Bitcoin supera i 18.000 dollari per la prima volta in un mese dopo il rally di nove giorni: è ufficialmente partita la nuova bull run? 

Bitcoin ha superato i 18.000 dollari per la prima volta in un mese. La più grande criptovaluta del mondo mostra segni di un inizio rialzista per il 2023.

trading bitcoin
Adobe Stock

Tra gli analisti di criptovalute, c’è la speranza che forse – un grande forse – i mercati delle criptovalute stiano girando l’angolo, dopo un anno davvero triste che è stato segnato da una serie di fallimenti.

Bitcoin (BTC): è iniziata la nuova Bull Run?

I dati di Coinglass mostrano che BTC ha registrato un rally per nove giorni consecutivi, tra l’ottimismo che l’inflazione si sta raffreddando, e il ritmo dei tassi di interesse potrebbe rallentare.

E tra gli analisti di criptovalute, c’è la speranza che forse – solo forse – i mercati delle criptovalute abbiano voglia di cambiare. E questo è auspicabile, dopo un anno davvero triste e segnato da una serie di fallimenti.

Nel complesso, BTC ha registrato un rally del 9,5% dall’inizio di gennaio e, se riuscirà a mantenere questi guadagni per le prossime settimane, questa sarebbe la migliore performance mensile da luglio 2022.

Ma ci sono sfide all’orizzonte. In un post sul blog che annunciava che stava tagliando 950 posti di lavoro, il CEO di Coinbase Brian Armstrong ha avvertito che il contagio potrebbe diffondersi più in profondità nel settore delle criptovalute.

Anche la regolamentazione sarà un tema dominante nel 2023 dopo il crollo di FTX, e c’è il rischio reale che il dramma che ne consegue possa scoraggiare gli investitori istituzionali.

I dati di CoinMarketCap mostrano che anche altre criptovalute hanno beneficiato di questa recente inversione di fortuna.

Ether è salito di circa il 5% nelle ultime 24 ore, estendendo questi guadagni al 12% su un periodo di sette giorni.

Tutto ciò ha aiutato la seconda criptovaluta più grande del mondo a superare i 1.400 dollari, un livello che non si vedeva da novembre.

Avalanche è di gran lunga il più grande vincitore tra le prime 100 criptovalute per capitalizzazione di mercato dopo un notevole rally del 23% nelle ultime 24 ore.

La situazione macro

Il movimento al rialzo di Bitcoin potrebbe essere stato aiutato dall’S&P 500 che ha chiuso la sessione di negoziazione di mercoledì in rialzo dell’1%.

I tanto attesi dati dell’indice dei prezzi al consumo dagli Stati Uniti rivelano come è cambiata l’inflazione a dicembre (+6.5%).

Questi dati saranno al centro dell’attenzione della Federal Reserve. I funzionari della banca centrale pronti a decidere un nuovo aumento dei tassi di interesse il 1° febbraio.

Alcuni analisti ritengono che il prossimo aumento potrebbe essere solo di 0,25 punti percentuali. In netto contrasto con gli aumenti di 0,5 e 0,75 punti percentuali osservati nel 2022.

Le previsioni attuali suggeriscono che l’IPC sarà aumentato del 6,5% su base annua a dicembre. Anche se questo è ben al di sopra dell’obiettivo del 2% della Fed, è sostanzialmente inferiore rispetto agli ultimi mesi.

La cifra che scaturisce da questi dati potrebbe spingere le azioni e le criptovalute più in alto.