Chainalysis mette a disposizione degli strumenti gratuiti per aiutare le società in blockchain ad individuare i truffatori.

Chainalysis ha lanciato due nuovi strumenti per aiutare l’industria delle criptovalute a individuare singoli ed entità sanzionati.

truffe bitcoin criptovalute

La società di intelligence blockchain afferma che i servizi sono progettati specificamente per aiutare exchange decentralizzati, piattaforme DeFi, DAO e sviluppatori DApp.

Chainalysis: ecco come sta aiutando le aziende a trovare i cattivi

La società di intelligence blockchain afferma che i servizi saranno gratuiti. Sono stati progettati specificamente per aiutare gli exchange decentralizzati, le piattaforme DeFi, i DAO e gli sviluppatori di DApp.

Secondo la società, è stato lanciato un oracolo on-chain che consentirà agli utenti di “convalidare facilmente che non stanno interagendo con portafogli di criptovaluta associati a entità sanzionate”. Un’API seguirà alla fine di questo mese.

Le piattaforme centralizzate, che eseguono i controlli KYC, Know Your Customer, hanno qui un vantaggio. Questo perché possono confermare l’identità di ciascun utente prima che inizi ad eseguire transazioni. Chainalysis ha detto:

Le blockchain sono trasparenti. Sarebbe perciò difficile per il governo russo o l’élite finanziaria eludere sistematicamente le sanzioni su vasta scala attraverso la criptovaluta senza essere scoperti. Tuttavia, come con il sistema finanziario tradizionale, alcuni attori russi sanzionati potrebbero tentare di utilizzare la criptovaluta come mezzo eludere le sanzioni».

Una “priorità” per Chainalysis

Annunciando i nuovi strumenti, il CEO e co-fondatore di Chainalysis Michael Gronager ha espresso la visione dell’azienda. Ha detto che questa soluzione consentirà al settore “di dimostrare che la trasparenza intrinseca delle blockchain rende la criptovaluta un potente deterrente all’evasione delle sanzioni“.

Scarica subito l’app FTX per ricevere l’8% su tutto e una criptovaluta in REGALO per ogni transazione

Tutto questo arriva in un momento piuttosto cruciale per le risorse digitali. Non ultimo perché il settore è sotto i riflettori dopo che Joe Biden ha firmato un ordine esecutivo che incarica le agenzie governative di elaborare una strategia di regolamentazione. Gronager ha aggiunto:

In attesa delle sanzioni in corso, abbiamo dato la priorità allo sviluppo di questi strumenti. Lo abbiamo fatto in modo che tutti i partecipanti al mercato delle criptovalute abbiano ciò di cui hanno bisogno per sfruttare questa trasparenza. Sarà fondamentale condurre uno screening delle sanzioni di base senza alcun costo per loro“.

Il settore della finanza decentralizzata è orgoglioso di offrire un grado di anonimato più elevato rispetto ai rivali centralizzati. Nonostante questo i rischi aziendali possono comunque emergere se le criptovalute contaminate attraversano i suoi sistemi. Il fondatore di Paymagic, Corbin Page, ha spiegato:

Finora non siamo stati in grado di trovare un modo semplice per monitorare il rischio di sanzioni. Non c’erano fonti di dati. Gli strumenti di Chainalysis ci forniranno le informazioni di cui abbiamo bisogno. Avremo la tranquillità per concentrarci sulla costruzione dei nostri prodotti. Possiamo ora prevenire l’esposizione a entità sanzionate. Questo è più importante che mai nel mondo Web3 di oggi.”

I nuovi strumenti consentiranno alle aziende del settore delle criptovalute di confrontare un indirizzo con un elenco di sanzioni prima di effettuare una transazione. I dati provengono da Stati Uniti, UE e Nazioni Unite.

L’oracolo di Chainalysis è descritto come “nient’altro che un contratto intelligente. Può essere richiamato da altri contratti intelligenti per convalidare un portafoglio prima di consentire un’interazione con il secondo contratto“.