Videogiochi su blockchain che hanno a che fare con le criptovalute: quali sono le principali differenze con i giochi tradizionali?

La GameFi, come ogni altro mercato basato su blockchain, ha iniziato a scuotere il settore tradizionale di riferimento. Combinando DeFi, NFT e elementi della tecnologia blockchain, GameFi sta cambiando il mondo del gioco online come lo conosciamo.

blockchain videogiochi
Adobe Stock

I progetti GameFi assumono forme diverse, ma la maggior parte dei giochi più popolari condividono caratteristiche che li distinguono dai tradizionali giochi online.

Videogiochi su blockchain con criptovalute: 5 differenze con i giochi tradizionali

Il modello Play-to-Earn

Il modello play-to-earn caratteristico dei progetti GameFi è rivoluzionario. I giochi online tradizionali fanno soldi grazie agli acquisti in-app, al marketing di affiliazione e alla pubblicità. Come giocatore, spendi denaro per acquistare oggetti di gioco migliori che ti aiutano a vincere o ottenere un vantaggio sugli altri giocatori. Naturalmente, quella spesa è un’entrata diretta per i proprietari del gioco.

Inoltre, se sei come la maggior parte dei giocatori cresciuti con i videogiochi online come Minecraft e PlayerUnknown’s Battlegrounds, conoscerai quelle risorse interne che non hanno valore al di fuori dell’ambiente di gioco. A parte l’intrattenimento, non ottieni nulla in cambio del tuo tempo e degli sforzi dedicati a giocare.

Il nuovo paradigma della GameFi che cambierà tutto

È qui che i giochi play-to-earn entrano in gioco, consentendo ai giocatori di aggiungere valore reale ai loro acquisti in-game. Gli oggetti e i prodotti di gioco sono archiviati sulla blockchain in esecuzione su una rete crittografica. Questa tecnologia consente di scambiare token e oggetti in-game con criptovalute e quindi con denaro reale.

Per migliorare l’esperienza di gioco, i giocatori online acquistano oggetti come monete, armi, vite extra, personaggi personalizzati, abiti, avatar, accessori, ecc.. direttamente nel gioco. Il gameplay tradizionale prevede l’acquisto di risorse dai negozi di proprietà degli sviluppatori del gioco, arricchendo gli sviluppatori e non i giocatori.

Ciò può limitare l’esperienza di gioco online dei giocatori, specialmente quelli che non hanno molti soldi da spendere. Al contrario con i giochi play-to-earn, questi acquisti vengono effettuati con criptovalute e spesso implicano lo scambio di risorse tra i giocatori.

Costo iniziale minimo/nullo

La maggior parte dei giochi GameFi è gratuita, il che li rende più accessibili rispetto ai giochi tradizionali. Sebbene non ci siano costi iniziali, alcuni giochi potrebbero richiedere l’acquisto di token, personaggi e altri oggetti di gioco per iniziare.

Nella GameFi sei l’unico proprietario delle tue risorse

I giocatori nella GameFi hanno le loro risorse NFT archiviate sulla blockchain per tutta la vita. Questo non vale ad esempio per i giochi tradizionali, che possono essere chiusi in qualsiasi momento, facendo perdere ai giocatori tutti i loro progressi nel gioco. Tutte le risorse appartengono allo sviluppatore del gioco e i giocatori non hanno alcun controllo sul ciclo di vita della piattaforma. Se la società che sviluppa il gioco fallisce, i giocatori possono dire addio a tutto.

Inoltre, i giochi online tradizionali non sono sicuri come i giochi basati su blockchain. Questo rende i videogiochi online comuni vulnerabili agli attacchi. I giocatori possono perdere tutte le loro risorse in un incidente di hacking.

Entra nel gruppo Cripto: nuovi lanci, token, news, rimani sempre aggiornato

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli:


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

I giochi play-to-earn sono facili da imparare

I videogiochi in ambito GameFi e criptovalute adottano semplici meccanismi di gioco, un attributo che li rende facili da capire. Questo semplice approccio abbatte la barriera all’ingresso, determinando una notevole diffusione. Giocatori di ogni età ed esperienza possono partecipare indistintamente.