L’analista Nicholas Merten afferma che il bear market delle criptovalute non è ancora finito: il motivo è molto semplice.

L’analista vede nelle forze macroeconomiche il principale motore dei movimenti dei cripto asset. Ma ci sono delle cose da considerare.

bear market bitcoin
Adobe Stock

In un nuovo aggiornamento video, Merten dice ai suoi 513.000 abbonati YouTube che si aspetta che la Federal Reserve statunitense non rinuncerà alla sua posizione a breve termine. Questo a suo parere spingerà ancora più in basso asset di rischio come le criptovalute. Vediamo cosa potrebbe succedere.

“Il bear market delle criptovalute non è ancora finito”: analista è sicuro

Penso che abbiamo bisogno di un po’ più di shock e stupore prima di vedere davvero la fine di questo periodo di correzione“.

Merten afferma che le candele verdi non stanno formando un’inversione di mercato rialzista. Inoltre la media mobile a 200 giorni di Bitcoin (BTC) non sta superando la media mobile a 200 settimane, che di solito si verifica quando gli investitori acquistano il dip del prezzo.

Ciò che spinge i mercati rialzisti sono quelle candele iniziali dal 10% al 20% al rialzo che segnalano che è ora di andare long. Questa mossa segnala che il mercato ribassista è finito. Non lo stiamo ancora vedendo. E stiamo per vedere qualcosa che accadrà per la prima volta nella storia, ovvero che la media mobile a 200 giorni sta attraversando la media mobile a 200 settimane. È la prima volta che lo vediamo qui.”

Merten ha paura principalmente di questo:

“Ogni volta che la media mobile a 200 giorni si alzava lentamente al di sopra e iniziava a muoversi più in alto al di sopra della media mobile settimanale perché un tempo era un’opportunità di acquisto. Al giorno d’oggi, Bitcoin ha registrato un trend al di sotto della media mobile di 200 settimane da giugno. Questo è un segnale di paura. Non l’abbiamo mai visto in tutta la storia di Bitcoin, essendo rimasto al di sotto della media mobile per così tanto tempo“.

Merten afferma che una Federal Reserve americana aggressiva sta guidando il mercato ribassista delle criptovalute. Gli investitori tendono a ritirarsi da attività rischiose come le criptovalute quando i tassi di interesse aumentano.

Penso che sia indicativo che il mercato stia iniziando a rendersi conto, soprattutto negli asset più rischiosi, che è molto più probabile che la Federal Reserve continui a inasprire, non solo sui tassi di interesse, ma anche sul suo bilancio, se vuole domare l’inflazione. Ancora una volta, spetta alla Fed. E la Fed ha fatto perno e cambiata di volta in volta nel corso della sua storia. Ha detto una cosa e ne ha fatto un’altra molte volte nel corso della storia.”

Sulle differenze rispetto ad altri momenti storici ha detto:

Entra nel gruppo Cripto: nuovi lanci, token, news, rimani sempre aggiornato

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli:


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

“Qui c’è qualcosa di diverso. Più e più volte, come durante i mercati rialzisti in cui la Fed fa sempre perno, durante l’ultimo anno la Fed ha chiarito che continuerà a stringere, stringere e stringere“.