Frax Finance affronta il problema dell’efficienza del capitale delle stablecoin. Vediamo perché è diversa dalle altre stablecoin.

Frax Finance (FRAX) è una stablecoin algoritmica parzialmente supportata da garanzie sottostanti. FRAX combina la collateralizzazione con un algoritmo per stabilire un rapporto di garanzia che varia nel tempo.

Questo rapporto di garanzia definisce quale rapporto di garanzia fa equivalere 1 FRAX a $1. FRAX è supportato in parte da USDC, la seconda stablecoin per capitalizzazione di mercato, e in parte dal suo token di governance FXS.

frax finance blockchain stablecoin

FRAX ed FXS per intenderci funzionano in modo simile a TerraUSD (UST) e Terra (LUNA). FXS beneficia del signoraggio durante la creazione di FRAX. Il signoraggio è la differenza tra la produzione di un’unità di FRAX (definita dal rapporto di garanzia) e il costo di creazione dell’FXS, che sostiene la sua quota del rapporto di garanzia.

Poiché FXS può essere coniato praticamente a costo zero, matura valore nel tempo in proporzione alla capitalizzazione di mercato di FRAX. Un meccanismo molto simile ha portato a un aumento del prezzo di LUNA come garanzia per UST.

Il token FXS di Frax Finance

Il token FXS consente inoltre ai possessori di token di partecipare alla governance e allo staking. I titolari di token possono, ad esempio, modificare le regole dei pool esistenti, aggiungere nuovi tipi di asset al protocollo o aggiungere nuovi pool. Possono anche modificare la commissione bonus che viene pagata per incentivare chi fa arbitraggio a riportare il prezzo di FRAX in linea quando il livello normale viene rotto. Gli utenti possono guadagnare FXS come fornitori di liquidità per i pool Frax Finance Uniswap.

Il protocollo Frax è multi-chain, il che significa che gli utenti possono fare un bridging FXS/FRAX in maniera nativa o FXS/FRAX con bridge da utilizzare su catene come Fantom, Avalanche, Polygon, BSC, Harmony e Moonriver. Diamo un’occhiata più da vicino.

Frax Finance: ecco come funziona

Frax Finance affronta il problema dell’efficienza del capitale delle stablecoin. Le tradizionali stablecoin garantite da collaterale come USDT non sono decentralizzate e sono un bersaglio facile per le autorità di regolamentazione. D’altra parte, le tablecoin sovra-collateralizzate come DAI hanno dimostrato di essere stabili, ma sono difficili da scalare perché sono inefficienti in termini di capitale (sono necessari $150 in garanzia per coniare 100 DAI).

FRAX funziona con un modello dual-token che utilizza USDC e il suo token di governance FXS per supportare parzialmente la sua stablecoin con un rapporto di garanzia variabile. La stabilità di FRAX si basa sulla corretta incentivazione degli arbitraggi. Se FRAX rompe il suo ancoraggio su entrambi i lati (su o giù), dovrà essere ripristinato rapidamente a causa dei seguenti meccanismi di incentivazione:

  • FRAX rompe il suo ancoraggio al rialzo e viene scambiato sopra $1. Gli arbitraggisti possono depositare garanzie FXS e stablecoin con un valore di $1 e coniare FRAX. Successivamente vendono FRAX sul mercato aperto e intascano la differenza fino al ripristino del prezzo fisso.
  • FRAX rompe il suo ancoraggio al ribasso e viene scambiato al di sotto $1. Gli arbitraggisti riscattano meno di $1 di garanzia per coniare FRAX. La pressione all’acquisto su FRAX riporta il prezzo fisso a $1 e dall’arbitraggio è possibile intascare la differenza.

Il coefficiente di garanzia di FRAX determina quanta parte dell’offerta di FRAX è supportata da garanzie di stablecoin e quanta da FXS. Supponiamo che FRAX abbia un prezzo inferiore a $1, il rapporto di garanzia di Frax Finance ha perso fiducia e deve migliorare. Ciò innesca la ri-collateralizzazione, il che significa che i nuovi FXS vengono coniati e offerti con uno sconto sull’USDC (0,2% al momento). Questo meccanismo migliora il coefficiente di garanzia e innesca una pressione d’acquisto su FRAX.

Se, d’altra parte, FRAX supera il suo peg, FRAX può essere coniato e utilizzato per acquistare e burnare FXS. Ad esempio, con un rapporto di garanzia dell’84% (0,84 USDC per 1 FRAX), il protocollo può coniare $1,19 per ogni $1 in eccesso di garanzia ($1/0,84 USDC = $1,19). La garanzia in eccedenza è l’importo dell’equivalente in dollari di FRAX che può essere venduto sul mercato aperto per riportare FRAX a $1.

Inoltre se acquisti FRAX non hai diritto alla stessa percentuale di garanzie che hai inizialmente depositato. Supponiamo che tu abbia depositato $80 di USDC e $20 di FXS per coniare 100 FRAX (rapporto di garanzia dell’80%). Potresti ricevere una proporzione diversa di asset se il rapporto cambia e desideri riscattare i tuoi FRAX.

