Entro la fine di marzo, la BNB chain si unirà alla piattaforma decentralizzata Trader Joe e alla sua piattaforma di trading NFT Marketplace Joepegs, che al momento risiede su Avalanche.

Entro la fine di marzo di quest’anno, Trader Joe e il suo affiliato NFT Joepegs aumenteranno il loro trading sulla catena BNB. Piattaforma di trading DeFi basata su Avalanche utilizzata da Trader Joe. Ciò è in linea con la recente tendenza dei protocolli decentralizzati implementati in varie blockchain.

traderjoe binance
Adobe Stock

TraderJoe su BNB Chain

Su Avalanche, Trader Joe ha il volume di scambi complessivo più elevato. La società ha rilasciato una dichiarazione in cui afferma che il volume degli scambi è in forte calo dal giugno dello scorso anno. Secondo la società, Joepeg ha oltre 34.000 utenti e ha assistito in transazioni di vendita secondarie per un valore di oltre 9,5 milioni di dollari. Il Liquidity Book sarebbe stato utilizzato dagli investitori per scambiare monete, è stato anche menzionato. Di conseguenza, gli utenti della catena BNB possono ora riscattare i propri NFT sul mercato NFT di Joepeg.

Alvin Kan, direttore della crescita e delle operazioni della catena BNB, ha continuato:

“Pensiamo che le funzionalità user-friendly del Trader Joe DEX e Joepegs NFT Marketplace, insieme all’efficacia e alla sicurezza di BNB Chain, stimoleranno la crescita e il successo per il più ampio ecosistema NFT e DeFi”

La dominanza di Trader Joe su Ethereum sta crescendo

Nel dicembre 2022, anche Trader Joe ha aumentato la propria presenza su Arbitrum. Una piattaforma di ridimensionamento per Ethereum si chiama Arbitrum. Dalla fondazione dell’azienda nel 2021, Trader Joe ha compiuto questo primo passo verso la crescita. L’azienda ha quindi affermato che, sebbene lo sviluppo di Avalanche sarebbe stata la sua priorità principale, desiderava anche raggiungere un pubblico più ampio utilizzando una varietà di media.

Numerosi protocolli finanziari decentralizzati si sono espansi su più piattaforme. Uniswap e Aave sono due esempi di aziende che si sono costantemente schierate su catene diverse.

L’atteso rilascio del Liquidity Book

Il Liquidity Book, la versione 2 di Automated Market Maker di Trader Joe, è stato introdotto solo l’anno scorso. A differenza di un AMM standard, che distribuisce la liquidità dell’utente equamente su fasce di prezzo da 0 a infinito, questo AMM consente ai fornitori di liquidità di guadagnare commissioni di negoziazione all’interno di una fascia di prezzo fissa, migliorando la loro efficienza.