Il Texas indaga su Tom Brady, e fanno scalpore anche gli annunci pubblicitari riguardo FTX di Steph Curry: molti influencer coinvolti.

Steph Curry dei Golden State Warriors e il quarterback dei Tampa Bay Buccaneers Tom Brady e un certo numero di altre celebrità sostenitrici dell’exchange di criptovalute FTX in bancarotta stanno affrontando un’indagine per aver violato la legge sui titoli del Texas.

ftx influencer
Adobe Stock

Tom Brady faceva parte delle star dello sport che il CEO dell’exchange di criptovalute in bancarotta, Sam Bankman-Fried, ha attirato per sostenere FTX.

Annunci pubblicitari su FTX: molti influencer finiscono nei guai

Joe Rotunda, direttore dell’esecuzione presso il Texas State Securities Board, ha dichiarato a Bloomberg che l’approvazione da parte dei due atleti famosi potrebbe aver violato le sue leggi in merito alla divulgazione dei pagamenti da parte di FTX.

Sebbene non sia una priorità assoluta, Rotunda ha affermato che la sua agenzia li sta “esaminando da vicino“. In particolare sta esaminando quali rivelazioni sono state fatte e quanto fossero accessibili agli investitori al dettaglio.

Brady e la sua ex moglie – la modella Gisele Bundchen – erano tra le celebrità e gli atleti di alto profilo coinvolti. Il CEO di FTX Sam Bankman-Fried era solito attirare i clienti alla pubblicità, e la coppia ha percepito quote azionarie nel business.

Gli spot di FTX erano molto particolari. In uno di essi Brady usava un lanciafiamme su un blocco di ghiaccio.

La coppia – oltre a Curry, Shaquille O’Neal e un certo numero di altri sostenitori – dovrà subire un’azione legale collettiva presso il tribunale federale di Miami. Secondo la causa, le star avrebbero contribuito a vendere titoli non registrati sotto forma di criptovalute. La Securities and Exchange Commission (SEC) ha affermato che le criptovalute sono titoli, e che la maggior parte dell’industria è d’accordo.

Non è la prima volta che succede

Insieme a loro, Bankman-Fried di FTX ha convinto diverse stelle dello sport. Citiamo la superstar dei Los Angeles Angels Shohei Ohtani, la star del tennis Naomi Osaka, e per la sua pubblicità del Super Bowl da 6,5 ​​milioni di dollari, Larry David.

SBF ha anche pagato $135 milioni per i diritti di denominazione nell’arena dei Miami Heat della NBA. Poi ha speso $210 milioni per l’approvazione di una squadra di eSport.

Non è la prima volta che le celebrità che approvano le criptovalute si trovano a ricevere le lamentele delle autorità di regolamentazione dei titoli.

A ottobre, Kim Kardashian ha raggiunto un accordo di $1,26 milioni – inclusa una penale di $1 milione – con la SEC per non aver rivelato di aver ricevuto $250.000 per sostenere il progetto scam EthereumMax.

Nonostante il suo uso dell’hashtag “#ad” sul post di Instagram, le leggi anti-touting le imponevano di fare una divulgazione più lunga, incluso quanto era stata pagata.

Entra nel gruppo Cripto: nuovi lanci, token, news, rimani sempre aggiornato

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli:


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Detto questo, Kardashian e altre celebrità come Floyd Mayweather e Steven Seagal stavano spingendo singole criptovalute, non un exchange su cui potevano acquistarle.