Come funziona Dogecoin (DOGE)? Vediamo a cosa serve veramente e tre motivi per cui non ha un limite di fornitura, scopri di più!

Gli sviluppatori Billy Marcus e Jackson Palmer hanno creato Dogecoin per consentire alle persone di saperne di più sulle criptovalute. Sono riusciti nel loro intento?

doge dogecoin
Adobe Stock

Famoso per il suo logo Shiba Inu, inizialmente veniva scambiato per una piccola frazione di un centesimo in modo che le persone potessero iniziare a scambiarla per divertimento. Questo approccio ha fornito agli utenti un modo unico per saperne di più sulla criptovaluta.

Come funziona Dogecoin?

Nel 2018, la criptovaluta ha iniziato a raggiungere il mainstream, attirando l’attenzione degli investitori. Entro il 2021, Dogecoin ha raggiunto record con circa $0,70 prima di crollare a circa $0,06 nel settembre 2022.

DOGE è una forma di crittografia PoW (proof-of-work), il che significa che l’estrazione di Dogecoin comporterà il funzionamento di potenti computer chiamati che elaborano transazioni per la rete.

Dogecoin avrà mai un limite?

Dogecoin non ha mai avuto un limite negli ultimi otto anni. Nel 2017, la criptovaluta ha iniziato a raggiungere il pubblico mainstream e la valutazione di DOGE ha raggiunto per la prima volta il miliardo di dollari. Nonostante l’immensa crescita, molti investitori hanno pensato che l’aumento di valore fosse un segno di irrazionalità nel mercato delle criptovalute perché DOGE non aveva caratteristiche uniche.

Avanti veloce al 2021, DOGE si è classificata tra le prime dieci criptovalute per capitalizzazione di mercato.

3 motivi per cui Dogecoin non ha un limite di fornitura: come funziona la tokenomics

Se stai solo imparando a conoscere la criptovaluta, può essere fonte di confusione capire perché alcuni hanno limiti mentre altri no. Dogecoin è una criptovaluta senza limite per i seguenti motivi.

1. Le transazioni sono economiche

Gli sviluppatori di Dogecoin hanno intenzionalmente reso la criptovaluta inflazionistica, il che significa che l’offerta di DOGE aumenta nel tempo. Si ritiene che una maggiore offerta di Dogecoin aiuti a mantenere le transazioni economiche. Queste transazioni economiche abbassano la barriera all’ingresso della criptovaluta, consentendo a più persone di utilizzarla, il che corrisponde alla missione originale degli sviluppatori.

2. Consente ai nuovi utenti di entrare nel mercato

Dogecoin avrà sempre monete disponibili per gli utenti. Se qualcuno dovesse perdere milioni di DOGE, l’impatto a lungo termine che potrebbe avere è minimo perché circolano costantemente nuove monete.

Inoltre, poiché non esiste un limite di offerta, le monete perse non influiscono troppo sul valore della criptovaluta. Al contrario, ogni volta che un utente perde dei BTC, questi diventano irrecuperabili, quindi la sua offerta circolante diminuisce ulteriormente.

3. Longevità

Bitcoin ha un limite, il che significa che non ci sarà più nulla da estrarre. Ciò che resta – le commissioni di transazione pagate ai minatori per l’inclusione delle transazioni in blocchi – sarà l’incentivo monetario per il mining per garantire la sicurezza della rete.

I minatori di dogecoin continueranno a ricevere DOGE per trovare nuovi blocchi e aiutare a proteggere la rete.

Criptovalute: incertezze e opportunità

Ottenere il massimo dalle criptovalute inizia con la comprensione delle differenze tra ciascuna valuta e il modo in cui operano; questo determinerà quanto valore riceverai se decidi di investire.

Nel caso di Dogecoin, vale la pena considerare la sua caratteristica di non fornire alcun limite, soprattutto con la sua longevità che non li influenza a lungo termine. Considera di parlare con esperti finanziari e di fare le tue ricerche; questi ti aiuteranno a proteggerti dalle perdite finanziarie nel panorama incerto della criptovaluta.