Vitalik Buterin di Ethereum ha previsto che il metaverso di Mark Zuckerberg fallirà: scopri tutti i motivi di questa dichiarazione improvvisa.

Il co-fondatore di Ethereum Vitalik Buterin non ha dubbi: Mark Zuckerberg fallirà nel suo tentativo di dominare il metaverso.

meta buten metaverso
Adobe Stock

Il ‘metaverso’ diventerà reale, ma credo che nessuno dei tentativi aziendali esistenti di crearlo intenzionalmente stia andando da nessuna parte“. Scopri di più!

Vitalik Buterin vs Mark Zuckerberg: scopri di più

Il fondatore di Facebook sta notoriamente puntando molto sul mondo virtuale. Il gigante della tecnologia – per essere più chiaro possibile circa le sue intenzioni – ha persino cambiato il suo nome in Meta lo scorso anno.

Ma l’azienda sta attraversando un periodo difficile. I ricavi sono inferiori alle aspettative nel secondo trimestre del 2022. Inoltre la sua neonata divisione metaverse ha accumulato una perdita di $2,8 miliardi di dollari.

Stanno già emergendo visioni contrastanti su come sarà il metaverso. Meta si sta scontrando scontra con rivali basati su blockchain come Decentraland e The Sandbox. In un tweet durante il fine settimana, Buterin ha spiegato:

Credo che avremo un ‘metaverso’, ma non credo che nessuno dei tentativi aziendali esistenti di creare intenzionalmente il metaverso stia andando da nessuna parte”.

Espandendo ciò che intendeva dire, Buterin ha aggiunto che non stava alludendo a una sorta di battaglia epocale tipo DVD contro Blu-ray, in cui i formati concorrenti avrebbero combattuto per conquistare i cuori e le menti dei consumatori.

La mia critica è più profonda di ‘Wikipedia Metaverse batterà Metaverse Encyclopedia Britannica.’ È che non conosciamo ancora la definizione di “metaverso”, è troppo presto per sapere cosa vogliono davvero le persone. Quindi qualsiasi cosa Facebook crei ora non va bene“.

Interpretiamo

Per seguire il suo ragionamento, questo potrebbe significare che anche gli altri partecipanti al metaverso (attuale) potrebbero essere destinati a fallire. Sarà necessario un periodo prolungato di sperimentazione per superare i primi ostacoli tecnologici, e fornire qualcosa che le masse useranno nella vita di tutti i giorni.

Ma l’argomentazione di Buterin non tiene conto del fatto che Meta – che possiede grandi marchi tra cui Facebook, Instagram e WhatsApp – ha già miliardi di utenti. Non solo, ha anche miliardi di dollari da investire per trasformare il metaverso in realtà. Le sue tasche profonde possono essere eguagliate solo da pochissimi nuovi entranti nel mercato.

Quando si tratta di portare nuovi utenti in un metaverso, sarà senza dubbio più facile attirare persone che già utilizzano un social network, piuttosto che cercare di incoraggiarli a iscriversi a una piattaforma completamente nuova.

Problemi più grandi per Vitalik e Zuckerberg

In ogni caso, non c’è dubbio che Meta abbia problemi molto più grandi da risolvere in questo momento. Soprattutto su Facebook – la cui base di utenti sta invecchiando – a cui i consumatori più giovani preferiscono di gran lunga TikTok, piuttosto che pubblicare stati insieme a mamme, papà, zie e zii.

E mentre Instagram ha ottenuto un riconoscimento per essersi tuffato in tempo nel mondo degli NFT – anche perché questo potrebbe portare oggetti da collezione di criptovalute alle masse – è stato criticato per aver tentato di emulare le funzionalità di TikTok.

L’app per la condivisione di foto è stata recentemente costretta a fare un’umiliante inversione di marcia. Questo perché ha affrontato un contraccolpo da parte degli utenti, tra cui ovviamente influencer e celebrità. Il passaggio al video è stato descritto come un esperimento. Ma gli instagrammer hanno affermato che questo ha tradito lo scopo della piattaforma, ovvero quello di essere una casa per immagini di alta qualità.

Stiamo assistendo sempre più a una frammentazione netta, quando si tratta di social media. TikTok si concentra maggiormente sui video virali, Instagram sulle foto, Facebook sugli aggiornamenti della famiglia, Twitter sulle notizie. Ora che sta affrontando una crisi di fiducia, Meta spera di poter smentire Vitalik Buterin. L’obiettivo è diventare il riferimento per la realtà virtuale, rendendo al contempo il suo modello di business a prova di futuro.