Quanto durerà ancora l’attuale mercato ribassista di Bitcoin e cosa succederà dopo il prossimo halving nel 2024? La risposta non è banale.

Secondo l’editore di Blockworks David Canellis, BTC può sopportare il suo mercato ribassista più lungo nei suoi 14 anni di storia.

Questo bear market è stato davvero duro. Gli investitori hanno dovuto affrontare molto di più di un crollo del prezzo di Bitcoin. Se l’incredibile numero di licenziamenti nel mercato cripto è stato il colpo finale. I fallimenti schiaccianti hanno travolto le grandi aziende, portando inevitabilmente giù il prezzo.

bitcoin
Adobe Stock

I discorsi sul ritorno trionfante di Bitcoin ai nuovi massimi storici sono praticamente svaniti. Per non parlare della speculazione secondo cui la più grande criptovaluta del mondo potrebbe raggiungere presto le sei cifre. Ma per i credenti incalliti che stanno ancora cercando la strada – e innumerevoli investitori che si stanno già dirigendo verso l’uscita – la domanda scottante è la seguente.

Quanto durerà questo mercato ribassista? Leggi di più

Secondo l’editore di Blockworks David Canellis, BTC è ora sul punto di sopportare il suo mercato ribassista più lungo nei suoi 14 anni di storia. E dato l’attuale clima economico, non c’è alcun suggerimento di un’inversione di fortuna in qualunque momento presto.

Canellis osserva che la definizione tradizionale vede un temuto mercato ribassista dichiarato dopo che un asset è stato scambiato del 20% al di sotto del suo massimo precedente per almeno due mesi. Affinché la contrazione termini, tale attività deve essere scambiata del 20% al di sopra dei minimi recenti per un mese o più.

I dati di CoinMarketCap mostrano che il minimo più recente di Bitcoin si attesta a $15.599,05, in coincidenza con la drammatica implosione di FTX alla fine dello scorso anno. Con i prezzi attualmente pari a $16.863 e rimasti piatti come una frittella questa settimana, la più grande criptovaluta del mondo ha guadagnato solo l’8% da quando ha toccato il fondo.

In un thread su Twitter, Canellis ha osservato che l’ultimo mercato ribassista è iniziato formalmente nel febbraio 2021 ed è in corso da 336 giorni. Le rotte precedenti nel 2014 e nel 2018 sono durate rispettivamente 374 e 390 giorni, ha affermato, aggiungendo:

Questo mercato ribassista è chiaramente diverso dagli altri. Fino ad ora, Bitcoin è esistito solo durante il macro sentiment rialzista“.

E questo è un punto molto convincente. BTC non ha mai operato in un ambiente in cui i tassi di interesse sono stati così alti.

Bitcoin: cosa succederà dopo il prossimo halving? Esperto non ha dubbi

Bitcoin ha generalmente operato su cicli quadriennali governati dall’halving, “dimezzamento”. In sostanza questo succede quando la ricompensa che i miners ricevono per l’aggiunta di blocchi alla blockchain viene dimezzata. L’ultimo evento di dimezzamento, nel maggio 2020, ha creato un’eccitazione palpabile e ha contribuito a preparare il terreno per l’accelerazione di BTC.

Canellis ha osservato che il prossimo dovrebbe aver luogo nell’aprile 2024, il che significa che, sulla base della teoria secondo cui i dimezzamenti aiutano a catalizzare l’azione rialzista, ci sono altri sei mesi di bear market in corso prima che lo slancio cresca.

Un unico neo è questo: BTC è strettamente correlato al mercato azionario. Molto di più rispetto a un paio di anni fa, il che significa che è possibile che la prossima volta sia diverso.

Ai suoi occhi, “il fattore halving sembra essere il principale caso rialzista per BTC nei prossimi 18 mesi” – e anche allora, i giorni dei rendimenti da capogiro potrebbero essere davvero finiti. Ha scritto:

I rendimenti del mercato rialzista si stanno riducendo a ogni corsa. BTC ha pompato più del 36.000% tra il 2010-2011 ed è sceso al 19.000% nel 2012-2013. Il più recente rally prolungato di bitcoin si è convertito a circa il 1.500% nella migliore delle ipotesi. Ancora non male, ma le opportunità si stanno chiaramente riducendo“.