stata in passato slashata oppure no. Lo slashing in criptovalute è qualcosa di simile a una multa. Se un validatore si comporta male, una parte delle sue ricompense verrà ridotta. L’importo dello slash dipende dal grado di disfunzione causata.

Per controllare lo stato di salute del validatore, è necessario il suo ID nodo. Una volta che lo sai, puoi andare su AllNodes e rivedere le prestazioni passate di un particolare nodo.

Alcuni staking pool su Avalanche come ITC forniscono facilmente il loro Node ID. Per gli altri sarà necessario un controllo più approfondito. Puoi anche metterti in contatto con i validatori e richiedere il loro Node Id.

Ci sono altri staking pool su Avalanche tra cui scegliere, come ad esempio Staked. Ma ricorda che dovrai eseguire il tuo studio personale ed approfondito su questi pool di staking prima di delegare i tuoi fondi. Sebbene sia molto raro che un validatore subisca così tanto tempo di inattività da ridurre i fondi, nel mondo delle criptovalute nulla è impossibile.

C’è una sfida intrinseca allo staking di cui non si parla così comunemente: i fondi bloccati. Nella prossima sezione, ne discuteremo brevemente ed esploreremo alcune soluzioni alternative.

Rischi dello stakingb di AVAX

I capital lockup sono la sfida fondamentale per le chain PoS. Quando deleghi i tuoi fondi a un pool di staking o gestisci un nodo di convalida, stai bloccando i tuoi fondi nella rete. Pertanto l’importo diventa illiquido e non puoi utilizzarlo altrove. Di conseguenza, stai essenzialmente rischiando che quei fondi vengano svalutati nel tempo a causa delle condizioni di mercato prevalenti. Ciò implica che non sei in grado di coprirti contro quel rischio di costo opportunità.

Questo è un problema fondamentale della PoS, ed è stato discusso in diversi documenti di ricerca. Alcune blockchain insistono sul fatto che i rendimenti dello staking siano sufficienti per compensare tale rischio. Ma questo è praticamente falso a causa della volatilità del mercato.

Poiché gli APY sono generalmente bassi, compresi tra il 6% e il 9% per la maggior parte delle catene PoS, non ha senso mettere in staking i fondi per un breve periodo di tempo. Se lo fai per alcune settimane, sei a malapena in grado di ottenere ricompense. Ma bloccando i tuoi token per un anno intero, ottieni premi sicuramente più sostanziosi. Questo significa che per massimizzare il profitto, devi mantenere i tuoi fondi puntati per un periodo molto più lungo di quanto vorresti generalmente.

Su una distanza così lunga, la maggior parte delle criptovalute native può subire svalutazioni a tre cifre o ottenere profitti incredibili. Riesci a immaginare l’enorme costo opportunità che devi pagare in tutto questo tempo?

Il liquid staking è una soluzione che aiuta a sbloccare la liquidità delle tue risorse in staking. Tali protocolli emettono token che rappresentano questi asset in stake (pensa a cTokens in caso di Compound o aTokens in caso di Aave ). Questi token rappresentativi sono ancorati al valore delle attività sottostanti. Puoi utilizzare questi token in una varietà di applicazioni in DeFi e generare rendimenti composti. Inoltre puoi generare rendimenti tramite i tuoi asset in staking nella rete, mentre utilizzi i nuovi token in altri progetti DeFi.

Ankr è uno dei protocolli che offre staking liquido su Avalanche. Clicca qui per saperne di più.

Considerazioni finali

Lo staking di AVAX è un modo affidabile per generare rendimenti sui tuoi token AVAX inattivi. Grazie all’integrazione del wallet nativo, puoi iniziare a delegare con soli 25 AVAX sul tuo account. Se vuoi mettere in staking un importo inferiore, puoi farlo tranquillamente su Binance.

Le blockchain nascenti sono quasi tutte PoS – o varianti sul tema -e così lo staking sta guadagnando enorme popolarità. Le ricompense da staking giocheranno un ruolo cruciale nel generare rendimenti passivi, mantenendo al contempo sicura la rete. Man mano che le reti PoS diventano più resilienti, le ricompense da staking diventeranno più sostenibili: un modo abbastanza semplice ed affidabile per generare rendimento nella DeFi.