I fondatori di Three Arrows Capital – che hanno causato la bancarotta di numerose piattaforme – hanno raccolto $25 milioni per fondare un exchange.

I fondatori dell’hedge fund in bancarotta – che ha trascinato con sé una serie di importanti prestatori di criptovalute a causa delle loro strategie di investimento incredibilmente rischiose – stanno cercando di raccogliere fondi per avviare un exchange incentrato sullo scambio di debiti proprio di queste aziende.

truffa criptovalute
Adobe Stock

Kyle Davies e Zhu Su, fondatori dell’hedge fund Three Arrows Capital in bancarotta, vogliono creare un exchange in cui i loro creditori possano acquistare e vendere crediti inesigibili.

Stanno cercando di raccogliere $25 milioni” ha riferito il Wall Street Journal.

I liquidatori di Kyle Davies e Zhu Su’s Three Arrows Capital (3AC) avevano acquistato il superyacht “Much Wow” da $30 milioni di dollari, prima di lasciare aziende come Voyager Digital, Genesis e BlockFi con quasi $3 miliardi di debito.
Hanno collaborato con Mark Lamb e Sudhu Arumugam, co-fondatori dell’exchange di criptovalute CoinFLEX, che sta attraversando una ristrutturazione alle Seychelles che ha lasciato ai suoi creditori il 65% dell’azienda.

I fondatori di Three Arrows Capital hanno raccolto $25 milioni per fondare un altro exchange.

In un pitch deck visto dal WSJ, Davies e Zhu hanno stimato che esiste un mercato da 20 miliardi di dollari per le pretese dei creditori nei confronti di istituzioni cripto in bancarotta. Questo tipo di credito viene spesso venduto per una piccola frazione del suo valore nominale a investitori più ricchi che possono aspettare anni prima che i crediti passino attraverso i tribunali e che i beni vengano recuperati e distribuiti.

Con FTX che rappresenta circa nove milioni di clienti e aziende come Voyager e il prestatore di criptovalute Celsius altre centinaia di migliaia, è un grande mercato.

Basandosi su quella base, il pitch deck ha affermato che il nuovo exchange riempirà il “vuoto” lasciato da FTX, aggiungendo criptovalute e infine azioni, ha affermato CoinDesk.

L’accoglienza è stata decisamente fredda in alcuni ambienti, con il fondatore di Castle Island Venture Nic Carter che ha disprezzato l’idea:

L’avvio di un thread su Twitter con “truffatori caduti in disgrazia che si uniscono ad altri truffatori caduti in disgrazia per scambiare crediti da un exchange fraudolento crollato. Suona plausibile“, Carter è passato a:

“Sei robusto su FTX? Vuoi diventare robusto due volte? Vieni ad affidarci i tuoi reclami FTX. Abbiamo un track record di … beh, abbiamo un track record.”
Su una nota più seria, ha detto:

Quindi questi ragazzi vogliono scremare le commissioni dalle persone che scambiano crediti contro di loro? – è quello che sto ottenendo da questo“.

Doppio inganno?

Oltre a ciò, tutte le aziende che sono creditori di 3AC e hanno ancora fiducia in Davies e Zhu avrebbero la possibilità di convertire i loro crediti in azioni nella nuova società. Il pitch deck l’ha chiamato GTX, un gioco su FTX, anche se potrebbe non essere il nome definitivo.

Anche Evgeny Gaevoy, fondatore e CEO del market maker di criptovalute Wintermute, ha avuto parole da dire sulla presentazione della GTX:

Se stai investendo nell’exchange CoinFLEX/3AC, potresti trovare un po’ più difficile lavorare con Wintermute in futuro. Allo stesso modo, non parteciperemo a round di avventura in cui questi ragazzi stanno per entrare nella tabella dei limiti, quindi i fondatori stanno attenti“.