Le tecnologie Web 3.0 stanno espandendo la loro portata in una serie di settori consolidati, portando l’innovazione a pratiche di gran rilievo in molti mercati.

Ciò include sia le attività creative tradizionali con una lunga storia, come l’industria musicale, sia le industrie creative più moderne con un passato più recente, come l’industria cinematografica.

nft blockchain cinema
Adobe Stock

Lo Slamdance Film Festival di quest’anno, un festival cinematografico indipendente accreditato all’Oscar, ospiterà la prima mondiale del nuovissimo film Fuzzy Head. Untold.io, una piattaforma di crowdsourcing alimentata da blockchain, ha permesso la creazione del film.

L’aumento del coinvolgimento dei fan attraverso gli NFT e l’accessibilità di una nuova classe di asset a tutti i tipi di investitori attraverso security token conformi saranno gli aspetti più importanti delle integrazioni di criptovalute e blockchain nell’industria cinematografica, secondo un analista.

Blockchain ed NFT nel cinema

Untold e Dapper Labs hanno collaborato per sviluppare la tecnologia di Untold e aumentare l’accessibilità dei suoi programmi.

Attraverso questo sito, anche film importanti come “The Comeback Trail”, con Robert De Niro e Morgan Freeman, hanno ottenuto finanziamenti. Non è la prima volta che la tecnologia blockchain e le criptovalute vengono utilizzate in film in anteprima mondiale in un festival cinematografico.

Per esaminare nuove idee per la piattaforma di intrattenimento basata su blockchain che stanno creando, i funzionari della piattaforma blockchain di Filmio hanno visitato il leggendario Sundance Film Festival nel 2019.

Il Liquid Media Group ha annunciato il suo primo film in streaming blockchain. Oltre ad un programma di tavole rotonde online durante il Sundance Film Festival l’anno prima.

La società ha anche parlato di come i token non fungibili (NFT) abbiano influenzato i cineasti e le comunità in cui operano.

NFT per finanziare la produzione

Per finanziare parzialmente la sua produzione, il film del 2022 “Prizefighter”, diretto da Russell Crowe, ha utilizzato mezzi di finanziamento non tradizionali (NFT). Il regista lo ha descritto come “guidato dal pubblico” del film.

L’utilizzo della tecnologia basata su blockchain da parte dei registi del patrimonio e dei principali festival cinematografici, secondo Aksu, aumenta la consapevolezza di queste risorse per i piccoli registi, che hanno molto da guadagnare dal loro utilizzo. Queste sono anche fantastiche opportunità per creare una vera e propria community che sostiene progetti innovativi come la blockchain.

Gli oggetti di una collezione NFT basati sui personaggi dei film che Anthony Hopkins aveva realizzato in precedenza erano stati tutti venduti con successo l’anno prima.

Inoltre, sulla base del suo rivoluzionario film Pulp Fiction, Quentin Tarantino ha creato nuove tecniche cinematografiche (NFT).

Successivamente, è stato coinvolto in una significativa battaglia legale con l’industria cinematografica incentrata sulle accuse di violazione del copyright.