Bob Iger ritorna alla Disney: il gigante dell’intrattenimento è pronto a fare il suo ingresso definitivo nel metaverso? Leggi di più.

Il fan e investitore del Metaverse Bob Iger, l’attuale ed ex CEO della Disney è tornato. Un recente investimento nella startup di avatar NFT Genies suggerisce che il tanto atteso Mouseaverse arriverà presto.

disney
Adobe Stock

A marzo, Iger ha investito ed è entrato a far parte del consiglio di amministrazione di Genies. Si tratta di una società Web3 con sede a Los Angeles volta a costruire e vestire avatar NFT cross-metaverse sulla blockchain Flow.

Su Twitter, Iger ha fatto sapere che vuole aiutare l’azienda a “consentire agli umani di creare le ‘app mobili Web3’: ecosistemi di avatar“.

Iger, Disney e Metaverso: sarà la “Apple del Web3”?

L’obiettivo principale di Genies è quello di creare avatar che possano saltare senza soluzione di continuità tra una costellazione di metaversi costruiti nel Web3. Il nuovo World Wide Web di prossima generazione sarà in qualche modo decentralizzato, costruito sulla tecnologia blockchain e focalizzato sulla privacy e sul controllo da parte degli utenti sui propri dati.

Genies, che ora sembra un obiettivo di acquisizione abbastanza ovvio per la Disney, ha un forte seguito di celebrità che vanno da Justin Bieber e Rihanna a Cardi B.

Al momento, Genies si concentra principalmente sulla creazione di avatar e sull’attrazione dei migliori brand di moda. Queste aziende vogliono vendere abbigliamento e accessori virtuali per consentire alle persone di vestirsi ed esprimersi attraverso i loro avatar. Gucci, Nike, Balenciaga e una miriade di altri marchi di moda sono entrati nel metaverso su piattaforme come Decentraland e The Sandbox, così come mondi non su blockchain come Roblox, Second Life e Fortnite.

Rivoluzioni in corso

Gli accessori di moda NFT sono stati già esplorati da Vogue, Elle, Women’s Wear Daily e una miriade di altri punti vendita di moda. Alcuni sono stati venduti a prezzi persino superiori rispetto alle versioni nella vita reale. Nike è di gran lunga il venditore di NFT di maggior successo, avendo raccolto 185 milioni di dollari di vendite virtuali.

Il vicepresidente di Nike Virtual Studios e capo di Web3/metaverse, Ron Faris, ha dichiarato a Vogue Business all’inizio di questo mese:

Quando pensi a un prodotto virtuale come una scarpa virtuale, non è solo una scarpa; è il prodotto e l’esperienza, il servizio e l’utilità integrati. Non vediamo quel prodotto virtuale come la fine del viaggio di acquisto; è l’inizio del viaggio“.

La piattaforma Dot Swoosh NFT sarà “un luogo in cui le persone potranno acquistare, mostrare e scambiare prodotti phygital e virtuali; sbloccare l’accesso a eventi e prodotti; e co-creare prodotti“.

Genies a lungo termine vuole anche sviluppare esperienze in ambito metaverse. Il CEO Akash Nigam afferma che la società vuole essere “l’Apple decentralizzata del Web3“.

Costruito sulla blockchain Flow sviluppata dallo sviluppatore NBA Top Shots NFT Dapper Labs, Genies ha anche collaborazioni con la National Football League e la Major League Baseball, oltre a Universal e Warner Music.

Entra nel gruppo Cripto: nuovi lanci, token, news, rimani sempre aggiornato

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli:


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

L’intrattenimento nel metaverso ha mostrato cose interessanti, anche se la tecnologia rimane nelle sue prime fasi di sviluppo. I concerti virtuali di artisti del calibro di Ariana Grande e del rapper Travis Scott hanno attirato milioni di partecipanti a eventi “dal vivo” nel mondo virtuale.