Un altro dirigente di FTX cerca di patteggiare con i procuratori federali: quello che può rivelare spaccherà in due il mondo cripto.

L’ex capo dell’ingegneria FTX Nishad Singh sta cercando di concludere un patteggiamento con i pubblici ministeri federali che indagano sul crollo dell’exchange.

ftx
Adobe Stock

Nishad Singh sta lavorando per concludere un accordo con i pubblici ministeri federali per testimoniare contro FTX e il fondatore di Alameda Research Sam Bankman-Fried.

Un altro dirigente di FTX cerca di patteggiare con i procuratori federali: la situazione

Singh diventerebbe il terzo alto dirigente a testimoniare contro il fondatore dell’exchange di criptovalute, Sam Bankman-Fried. Questo se i pubblici ministeri accetteranno di dargli un accordo, ha riferito Bloomberg martedì.

Il co-fondatore di FTX Gary Wang e Caroline Ellison, l’ex amministratore delegato della società sorella Alameda Research, si sono già dichiarati colpevoli di frode e hanno accettato di collaborare con i pubblici ministeri. SBF è accusato di otto conteggi tra cui frode telematica, riciclaggio di denaro e violazioni del finanziamento della campagna elettorale.

I pubblici ministeri federali hanno accusato il 30enne, che una volta era il miliardario di più alto profilo delle criptovalute, di aver rubato 10 miliardi di dollari da circa un milione di clienti FTX e di averlo utilizzato segretamente per coprire le perdite di Alameda Research.

Apparentemente 8 miliardi di dollari sono finiti nel nulla. Il gruppo dirigente coinvolto per farla fallire ha affermato che i libri contabili dell’azienda sono un tale disastro che non sono sicuri di dove siano molti beni o cosa sia successo loro.

Sebbene non siano state presentate accuse, i rapporti hanno collegato Singh al codice utilizzato per nascondere i trasferimenti tra FTX e Alameda e per nascondere le perdite di Alameda impedendo che i suoi asset venissero liquidati se le sue posizioni di trading stavano perdendo.

Situazione delicata

Uno dei pochi dirigenti senior di FTX che vivevano in un enorme attico di lusso con Bankman-Fried alle Bahamas. Singh è stato identificato da un informatore come una delle tre persone che avevano l’autorità di effettuare i trasferimenti tra le due società. SBF e Wang erano gli altri, secondo quanto riferito dal co-CEO di FTX Digital Markets Ryan Salame ai pubblici ministeri delle Bahamas pochi giorni prima del crollo di FTX.

Le dichiarazioni di fallimento hanno affermato che Singh era uno dei tanti alti dirigenti di FTX e Alameda che hanno ricevuto enormi prestiti dalla società. Centinaia di milioni di dollari, nel suo caso. È stato anche un grande donatore per i candidati democratici, donando circa 9 milioni di dollari.

Secondo quanto riferito, Salame ha donato decine di milioni in donazioni politiche ai repubblicani. Bankman-Fried era noto per le sue enormi donazioni politiche. Aveva in programma di donare $100 milioni nel prossimo ciclo elettorale presidenziale, puntando principalmente ai Democratici.

In una delle sue interviste prima dell’arresto, Bankman-Fried ha affermato di aver dato tanto ai repubblicani quanto ai democratici. Le informazioni sulle donazioni del GOP non sono disponibili al pubblico.