Ora che sappiamo quali piattaforme utilizzare per investire in Ethereum, vediamo come è possibile archiviare i tuoi ETH in modo sicuro.

Dopoil disastro FTX, è lecito chiedersi come mettere al sicuro le proprie criptovalute. Sebbene gli exchange centralizzati aiutino gli utenti a conservare i fondi crittografici attraverso soluzioni di custodia, l’utente ha bisogno della loro approvazione per accedere ai fondi, il che non è l’ideale.

ethereum eth
Adobe Stock

Un portafoglio Ethereum consente agli utenti di archiviare Ethereum e token che aderiscono agli standard ERC-20, ERC-721 e altri ancora. Esistono diversi tipi di wallet Ethereum che è possibile utilizzare. Alcuni utenti preferiscono una soluzione software a cui possono accedere sul proprio computer o dispositivi mobili. Altri preferiscono un po’ più di sicurezza e controllo e optano per un portafoglio hardware. Un hardware wallet è un dispositivo USB protetto da crittografia che deve essere collegato a un computer o connesso a un dispositivo mobile tramite Bluetooth per essere utilizzato.

Ethereum: come archiviare i tuoi ETH in modo sicuro

Esempi di hardware wallet sono:

  • Ledger Nano S
  • Ledger Nano X
  • Trezor
  • Satochip.

Per coloro che preferiscono una soluzione software, le seguenti opzioni sono le più popolari e sicure:

  • MetaMask (computer e cellulare)
  • MyEtherWallet
  • MathWallet
  • Argent
  • Numio
  • Opera Browser (iOS e Android)
  • E molti altri

Come scegliere un wallet per criptovalute

Non esiste un wallet perfetto il maniera universale, poiché questo dipenderà da cosa ti aspetti dal portafoglio stesso. Le funzionalità possono differire molto tra le diverse opzioni. La funzionalità di invio e ricezione di criptovalute è la più importante quando si investe in Ethereum. Tuttavia, alcune persone potrebbero voler esplorare soluzioni più complete, come ad esempio l’integrazione con NFT, applicazioni decentralizzate, piattaforme DeFi e altro ancora.

L’utilizzo di un portafoglio software è semplice. Installa il software sul tuo dispositivo e segui il processo di configurazione. Assicurati sempre di eseguire il backup della frase seme, e di salvarla in uno o più foglietti di carta. Questo insieme di parole rappresenta la chiave privata del portafoglio, assicurandoti di essere il legittimo proprietario di quell’indirizzo e di tutti i fondi ad esso associati.

L’archiviazione digitale delle informazioni le rende vulnerabili agli hacker, soprattutto se il file di testo è archiviato online. Una volta completata la configurazione, ti verrà fornita una panoramica degli indirizzi del tuo portafoglio e ti verrà data la possibilità di crearne uno nuovo se lo desideri.

Questo indirizzo verrà utilizzato quando investi in Ethereum e invii fondi al tuo portafoglio. Indipendentemente dall’utilizzo di un exchange centralizzato o decentralizzato, è preferibile spostare gli ETH che hai acquistato sul tuo portafoglio personale. Il portafoglio che controlli ti assicura di poter spendere i fondi senza richiedere l’approvazione di terze parti.

Entra nel gruppo Cripto: nuovi lanci, token, news, rimani sempre aggiornato

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli:


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Vale la pena notare che la frase seed associata al tuo portafoglio Ethereum non è legata a un software o hardware specifico. Pertanto, se mai decidessi di esplorare un portafoglio diverso, puoi facilmente importare i tuoi indirizzi e saldi esistenti. Sentiti libero di giocare con le diverse opzioni, ma proteggi sempre le informazioni del tuo account.