Caratteristiche uniche di Frax Finance

Vediamo un breve elenco di caratteristiche che distinguono Frax Finance da altri protocolli stablecoin comparabili.

veFXS

Frax Finance utilizza un sistema di voto reso popolare da Curve Finance. I possessori di token possono mettere in stake i loro FXS e ricevere in cambio veFXS, che rappresentano la loro quota di FXS in stake e il loro potere di voto nelle proposte di governance.

Come al solito più lungo è il periodo di blocco per FXS, maggiore è la ricompensa che gli utenti ricevono per aver messo in stake i loro token. Ciò incentiva uno staking più duraturo e un rapporto di FXS in circolazione più basso. Il saldo veFXS diminuisce linearmente verso la data di scadenza per incentivare lo staking.

Operazioni di mercato algoritmiche (AMO)

Frax Finance si basa su diversi meccanismi di base, come ad esempio:

  • Bilanciare il rapporto di garanzia;
  • Mantenere un equilibrio sano;
  • Accumulare valore su FXS.

Questi meccanismi sono noti come AMO, e garantiscono la stabilità e la fattibilità del protocollo di Frax Finance. Altri AMO includono:

  • Utilizzo della tesoreria stablecoin del protocollo per guadagnare rendimento;
  • Deposito di FRAX e USDC per fornire liquidità su Curve Finance e Uniswap;
  • Copertura contro potenziali cali dei prezzi delle garanzie;
  • Creazione di FRAX nei mercati monetari per consentirne l’accesso.

Stabilità di prezzo

Nonostante il suo modello dual-token sia nuovo e non abbastanza testato, FRAX è stato scambiato all’interno di una banda stabile di 250 punti base per quasi tutta la sua durata. Questo lo distingue da progetti comparabili come Iron Finance e Empty Set Dollar, che hanno cercato (senza successo) di ottenere un peg stabile con un modello algoritmico di stablecoin.

Accumulo di valore

Un altro aspetto chiave di FRAX sono i profitti derivanti dal signoraggio sul token di governance FXS. Il meccanismo di riacquisto e ri-collateralizzazione mira a mantenere il trading di FRAX all’interno di una fascia di prezzo ristretta (finora con successo) e reindirizzare il valore agli holder di FXS.

Frax Finance Tokenomics

Frax Finance utilizza FXS come token di utilità e governance. La tokenomics è la seguente: fornitura totale di 100 milioni di FXS e distribuzione di token di FXS allocati su:

  • Ricompense da farming (60%): dimezzamento della distribuzione ogni 12 mesi
  • Treasury (5%)
  • Team e investitori (35%): 20% al team, 3% a consulenti e primi contributori, 12% a investitori privati.

L’FXS con deposito di voti può essere bloccato per un massimo di quattro anni, con un aumento massimo di 4 volte il potere di voto e le ricompense da farming. È importante sottolineare che veFXS non aumenta l’emissione di ricompense, ma piuttosto aumenta l’allocazione che un titolare riceve di ricompense per il farming del protocollo. Circa il 60% della fornitura del token è in staking, come FXS con voto in garanzia, con uguale rapporto per blocchi a breve termine (3 settimane), blocchi a medio termine (1-3 mesi) e blocchi a lungo termine (3-4 anni) .

Dove comprare il token FXS di Frax Finance

Il token FXS è disponibile su una moltitudine di exchange. I principali sono:

Prezzo di Frax Finance

FRAX nel momento in cui scrivo è scambiato da $0,9992, e nelle 24h ha avuto un massimo di $1,0682 e un minimo di $0,9642. L’efficacia di una stablecoin è determinata da quanto bene mantiene il suo ancoraggio.

Il suo volume di scambi nelle 24 ore sugli exchange è di circa $24 milioni di dollari e la sua capitalizzazione di mercato è di circa $2,8 miliardi.
FXS è attualmente scambiato intorno a $20.93, in calo rispetto al suo massimo storico di $42 fissato a gennaio 2022. Il suo volume di scambi nelle 24 ore sugli exchange è di circa $40 milioni e la sua capitalizzazione di mercato diluita è di circa $2 miliardi.

Previsione dei prezzi di Frax Finance e prospettive future

FRAX è stato finora un esperimento di successo nel mercato in crescita delle stablecoin. La sua quota assoluta e relativa della capitalizzazione di mercato delle stablecoin è cresciuta, sebbene il protocollo abbia visto la capitalizzazione di mercato di FRAX stagnare nel primo trimestre del 2022. Pur non avendo il successo del suo concorrente più vicino, UST, FRAX è stata scambiata a un prezzo contenuto, supportata da un solido design economico.

Se FRAX continuerà a stringere partnership con altri protocolli che espandono la sua applicazione come garanzia nella finanza decentralizzata, la sua capitalizzazione di mercato continuerà a crescere. Di conseguenza, anche il prezzo del token FXS sottostante aumenterebbe. A condizione che la comunità di Frax Finance gestisca adeguatamente la propria tesoreria, FXS potrebbe benissimo vedere un ritorno ai massimi storici in futuro.