vaccini (web source)
vaccini (web source)

Nonostante gli ultimi stop, continua la campagna vaccinale in Italia: ecco come le aziende si starebbero prodigando per sensibilizzare i cittadini.

imprese (web source)
imprese (web source)

Prima i dubbi sui vaccini e successivamente lo stop dell’Aifa per quanto ha riguardato Astrazeneca ha messo in apprensione i cittadini. Nella giornata di ieri infatti il via libera per continuare a somministrare le dosi del vaccino anglo-svedese.

Intanto però in Italia si lavora per una campagna di sensibilizzazione con le imprese protagoniste a tutto tondo. Scopriamo insieme cosa sta accadendo e soprattutto come potrebbero mettersi in gioco a favore della popolazione.

Le imprese ed i vaccini

vaccini (web source)
vaccini (web source)

Il tutto è partito da Confidustria che è scesa in campo per essere parte attiva nella campagna vaccinale. Lo ha spiegato il presidente Bonomi: “A disposizione del commissario, il generale Figliuolo, l’elenco delle imprese che, su base volontaria, hanno dato la propria disponibilità. Un obiettivo quindi comune con la consapevolezza che: “solo con l’immunità di gregge possiamo pensare di far ripartire il Paese”.

L’ultimo lockdown infatti è stato devastante per tutte le aziende della penisola: non possiamo non rilevare di aver consumato un grande patrimonio sociale che avevamo consumato nel primo lockdown: il Paese si era messo a disposizione, i cittadini avevano capito che c’erano dei sacrifici da fare. Poi con l’estate abbiamo disperso questo patrimonio. Ora non guardiamo più al passato, ma dobbiamo guardare al futuro. Abbiamo un piano vaccinale da portare avanti, bisogna vaccinare quante più persone nel minor tempo possibile”.

Leggi anche —> Soros punta sulle criptovalute: ecco cosa sta accadendo

Approfondisci anche —> Criptovalute: il debutto con 69,3 milioni per Christie’s

Leggi qui —> Bitcoin batte ogni record: superata la quota di valutazione

Ecco cosa è previsto

coronavirus (web source)
coronavirus (web source)

Confindustria si è infatti prodigata per proporre alle aziende di essere parte attiva nella campagna vaccinale: “Le aziende che oggi hanno aderito alla nostra campagna sono più di 7mila. Un risultato che ci inorgoglisce. Numerose le aziende coinvolte tra cui WindTre, quest’ultima disponibile a valutare l’utilizzo degli spazi all’interno delle proprie sedi maggiori per la campagna nazionale di vaccinazione anti contagio da Coronavirus.

Da sottolineare poi anche le tante altre numerose aziende dimostratesi disponibili per mettere i propri spazi a servizio del Paese per quanto riguarda la vaccinazione di massa. Da Tim a Enel, passando per Poste, Stellantis, Ferrero, Mediaset, Barilla, Fincantieri, Vodafone e Pirelli. Queste sono solo alcune delle più rinomate, ma naturalmente se ne riscontrano tante altre.