In una mossa che ha dell’incredibile, Twitter condanna i co-fondatori del fondo Three Arrows Capital: scopri subito cos’è successo.

In una svolta surreale degli eventi, i co-fondatori di Three Arrows Capital hanno ricevuto citazioni in giudizio direttamente su Twitter.

twitter
Adobe Stock

Nei tweet pubblici, l’account ufficiale incaricato del processo di liquidazione ha taggato rispettivamente Davies e Su, includendo immagini oscurate dei documenti del tribunale. Vediamo cos’è successo.

Twitter condanna i fondatori di Three Arrows Capital: ecco cos’è successo

I liquidatori del condannato hedge fund di criptovalute hanno a lungo accusato Kyle Davies e Zhu Su di non aver collaborato con le loro indagini, ma entrambi gli uomini hanno affermato che non è così.

Dato che entrambi gli imprenditori sono relativamente attivi su Twitter – con Davies che offre approfondimenti su tutto, da Sam Bankman-Fried alla crisi che ha travolto Genesis – coloro che si occupano del fallimento hanno chiesto l’approvazione del tribunale per raggiungerli invece sui social media.

Nei messaggi pubblici, l’account ufficiale del processo di liquidazione ha taggato rispettivamente Davies e Su. Ha anche fornito immagini del documento di citazione, con dettagli sensibili oscurati. Quattro ore dopo, i dati di Twitter mostrano che gli utenti hanno visualizzato i post 170.000 volte.

Gli sforzi per ricostruire ciò che è accaduto a Three Arrows Capital sono stati complicati dal fatto che non si sa dove si trovino i co-fondatori. Entrambi gli uomini affermano che stanno cercando di “mantenere un basso profilo”, spaventati per la propria incolumità.

Teneo, la società di consulenza che è stata incaricata di liquidare Three Arrows Capital, ha dichiarato che è determinata a portare avanti il processo di liquidazione, aggiungendo:

I fondatori hanno purtroppo resistito alla collaborazione in questi sforzi e, come tali, abbiamo ricevuto l’autorità dai tribunali sia negli Stati Uniti che a Singapore per soddisfare loro richieste mirate e complete tramite e-mail e i loro account Twitter utilizzati di frequente“.

Cripto contagio

Sarà piuttosto interessante vedere cosa succederà dopo e come reagiranno Davies e Su. È improbabile che twittare normalmente sia un’opzione, anche perché probabilmente saranno accolti da risposte che chiedono informazioni su questi mandati di comparizione.

L’impatto del crollo di 3AC è stato a dir poco ampio. Genesis ha affermato di aver perso $1,2 miliardi a causa del crollo dell’hedge fund.

E questo ha avuto un effetto a catena in altri modi. L’exchange di criptovalute Gemini aveva utilizzato Genesis per il suo programma di prestiti. Oggi è noto che 340.000 clienti della piattaforma di proprietà di Winklevoss non hanno accesso ai propri fondi, ovvero l’incredibile cifra di 900 milioni di dollari.

Complessivamente, i creditori di Three Arrows Capital hanno un credito di $3 miliardi di dollari. I liquidatori hanno fatto solo modesti progressi nella loro ricerca per recuperare questi fondi.

Uno sviluppo particolarmente interessante riguarda gli sforzi per recuperare $30 milioni dalla vendita di un superyacht chiamato “Much Wow” – chiaramente chiamato in omaggio a Doge, il memeficato shiba inu che ha portato alla creazione di Dogecoin.

Il mese scorso, i liquidatori hanno affermato che un protocollo di comunicazione stabilito con Davies e Su non aveva ancora “prodotto una cooperazione soddisfacente“. Inoltre hanno individuato la loro posizione a Bali, in Indonesia o negli Emirati Arabi Uniti.

Queste accuse hanno spinto entrambi i co-fondatori a sostenere che i liquidatori non si sono impegnati in modo costruttivo. Stavano “perseguendo attivamente la creazione di una tavola rotonda con i creditori per parlare del recupero dei beni e di un percorso da seguire“.