Cameron Winklevoss di Gemini scrive una lettera aperta un po’ particolare, mentre 900 milioni di euro di fondi rimangono nel limbo.

Il co-fondatore dell’exchange Gemini sempre più arrabbiato, Cameron Winklevoss, si è scontrato con l’uomo dietro la piattaforma di prestito di criptovalute ora congelata che ha intrappolato $900 milioni di denaro dei clienti Gemini Earn in un limbo.

gemini
Adobe Stock

Accusando Barry Silbert, capogruppo di Genesis, DCG, di usare “tattiche di stallo in malafede” per il rilascio di fondi appartenenti a 340.000 clienti, Winklevoss avverte che “il tempo sta per scadere“.

Winklevoss di Gemini: “dove sono i milioni di fondi dei clienti?”

In una lettera aperta twittata il 2 gennaio, Winklevoss ha accusato Barry Silbert, CEO di Digital Currency Group (DCG) e prestatore Genesis Global Capital, di “impegnarsi in tattiche di stallo in malafede“.

Cameron Winklevoss e suo fratello gemello Tyler stanno vedendo svanire la buona volontà che l’exchange altamente regolamentato ha accumulato in nove anni mentre 340.000 clienti aspettano di sapere se i loro risparmi sono persi per sempre.

Gemini Earn ha offerto ai clienti fino all’8% di interesse per parcheggiare i propri fondi in un programma di prestito di criptovalute che veniva inviato a Silbert’s Genesis per eseguire l’effettiva creazione del prestito.

Sebbene quel tasso fosse sostanzialmente inferiore al 20% troppo bello per essere vero o più promettente di altri finanziatori di criptovalute, il che ha portato molti, come Celsius, Voyager Digital e BlockFi a investimenti altamente rischiosi e alla fine al fallimento, era comunque aggressivo.

E quando l’exchange FTX di Sam Bankman-Fried è andato a rotoli a novembre, Genesis ha dichiarato che la sua esposizione era di $175 milioni. Ciò ha portato a un’impennata dei prelievi e alla crisi di liquidità, seguiti da un blocco dei prelievi e dei nuovi prestiti.

È qui che Winklevoss diventa accusatorio, affermando che il vero problema è che DCG ha preso in prestito circa $ 1,675 miliardi da Genesis, che è una consociata interamente controllata da DCG. La più grande attività nel portafoglio di DCG sono i suoi Grayscale Trusts, in particolare il Grayscale Bitcoin Trust, che acquista e detiene Bitcoin ed emette azioni in base a quel valore. Ma DCG ha anche assorbito la Genesis da 1,1 miliardi di dollari dovuta dall’hedge fund in bancarotta Three Arrows Capital.

Affare rischioso

Dicendo “questo casino è interamente di tua creazione”, Winklevoss ha aggiunto:

Hai preso questi soldi – i soldi degli insegnanti – per alimentare avidi riacquisti di azioni proprie, investimenti di rischio illiquidi e operazioni kamikaze di Grayscale NAV che hanno gonfiato l’AUM che genera commissioni del tuo Trust, tutto a spese dei creditori e tutto per il tuo guadagno personale“.

Silbert ha ribattuto che “DCG non ha preso in prestito 1,675 miliardi di dollari da Genesis, non ha mai mancato un pagamento di interessi a Genesis ed è aggiornato su tutti i prestiti in essere“, aggiungendo che DCG ha inviato una proposta di rimborso il 29 dicembre e non ha avuto notizie da Gemini.

Che Winklevoss ha definito “completamente falso” mentre diceva a Silbert:

Smettila di provare a fingere che tu e DCG siate spettatori innocenti e che non abbiate nulla a che fare con la creazione di questo casino“.

Ultima possibilità

I clienti di Gemini hanno esaurito la pazienza il 27 dicembre, con un’azione collettiva per presunte frodi e violazioni della legge sui titoli da parte di Gemini.

Sostiene che i conti Gemini Earn erano in realtà titoli non registrati. In quanto tali non avevano le informazioni per consentire ai clienti di valutare meglio il rischio che stavano correndo. Un’interpretazione che la Securities and Exchange Commission ha spinto in modo aggressivo per più di un anno.

Dopo aver inviato due proposte per un piano di rimborso mentre cercavano di convincere Silbert e DCG “a entrare in una stanza con noi per elaborare una risoluzione“, Winklevoss ha detto:

Continui a rifiutarti di accettare una tempistica con pietre miliari chiave. Ogni volta che ti chiediamo un impegno tangibile, ti nascondi dietro avvocati, banchieri d’investimento e processi. Dopo sei settimane, il tuo comportamento non è solo del tutto inaccettabile, è anche inconcepibile“.

E, ha detto Winklevoss, anche la pazienza dei Gemelli si sta esaurendo. Pur non menzionando effettivamente la parola causa, ha tracciato una linea nella sabbia, dicendo a Silbert:

Per l’ultima volta, vi chiediamo di impegnarvi pubblicamente a lavorare insieme per risolvere questo problema entro l’8 gennaio 2023. Rimaniamo pronti e disposti a lavorare con voi, ma il tempo sta per scadere“.