I prezzi delle criptovalute sono in un momento a dir poco critico, arrivando da mesi di forti crolli di mercato e una situazione macro assolutamente sfavorevole. Ma quanto ancora durerà questo triste scenario?

Bitcoin è sceso sotto la soglia psicologica dei 20.000 dollari e attualmente viene scambiato in zona 19.700. I prezzi di BTC sono scesi del 5% negli ultimi 7 giorni. Il Merge della rete avviato con successo non è inoltre stato sufficiente per dare una spinta rialzista ai prezzi di Ethereum, che staziona ancora con debolezza in zona 1450 dollari.

fed tassi interesse bear market
Adobe Stock

La capitalizzazione di mercato complessiva delle criptovalute è scesa di quasi il 3% nelle ultime 24 ore ed è ben al di sotto del valore soglia di un trilione di dollari. Il mercato ribassista delle criptovalute è il risultato diretto della posizione da falco della Fed per combattere l’inflazione.

Secondo un sondaggio di Bloomberg tra gli economisti, i tassi di interesse continueranno con tutte le probabilità a raggiungere il picco anche nel 2023.

In che modo i tassi di interesse stanno scatenando il mercato ribassista per le criptovalute

Nel 2020, la correlazione del mercato delle criptovalute con il mercato generale è cresciuta. Si comporta in modo molto simile alle azioni tecnologiche e al mercato incentrato sulla tecnologia del NASDAQ. Pertanto, l’ambiente macroeconomico ha un impatto significativo sul mercato delle criptovalute. La Fed ha aumentato il tasso di interesse di 75 punti base senza precedenti nel giugno 2022. Di conseguenza, il mercato delle criptovalute ha subito una grave crisi di liquidità.

Entro la fine di quest’anno, la Fed aumenterà i tassi di interesse di 400 punti base, ovvero oltre il 4%. 225-250 bps è l’attuale intervallo di velocità target. La Fed dovrà effettuare due rialzi jumbo consecutivi di 75 pb per raggiungere i 400 pb. Il mercato ha anche tenuto conto del potenziale aumento di 100 punti base.

Il sondaggio è in linea con le dichiarazioni dei principali funzionari della Fed in grande stile. La necessità di aumentare i tassi di interesse oltre il 4% è stata sottolineata dalla presidente della Fed di Cleveland Loretta Mester. Gli economisti prevedono che la Fed non cambierà rotta fino al 2024. Il fatto che l’indice dei prezzi al consumo di agosto mostri un’inflazione peggiore del previsto non aiuterà la posizione aggressiva della Fed.

Entra nel gruppo Cripto: nuovi lanci, token, news, rimani sempre aggiornato

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli:


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Quanto è probabile la previsione di deflazione ravvisata da Elon Musk

Elon Musk pensa che se la Fed farà un altro aumento significativo dei tassi, l’economia sarà inclinata verso la deflazione. È fondamentale determinare se un aumento quasi certo dei tassi di interesse possa portare a condizioni di tipo deflazione, dato che i dati CPI di agosto hanno rafforzato la posizione della Fed.