Il documento rilasciato da Bank of America affermava che le valute digitali della banca centrale (CBDC) avevano il potere di alterare completamente gli attuali sistemi finanziari internazionali.

Secondo un documento di studio pubblicato martedì da Bank of America (BOA), le valute digitali come le stablecoin e le valute digitali della banca centrale (CBDC) sono il logico passo successivo nell’evoluzione del denaro e dei pagamenti.

cbdc
Adobe Stock

Le valute digitali delle banche centrali, secondo gli analisti guidati da Alkesh Shah, “non cambiano la definizione di denaro. Ma probabilmente cambieranno come e quando il valore verrà trasferito nei prossimi 15 anni”. Hanno anche “il potenziale per rivoluzionare i sistemi finanziari globali e possono essere il progresso tecnologico più significativo nella storia del denaro”.

La tecnologia blockchain viene spesso utilizzata dai CBDC per aumentare la produttività e ridurre le spese. Uno stablecoin è un tipo di criptovaluta il cui valore è legato a un altro asset, come il dollaro USA o l’oro.

Vantaggi e rischi delle CBDC

I vantaggi e i rischi delle CBDC dipendono dal modo in cui vengono create ed emesse. Ma Bank of America prevede che le banche centrali dei paesi ricchi e in via di sviluppo daranno priorità rispettivamente all’inclusione finanziaria e all’efficienza dei pagamenti.

Le CBDC, tuttavia, presentano alcuni rischi. Secondo la nota, potrebbero aumentare la rivalità tra i depositi bancari. Oltre che comportare una perdita di sovranità monetaria e aumentare la disuguaglianza tra le nazioni di tutto il mondo.

Per le altre nazioni, le prime CBDC non saranno emesse per più di un decennio. Ma le banche centrali sono ancora tenute a “implementare progressi tecnici o affrontare l’irrilevanza a lungo termine”. Questo secondo il rapporto divulgato.
Secondo Bank of America, i governi e le banche centrali dovrebbero stimolare lo sviluppo delle risorse digitali utilizzando il settore privato.

I ministri delle Finanze di tutta Europa valutano i progressi digitali dell’Eurogruppo.

Il comitato composto dai ministri delle finanze europei ha affermato che le scelte politiche dovrebbero essere affrontate e fatte a livello politico per implementare un euro digitale.

L’euro digitale non può essere denaro programmabile. Questo secondo una dichiarazione rilasciata lunedì dall’Eurogruppo, un’organizzazione composta dai ministri delle finanze delle nazioni della zona euro. In altre parole, né il tempo né i tipi di prodotti e servizi che potrebbero essere acquistati con l’euro digitale sarebbero limitati.

L’Eurogruppo ha espresso una serie di pareri durante la riunione per valutare lo sviluppo dell’euro digitale, la valuta digitale della banca centrale (CBDC). La fase investigativa del progetto, iniziata a luglio 2021, dovrebbe durare 24 mesi.

Mentre gli Stati Uniti non sono ancora sicuri dei vantaggi di una CBDC, l’UE è solo una delle oltre 100 nazioni in tutto il mondo che ne stanno studiando o costruendo una.

L’Eurogruppo ha osservato in tutte le sue deliberazioni che l’euro digitale dovrebbe integrare il contante piuttosto che sostituirlo. Oltre che essere riconosciuto come moneta legale e fornire un elevato grado di privacy. Il gruppo ha inoltre affermato che la CDBC dovrebbe garantire ai consumatori della regione dell’euro l’accesso ai fondi della banca centrale. Oltre che la sua architettura dovrebbe tenere conto delle considerazioni ambientali.

Il progetto dell’Euro digitale fa ancora discutere

L’Eurogruppo ha sottolineato la necessità di progettare l’euro digitale per fermare il riciclaggio di denaro, il finanziamento criminale e l’evasione fiscale, pur mantenendo la fiducia degli utenti. I ministri delle finanze dell’Eurozona hanno rilasciato l’importante dichiarazione secondo cui la capacità delle banche centrali di svolgere la loro missione per la stabilità dei prezzi non dovrebbe essere ostacolata dall’architettura dell’euro digitale.

L’Eurogruppo ha convenuto che gli individui dovrebbero essere in grado di utilizzare l’euro digitale offline in una varietà di situazioni e ha affermato che gli intermediari vigilati possono svolgere un “ruolo importante”. Ciò avviene dopo che i legislatori dell’UE hanno criticato la partecipazione di Amazon al progetto dell’euro digitale per creare un prototipo per le nuove app di e-commerce della CBDC.

I ministri delle finanze dell’UE hanno anche espresso sostegno per la caratteristica di interoperabilità dell’euro digitale con altre CBDC. Riducendo al minimo i rischi legati all’utilizzo della sua CBDC al di fuori della regione dell’euro. Il Fondo monetario internazionale ha suggerito la creazione di una piattaforma CBDC globale, ma finora non è successo nulla.

L’Eurogruppo fornirà il suo successivo aggiornamento il 13 marzo 2023.