Il Regno Unito renderà le Stablecoin un metodo di pagamento riconosciuto, alleggerirà le regole sulle criptovalute e rilascerà NFT.

Il Regno Unito ha annunciato che intende allentare le normative sulle criptovalute e consentire alle stablecoin di diventare un metodo di pagamento riconosciuto.

regno unito inghilterra bitcoin criptovalute

Il cancelliere Rishi Sunak vuole che la Gran Bretagna diventi “un hub globale per la tecnologia e gli investimenti di criptovalute“. Vediamo bene cosa sta succedendo.

Regno Unito e stablecoin: ecco cosa sta succedendo

Una delle parti più interessanti del suo annuncio è questa. The Royal Mint, l’organizzazione responsabile dell’emissione di nuove monete nel Regno Unito, rilascerà il proprio NFT quest’estate.

Meno entusiasmante, ma comunque degno di nota, verrà creato un sandbox per l’infrastruttura del mercato finanziario. Questo garantirà che le società di asset digitali possano innovare.

Il Regno Unito ha bisogno di un vantaggio competitivo dopo la Brexit. Così Sunak ha affermato di voler dare alle aziende fiducia per fare investimenti a lungo termine, aggiungendo:

La mia ambizione è rendere il Regno Unito un hub globale per la tecnologia delle criptovalute. Le misure che abbiamo delineato oggi contribuiranno a garantire che le aziende possano investire, innovare e crescere in questo paese“.

un mezzo di pagamento più efficiente

In un annuncio il Regno Unito ha affermato che le stablecoinpotrebbero fornire un mezzo di pagamento più efficiente e una più ampia scelta per i consumatori“. Secondo le proposte del governo, gli emittenti privati ​​potrebbero operare con queste criptovalute purché soddisfino determinate condizioni.

Il paese cercherà di coinvolgere l’industria delle criptovalute attraverso una consultazione di due giorni chiamata “CryptoSprint” a maggio. Sarà guidato dalla Financial Conduct Authority, una specie di cane da guardia che è stato ferocemente critico riguardo le risorse digitali come investimento. Recentemente ha criticato la gestione di un processo di registrazione per le attività crittografiche.

Governo criticato per il “Cripto-Push”

Sebbene la nuova posizione del Regno Unito sia stata indubbiamente accolta favorevolmente dagli appassionati di criptovalute, non ha raggiunto lo stesso successo tra i consumatori di tutti i giorni.

Di fronte all’inflazione rovente e all’aumento vertiginoso dei prezzi dell’energia, gli elettori hanno accusato il governo di essere cieco. Molti su Twitter si sono chiesti perché Sunak fosse così ossessionato dagli NFT quando alcune famiglie affrontano la scelta impossibile tra mangiare e riscaldare le proprie case.

Tuliq Siddiq, un parlamentare membro dell’opposizione, ha ammesso che il Regno Unito ha bisogno di una strategia per abbracciare i vantaggi della tecnologia blockchain, ma ha liquidato la nuova politica di Sunak come un “espediente”. Ha aggiunto in un’intervista:

Sotto questo governo, le società di criptovalute legate a bande criminali hanno agito liberamente. È tempo di regolamentare il settore“.

Lunedì anche il governatore della Banca d’Inghilterra Andrew Bailey ha avvertito che le criptovalute sono la nuova “prima linea” nelle truffe criminali e ha criticato i principali exchange di essere reticenti nell’imporre sanzioni.

Entra nel gruppo Cripto: nuovi lanci, token, news, rimani sempre aggiornato

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli:


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo