Minare criptovalute senza dover spendere migliaia di euro in attrezzature ti sembra impossibile? Invece lo è, grazie al cloud mining.

Quando si tratta di Bitcoin e altre criptovalute, il mining non consiste nello scavare tunnel nel terreno e estrarre  minerali. In realtà è un metodo computerizzato per verificare la legittimità delle transazioni di criptovaluta e immettere in circolazione nuova criptovaluta.

cloud mining

Le operazioni di cloud mining sono mining farm, data center dedicati al mining, che vendono o affittano potenza di hashing ai minatori di criptovalute. L’essenza del servizio è che una terza parte ospita l’attrezzatura mineraria e fornisce l’accesso ai premi associati all’attrezzatura.

Che cos’è il cloud mining

Il cloud mining ha molti vantaggi e svantaggi. Per uno, l’utente deve fidarsi del provider cloud in uno spazio pieno di truffe e frodi. L’utente non ha il controllo dell’apparecchiatura o del modo in cui viene utilizzata.

I vantaggi, ovviamente, sono non dover riempire la casa di apparecchiature informatiche, non dover affrontare il rumore, il calore, il consumo di energia e la manutenzione delle apparecchiature minerarie e così via. In sostanza, esternalizzi il lavoro.

Pool mining vs cloud mining

Quindi qual è la differenza tra pool mining e cloud mining? In entrambi i casi stai lavorando con una terza parte:

Con il pool mining, hai bisogno del tuo impianto di mining e, attraverso l’uso del software del pool, contribuisci con la potenza di elaborazione del tuo impianto di mining alle operazioni di mining. Dovrai occuparti dell’acquisto e della gestione delle apparecchiature, del funzionamento delle apparecchiature, del raffreddamento delle apparecchiature, del mantenimento di una solida connessione Internet attiva e funzionante e così via.

Con il cloud mining, sei essenzialmente un investitore in un’operazione di mining; tutto ciò che fornisci sono soldi. Le società di cloud mining iscrivono migliaia di individui per investire varie somme nell’operazione e che prendono in cambio una parte dei proventi. Tutto quello che devi fare è trovare un’operazione di cloud mining affidabile (attenzione alle truffe!), inviare loro denaro e svolgere le tue attività quotidiane mentre loro gestiscono tutto.

Pro e contro

Nel cloud mining, non puoi mantenere i blocchi che estrai, devi condividerli; devi pagare una quota alla società di cloud mining per iniziare (ma pensa a tutte le seccature che eviti!), e come nel pool mining c’è il pericolo di concentrazione del potere in un piccolo numero di mani.

Potresti anche trovare il passaggio più difficile, poiché alcuni contratti cloud richiedono un impegno a lungo termine; potresti non essere in grado di saltare rapidamente la nave. Inoltre, a volte, se il mining di una particolare criptovaluta diventa non redditizio (come talvolta accade), l’operatore può annullare il contratto.

Una breve guida al cloud mining

Nel cloud mining, essenzialmente finanzi una parte di un’operazione di mining e i  miner fanno il resto. Sei, in effetti, un investitore nell’operazione.

Queste aziende offrono contratti di hash rate. Si acquista un determinato tasso di hash, per un certo periodo di tempo, e quindi si beneficia proporzionalmente in base alla percentuale dell’operazione di cloud mining complessiva che si è finanziata.

Un enorme vantaggio di questi servizi è che è totalmente a portata di mano: nessuna attrezzatura da acquistare o gestire, nessuno spazio da trovare per l’attrezzatura, nessun rumore dell’apparecchiatura, nessun calore da affrontare. Il servizio di cloud mining risolve questi problemi per te.

Tuttavia, il cloud mining può anche essere alquanto rischioso. Molti non sono redditizi per le durate specificate nel contratto e possono lasciare che gli acquirenti di questi servizi perdano denaro, in alcuni casi, nel lungo periodo. Gli utenti potrebbero essere stati meglio semplicemente acquistando la criptovaluta che il loro contratto di mining estrae. (Questo, ovviamente, è spesso vero anche per il mining in pool e in solitario.)

Altri rischi includono truffe vere e proprie. Un mantra comune nei circoli minerari di criptovalute è “non le tue chiavi, non la tua moneta”. Nel caso di questi tipi di contratti, si potrebbe dire: “Non il tuo hardware di mining, non i tuoi premi”.

Una lista di operatori per che forniscono il servizio

I seguenti servizi si collocano ai vertici degli operatori di cloud mining affidabili. Tuttavia, devi prestare molta attenzione. Per tutti i servizi, devi avere la dovuta diligenza, scoprire cosa dice la community su di loro e assicurarti che siano, o siano ancora, affidabili:

Questo elenco è breve poiché molti miner esperti si sentono a proprio agio solo con pochi provider di questo servizio, poiché molti degli altri non sono affidabili e non offrono i servizi che pubblicizzano.

Tuttavia, ciò non significa che i servizi precedenti forniscano sempre contratti di mining redditizi. Significa solo che effettivamente forniscono i servizi che offrono e forniscono le tariffe hash pubblicizzate per il periodo promesso. Ma ciò non significa redditività in ogni momento.

Nota anche che c’è una sovrapposizione tra pool mining e cloud mining. Alcuni pool non solo utilizzeranno la tua potenza di hash, ma cercheranno anche di vendertene. In effetti, stai collegando i tuoi processori al nodo del pool, ma stai anche fornendo denaro al pool per acquistare più potenza di calcolo, che poi gestiranno per te.

Questo è il cloud mining. Sicuramente è più fattibile rispetto alla sua classica versione, anche perché non dimentichiamo, non tutti sono capaci di costruire una rig, ovvero una postazione dedicata al mining di criptovalute. Quindi, questo tipo di mining potrebbe venire in tuo soccorso, stando sempre attenti ad evitare le truffe!