Anthony Scaramucci sostiene l’ex presidente di FTX US nella sua nuova impresa nel mercato cripto: è l’unico ad esserne uscito pulito?

L’ex capo di FTX US ha almeno un sostenitore di alto profilo della sua nuova impresa nel mercato delle criptovalute.

FTX
Adobe Stock

Harrison non è stato accusato di alcun illecito nella frode da 10 miliardi di dollari che ha fatto crollare l’impero di Bankman-Fried. Vediamo cos’è successo.

L’ex presidente di FTX US ci riprova nel mercato cripto: cosa bolle in pentola

Il fondatore di SkyBridge Capital, Anthony Scaramucci, ha rivelato questo fine settimana di aver investito nella nuova impresa crittografica di Brett Harrison, una società di software che aiuterà gli investitori a creare algoritmi strategici personali per le proprie strategie. Fornirà inoltre loro l’accesso sia agli exchange centralizzati che a quelli decentralizzati.

Scaramucci ha detto a Bloomberg che stava investendo i propri soldi per mostrare sostegno a Harrison.

In risposta a un lungo post su Twitter di Harrison sabato sulla terribile esperienza di lavoro per il CEO di FTX Sam Bankman-Fried che lo ha portato a lasciare l’exchange ora in bancarotta due mesi prima del suo crollo, Scaramucci ha detto di essere “orgoglioso di essere un investitore nella tua nuova compagnia“, e ha riferito ad Harrison:

Vai avanti. Non guardare indietro“.

Harrison non è stato accusato di alcun illecito nella frode da 10 miliardi di dollari che ha fatto crollare l’impero di Bankman-Fried.

Tuttavia, ha detto, ha scoperto rapidamente chi erano i suoi amici, con alcune persone che lo trattavano “come una persona completamente diversa dall’oggi al domani“.

Altri, ha detto, “hanno immediatamente offerto simpatia e sostegno” anche se è stato sommerso da quelle che ha descritto come “accuse frenetiche e infondate” rivolte contro di lui sui social media all’indomani del crollo di FTX.

Mentre FTX US non sembra essere stata saccheggiata come presumibilmente lo era il suo fratello maggiore FTX international, la rivelazione che un piccolo gruppo di alti dirigenti di FTX e Alameda Research ha rubato $10 miliardi di fondi dei clienti per sostenere la società commerciale dopo forti perdite rendeva tossica qualsiasi associazione con l’azienda.

L’ombra di Sam Bankman-Fried

Nel suo thread Twitter in 49 parti, Harrison ha rivelato che aver lavorato per Bankman-Fried ha gettato una lunga ombra sulla sua raccolta fondi per la nuova società ancor prima che FTX crollasse. Scaramucci ha detto:

Dopo che ho lasciato FTX US e fino a novembre, quasi tutte le conversazioni che ho avuto con un venture capitalist sulla mia nuova società alla fine sono arrivate allo stesso tipo di domanda: ‘FTX sta investendo? A Sam sta bene che tu lo faccia? Ti dispiace se confermiamo con lui?’ Successivamente, molte conversazioni alla fine sono arrivate allo stesso tipo di scuse: “Sappiamo che non eri coinvolto in ciò che hanno fatto Sam e altri, ma non possiamo assumerci il rischio di associarci con FTX, non importa quanto sia capace sei o convincente è la tua idea.’“.

Scaramucci ha rotto il silenzio anche sul suo stretto rapporto con SBF, esteso anche alla famiglia dell’imprenditore decaduto. Ha raccontato a un evento a Davos:

Devo dirti che il tradimento e la frode — è un male su molti livelli diversi. Sicuramente ha danneggiato la mia reputazione“.