Sam Bankman-Fried si dichiara non colpevole in tribunale: rivelata la data del processo. Vediamo cosa potrebbe succedere nei prossimi giorni.

Sam Bankman-Fried si è dichiarato non colpevole di accuse penali in relazione al crollo di FTX, e dovrà affrontare un processo a ottobre.

sam bankman fried processo
Adobe Stock

Ci si aspettava che SBF presentasse una dichiarazione di non colpevolezza. Questo avrebbe dato al suo team legale l’opportunità di valutare il caso dei pubblici ministeri. Vediamo bene cos’è successo.

Sam Bankman-Fried si dichiara non colpevole in tribunale: rivelata la data del processo

Il trentenne è comparso in tribunale a Manhattan martedì pomeriggio e gli otto capi d’accusa contro di lui includono accuse di frode telematica.

Due dei suoi più stretti collaboratori, l’ex CEO di Alameda Research Caroline Ellison e il co-fondatore di FTX Gary Wang, si sono dichiarati colpevoli di accuse di frode dopo aver stipulato patteggiamento.

Dopo essersi fatto strada a gomitate tra una folla di giornalisti con l’aiuto di una squadra di sicurezza di quattro uomini, l’ex miliardario è entrato in tribunale ben rasato ma con ancora indosso la sua tipica zazzera di capelli ricci e agghindato in giacca e cravatta.

L’udienza ha visto l’assistente procuratore degli Stati Uniti Danielle Sassoon offrire un riassunto delle prove contro SBF.

Il banchiere Fried è accusato di aver rubato miliardi di dollari di fondi dei clienti, che ha trasferito segretamente per sostenere Alameda dopo aver perso una fortuna a causa di cattive operazioni. In numerose interviste ha affermato di non essere un truffatore, ma di aver semplicemente perso il conto dei miliardi che i commercianti di Alameda stavano perdendo a causa della sua stessa pigrizia e incompetenza.

Forse la svolta più sorprendente della storia ha visto gli Stati Uniti proporre un’ulteriore condizione di cauzione che avrebbe impedito all’imprenditore in difficoltà di accedere o trasferire i beni che appartenevano alle due aziende da lui fondate.

Ciò ha fatto seguito a rapporti secondo cui i pubblici ministeri stanno esaminando transazioni cripto collegate a portafogli di proprietà di SBF. L’ex CEO ha insistito sul fatto che non ha più accesso a quei fondi, il che significa che non poteva spostarli. Sassoon ha avvertito:

Temiamo che in un periodo di pochi giorni risorse aggiuntive possano diventare inaccessibili“.

Cresce la rabbia delle vittime

Gli otto capi d’accusa di frode, cospirazione, riciclaggio di denaro e violazioni del finanziamento della campagna elettorale potrebbero portare SBF all’ergastolo.
E le molestie e le minacce di violenza nei confronti dei suoi genitori negli ultimi giorni potrebbero minacciare il suo rilascio su cauzione.

Anche se i suoi avvocati non l’hanno detto apertamente, martedì mattina hanno presentato una mozione chiedendo a un giudice di mantenere segreta l’identità di altri due co-firmatari della cauzione da 250 milioni di dollari. Questa consente a Bankman-Fried di attendere il processo agli arresti domiciliari piuttosto che in prigione.

Quelle “fideiussioni” devono firmare i documenti entro il 5 gennaio. Come i genitori di Bankman-Fried, stanno impegnando tutta la loro ricchezza per sostenere l’obbligazione da $ 250 milioni – e sarebbero responsabili se fugge.

Nel richiedere al giudice di oscurare le loro identità, gli avvocati hanno osservato che “i genitori di Bankman-Fried hanno ricevuto un flusso costante di corrispondenza minacciosa, comprese comunicazioni che esprimono il desiderio di subire danni fisici”.

Di conseguenza, il deposito ha detto:

Esiste un serio motivo di preoccupazione per il fatto che i due garanti aggiuntivi debbano affrontare simili intrusioni nella loro privacy. Dovranno affrontare minacce e molestie se i loro nomi appaiono non oscurati sui loro legami, o le loro identità sono altrimenti divulgate pubblicamente“.

Dovranno affrontare non solo un intenso “controllo mediatico”, ma anche molestie e potenzialmente anche pericoli fisici.