Nike guida l’adozione al Web3 con la nuova piattaforma NFT Swoosh: vediamo di cosa si tratta e come cambierà il mercato.

Il gigante delle sneaker è già di gran lunga al primo posto per NFT venduti rispetto ai competitors.

nike nft
Adobe Stock
nike nft
Adobe Stock

Nike ha guadagnato più dei successivi 10 brand messi insieme. Ora sta cercando di espandere le vendite nel mainstream con un marketplace di NFT basato su Polygon.

Nike e la nuova piattaforma Swoosh: ecco di cosa si tratta

Nike sta lanciando una nuova piattaforma NFT e di abbigliamento virtuale chiamata Swoosh. L’obiettivo è portare i fan Nike – non necessariamente cripto friendly – nel Web3.

La piattaforma, il cui lancio è previsto per il 18 novembre,sarà un luogo in cui le persone potranno acquistare, sfoggiare e scambiare prodotti fisici e virtuali; sbloccare l’accesso a eventi e prodotti; e co-creare prodotti“, ha detto a Vogue Business Ron Faris, vicepresidente di Nike Virtual Studios.

L’obiettivo, ha detto, è rendere una sneaker NFT più che un oggetto da collezione o un modo per portare la moda agli avatar del metaverso.

Quando pensi a un prodotto virtuale come a una scarpa virtuale, non è solo una scarpa; è il prodotto e l’esperienza, il servizio o l’utilità integrati”, ha affermato. “Non vediamo quel prodotto virtuale come la fine del percorso di acquisto; è l’inizio del viaggio.

Questo può significare qualsiasi cosa: dall’utilizzo dell’NFT come pass per preordinare una versione fisica di una sneaker, maglietta o altro capo di abbigliamento, all’utilizzo come biglietto per eventi privati ​​come chat virtuali con i migliori atleti o pass per votare sulle scelte progettuali dei modelli futuri.

Sappiamo che non ci rivolgiamo solo ai nativi Web3. Ci rivolgiamo a un pubblico più curioso del Web3, persone che hanno paura di [acquistare NFT] perché è troppo difficile“, ha detto Faris a Fast Company. Gli NFT inizieranno con meno di $ 50 e saranno coniati su Polygon, ma venduti in dollari.

Superare le aspettative

Gli NFT di Nike hanno incassato 185 milioni di dollari, secondo una ricerca di Dune Analytics. il 60% in più rispetto al resto dei primi dieci marchi di consumo messi insieme e oltre sette volte il fatturato del secondo marchio nella lista, Dolce & Gabbana. Altri nella top 10 includono Tiffany, Budweiser e Time Magazine, così come Adidas, che ha guadagnato $11 milioni vendendo 50.000 NFT mentre Nike ha raggiunto il suo numero con soli 67.000, indicando un ampio divario di prezzo e rivendita.

La leggenda dei LA Lakers LeBron James ha lanciato le sue scarpe da ginnastica LeBron 19 sia fisicamente che virtualmente durante l’evento All-Star Game del 2022.

L’interattività sarà un obiettivo chiave di Swoosh. I visitatori saranno in grado di fornire input sulle scelte di design, ad esempio votare su scelte di design come i colori, ma anche fornire ai vincitori delle sfide varie “la possibilità di co-creare e guadagnare una royalty per ogni prodotto virtuale hanno aiutato a co-creare“, ha detto Vogue Business.

Le persone potrebbero in futuro essere in grado di creare i propri siti di design personali grazie al dominio .nike, per creare, mostrare e vendere asset virtuali.

Nell’immediato Swoosh lavorerà per integrare tutta la community Nike, non solo i fan delle criptovalute, con un primo lancio di prodotti probabilmente all’inizio del prossimo anno.

Entra nel gruppo Cripto: nuovi lanci, token, news, rimani sempre aggiornato

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli:


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Vogliamo ridefinire cosa significa essere un creatore, e crediamo che il futuro dello sport sia creativo e inclusivo“, ha affermato Faris.