In che modo gli NFT rivoluzioneranno il mondo del cinema e ti fanno guadagnare da film di successo? Scoprilo in questo articolo.

L’industria NFT ha iniziato il suo viaggio nella communty dell’arte virtuale, sotto forma di immagini, brani, video ed anche film.

Ha fornito esclusività alle opere d’arte digitali e le ha trasformate in token che possono essere scambiati sulla blockchain di Ethereum e non solo. Da allora il mercato NFT ha fatto molta strada, strizzando l’occhio a molti settori come la fotografia, la cultura dei meme, le carte da collezione e molti altri ancora.

NFT cinema film

In questo articolo parleremo del legame sempre più indissolubile tra NFT e cinema, e di come sarà possibile guadagnare grazie ai tuoi film preferiti acquistandone “una parte”.

NFT e cinema: Rivoluzione dell’industria cinematografica

L’industria NFT sta facendo enormi passi avanti nel settore cinematografico offrendo una gamma di servizi attraverso organizzazioni autonome decentralizzate o DAO. Una DAO è un’organizzazione completamente autonoma e trasparente che funziona da sola. Non ha bisogno di intermediari per elaborare nulla per conto dei suoi membri e tutte le sue transazioni finanziarie sono registrate pubblicamente ed in modo permanente su una blockchain.

Le DAO, con l’implementazione di NFT, possono aumentare le vendite di biglietti e merchandising, portando potenzialmente i progetti verso lo status di capolavoro in termini di prestazioni. Inoltre può migliorare significativamente il crowdfunding per il finanziamento.

Di recente, ConstitutionDAO ha dimostrato quanto velocemente una community possa finanziare un progetto. Ha raccolto oltre 47 milioni di dollari in meno di una settimana per acquistare una copia della Costituzione degli Stati Uniti.

Un progetto simile è stato creato all’interno dell’industria cinematografica. BlockbusterDAO si è formata ad esempio attorno al rilancio del marchio Blockbuster – la società di noleggio di film – nel Web3. In combinazione con un’infrastruttura di streaming in grado di supportare la blockchain su larga scala, potremmo vedere presto una rivoluzione nelle modalità di finanziamento per i film.

Tutto quello che avreste voluto sapere sulle DAO, ma non avete mai osato chiedere

NFT per merchandising, biglietti del cinema e tanto altro

L’incorporazione di NFT al botteghino può portare a grandi cambiamenti in numerosi aspetti dell’industria cinematografica. Ad esempio, il merchandising sotto forma di rari oggetti da collezione NFT può diventare un fattore decisivo. Questo mercato è fiorente, dal momento che i fan sono soliti spendere molto denaro in fumetti di supereroi. Tutto l’hype prima di un film atteso può essere monetizzato facilmente lanciando oggetti da collezione esclusivi riguardo personaggi di film famosi o star del cinema.

Tutto questo è già successo durante la recente campagna di Spider-Man. Prima dell’uscita di No Way Home sono stati lanciati 86.000 NFT a coloro che hanno acquistato i biglietti in anteprima.

Inoltre, il semplice atto di acquisto dei biglietti può essere verificato facilmente grazie alla tecnologia blockchain. I finanziamenti per i film con buona probabilità si espanderanno man mano che tali strategie di monetizzazione verranno implementate con successo.

Andy Lian, presidente della piattaforma di trading di criptovalute BigOne, offre un altro caso d’uso interessante della blockchain. Suggerisce di rendere interattivi e responsabili i posizionamenti di prodotti sullo schermo attraverso l’uso della tecnologia blockchain e delle criptovalute.

Questo porterà l’utilità al livello successivo. Porterà anche i finanziamenti per i film a nuovi livelli, poiché saranno in grado di monetizzare praticamente ogni minuto” ha aggiunto Lian.

Il posizionamento sapiente del prodotto renderebbe di fatto i film interattivi, poiché gli utenti possono cercare easter egg all’interno per sbloccare premi e ricompense. Gli NFT hanno già adottato il formato motion, non più limitato al layout statico dei JPEG, come risulta dalle gif e dai video trasformati in NFT recentemente.

In che modo Hollywood usa gli NFT?

Il finanziamento del film di pre-produzione è un’area di grande interesse per gli investitori. I produttori possono facilmente raccogliere fondi direttamente dai fan vendendo NFT. Questi token possono essere messi in stake dai possessori anche prima delle riprese del film.

Forest Road Company, un fornitore di servizi finanziari con sede negli Stati Uniti, ha annunciato un fondo da 20 milioni di dollari volto a monetizzare i contenuti cinematografici. Prevede di collegare i produttori con i fan direttamente tramite NFT, consentendo ai primi di ottenere finanziamenti molto prima dell’inizio della produzione.

Un altro progetto interessante è NFT Studios. È stato fondato da Niels Juul, produttore esecutivo di The Irishman. Il progetto mira a creare il primo film in assoluto  finanziato esclusivamente da NFT. Questi NFT consentirebbero l’accesso ad anteprime e pass esclusivi, tra cui l’accesso al set del film e alle quinte.

Allo stesso modo la figlia di Al Pacino, Julie Pacino, ha raccolto $80.000 per il suo prossimo film I Live Here Now vendendo fotografie NFT dalla sua collezione.

Le grandi aziende e gli studi di produzione puntano a costruire interi mercati basati su NFT. Lionsgate ad esempio ha collaborato con una piattaforma NFT per generare token di franchising per serie famose come John Wick e Mad Max. Questi token sono di fatto merchandising, ed aumentano direttamente le royalties al botteghino per i titoli.

Anche Quentin Tarantino ha tokenizzato estratti da collezione dell’iconico Pulp Fiction. Grazie al seguito del film, il primo pezzo è stato venduto per $1,1 milioni di dollari. Altri film di spicco come The Matrix e Dune hanno rilasciato merchandising del valore di milioni di dollari per raccogliere fondi per le case di produzione.

Infine possiamo menzionare anche il documentario di Claude Lanzmann: Specters of the Shoah, che è stato trasformato in un NFT. Il piccolo schermo ha visto Stoner Cats, uno spettacolo a episodi. Gli spettatori sono stati in grado di sbloccarli solo una volta acquistato un token, generando così un ricavo totale di $8,4 milioni di dollari.

NFT e cinema: che garantiscono l’accesso al botteghino

Come già accennato, i fan potranno acquistare NFT per il film anche prima della produzione. La performance di successo al botteghino può quindi essere un fattore decisivo in termini di rendita dal proprio asset. In questo modo coloro che hanno investito in tali NFT avranno accesso ai profitti generati dai servizi di streaming per il film.

Arabian Camels, una community a tema NFT ha annunciato la produzione di un film hollywoodiano chiamato Antara basato sulla leggenda di Antarah Ibn Shaddad, un cavaliere arabo dei tempi antichi. Il film ha ottenuto un budget di 50 milioni di dollari, e sarà prodotto in collaborazione con l’exchange di criptovalute Moonpay. Per la prima volta nella storia consentirà alle persone di rivendicare i diritti su un film realizzato da Hollywood.

Il produttore Josef Brandmaier ha commentato le prospettive NFT di Antara, affermando che “L’impatto che Arabian Camels avrà su Hollywood e sul cinema è immenso. Questa è una mossa eccitante e rivoluzionaria che mostrerà una nuova prospettiva nel mondo del cinema“.