Coinbase licenzia altri 950 dipendenti: continua il “contagio” nel mondo delle cripto. Vediamo cos’è successo e cosa potrebbe succedere.

Brian Armstrong ha affermato che l’exchange di criptovalute rimane forte e ben finanziato. Ma questo è il secondo brutale giro di licenziamenti che ha fatto nell’attuale bear market.

coinbase
Adobe Stock

Dieci mesi fa, il CEO di Coinbase Brian Armstrong ha rivelato che nel 2022 la società avrebbe assunto altri 2.000 dipendenti. Questo nonostante l’emergente inverno delle criptovalute. Invece, ne ha licenziati più di 2.000.

Coinbase licenzia altri 950 dipendenti: continua il “contagio” nel mondo delle cripto

Coinbase ha annunciato martedì il taglio di un altro 20% del suo personale, circa 950 dipendenti. Questi si aggiungono ai 1.100 posti di lavoro persi quando l’azienda ha tagliato il 18% del suo personale a giugno e un taglio di 60 persone a novembre. In un post sul blog, Armstrong ha ammesso:

Negli ultimi 10 anni, insieme alla maggior parte delle aziende tecnologiche, ci siamo concentrati troppo sull’aumento dell’organico come parametro per il successo“.

In effetti, Coinbase non è stato l’unico grande exchange a fare grandi tagli di posti di lavoro. Crypto.com ha tagliato 2.000 posti e Kraken 1.100 verso la fine del 2022.

Armstrong ha anche incolpato la più ampia recessione economica e “le ricadute di players senza scrupoli nel settore” e ha avvertito che “potrebbe esserci ancora un ulteriore diminuzione“.

Ha aggiunto che la società quotata al Nasdaq è ben capitalizzata “e le criptovalute sono qui per restare“.

In effetti, Armstrong ha affermato di ritenere che “i recenti eventi alla fine finiranno per avvantaggiare notevolmente Coinbase“. Questo indica la crescente chiarezza normativa e il fallimento di un grande concorrente, FTX, che a fasi alterne ha spinto Coinbase fuori dal primo posto come il più grande spot exchange degli Stati Uniti.

Ha detto che i tagli significherebbero che alcuni progetti sarebbero stati eliminati mentre altri avrebbero continuato con personale più piccolo. Ha aggiunto:

Nonostante tutto ciò che abbiamo passato come azienda e settore, sono ancora ottimista riguardo al nostro futuro e al futuro delle criptovalute… Proprio come abbiamo visto con Internet, le aziende più importanti non solo sopravvivono, ma prosperano durante il down mercati, essendo rigorosi con la gestione dei costi e continuando a costruire prodotti innovativi“.

Wall Street in trepidazione

Gli investitori hanno reagito positivamente. Le azioni di Coinbase sono attualmente in rialzo di quasi il 13%.

Detto questo, il mercato azionario è stato brutale con Coinbase, che ha perso circa l’85% del suo valore nel 2022 dopo grandi perdite. $430 milioni nel primo trimestre, $1,1 miliardi nel secondo trimestre e $544 milioni nel terzo trimestre.

Nel deposito 8-K presentato alla Securities and Exchange Commission dopo i licenziamenti, Coinbase ha dichiarato di aspettarsi che le perdite del quarto trimestre fossero entro il “guardrail” di $500 milioni previsto nei risultati del terzo trimestre.