Se hai mai utilizzato una blockchain come Ethereum o Solana, è probabile che tu sia stato vittima di airdrop truffe: come riconoscerle?

Il settore delle criptovalute sta esplodendo sull’onda dell’entusiasmo e l’innovazione. Oggi ci sono dozzine di piattaforme e progetti potenzialmente innovativi che sfruttano le proprietà della tecnologia blockchain.

truffa criptovalute
Adobe Stock

Sfortunatamente, i nuovi partecipanti ed investitori spesso incappano in truffe di ogni tipo. Alcuni possono cadere vittime di progetti di dubbio gusto. Vediamo come riconoscere gli airdrop truffe.

Airdrop truffe: come riconoscerle

Il modo in cui funzionano è semplice. Un progetto truffaldino distribuirà automaticamente un gran numero di token a un elenco di destinatari selezionato casualmente. Di solito i criteri sono loro attività più recente, alle disponibilità di criptovalute o se sono stati presi di mira in precedenza o meno.

Quando il destinatario controlla il proprio portafoglio su un block explorer, come etherscan o bscscan, troverà il token airdrop nel proprio saldo. Molti andranno a cercare come venderlo. Alcuni utenti più avanzati potrebbero persino controllarne il prezzo di scambio, collegando il contratto del token ai tracker del pool di liquidità.

Il truffatore di solito crea un pool di liquidità e alcune operazioni simulate per far sembrare che il token sia altamente liquido e che l’airdrop valga una somma interessante.

Ma dopo aver tentato di liquidare questi token tramite un DEX , l’utente di solito scoprirà di non essere in grado di farlo. Questo perché solo gli indirizzi inseriti nella whitelist nel contratto del token non sono in grado di inviare (e quindi scambiare) il token.

Nella maggior parte dei casi, il nome del token conterrà un riferimento a un sito Web, in cui gli utenti di solito scopriranno di dover collegare i propri portafogli per sbloccare i token per il trading. NON FARLO! Fornendo i dettagli del tuo wallet, consentirai ai malintenzionati di svuotare il tuo portafoglio.

In generale, questo tipo di truffa può essere facilmente evitato semplicemente ignorando gli airdrop casuali. Sono quasi invariabilmente una sorta di tentativo di phishing o di hacking.

Attenzione anche ai market maker manipolati

Molte società di criptovalute sfruttano i market maker per garantire che un mercato abbia liquidità sufficiente. Sebbene ciò possa promuovere la salute generale di un progetto, può anche essere utilizzato per ingannare i nuovi trader.

In molti casi, ai market maker viene chiesto di mantenere il prezzo all’interno di un intervallo specifico, acquistando token quando il prezzo scende troppo e vendendoli quando diventa troppo alto.

Questo può essere utilizzato per garantire la crescita sostenibile del token. Tuttavia può anche essere utilizzato per mostrare segni di forza sui grafici come un trend rialzista, ingannando gli investitori che vogliono entrare nel mercato.

Ma questo meccanismo è spesso di breve durata poiché molti progetti hanno i fondi per assumere market maker solo per un breve periodo. Dopodiché il token continua la sua traiettoria naturale, che è spesso negativa.

Entra nel gruppo Cripto: nuovi lanci, token, news, rimani sempre aggiornato

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli:


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Questo è un problema particolare per i token appena lanciati poiché l’attività dei market maker può oscurare l’azione naturale dei prezzi, rendendo poco chiaro se il token sia un investimento davvero interessante.