Quanti bitcoin esistono, esisteranno e sono attualmente disponibili? E come vengono creati? Rispondiamo a molte domande interessanti.

Il numero massimo di Bitcoin che esisterà in tutta la storia è 21 milioni. Ma ti sei mai chiesto quanti BTC stanno circolando attualmente e quanti Bitcoin sono irrevocabilmente persi? Leggi di più.

Ti sei mai chiesto perché Satoshi Nakamoto, il creatore di Bitcoin, ha fissato la fornitura di BTC a 21 milioni? O quando la fornitura di Bitcoin estratta raggiungerà quel numero?

Il numero di Bitcoin in circolazione aumenta nel tempo a causa del meccanismo di emissione di ricompense, che incentivano i miners a mettere in sicurezza la blockchain e a elaborare le transazioni in blocchi.

quanti bitcoin
Adobe Stock

Questo processo continuerà fino a quando Bitcoin non raggiungerà la fornitura massima codificata, dopodiché non verrà creato alcun nuovo BTC.

Se vuoi suddividere questa idea relativamente complessa in pezzi più digeribili, continua a leggere.

Perché l’offerta di BTC è fissa?

Affinché qualcosa abbia valore, la sua offerta deve essere limitata e/o deve essere difficile da ottenere.

Ma in molti casi, l’offerta totale di un bene e la difficoltà ad ottenerlo possono variare considerevolmente nel tempo, influenzando l’equilibrio tra domanda e offerta in molti modi.

Questo è il motivo per cui i metalli preziosi come l’oro possono vedere il loro valore diminuire se vengono trovati nuovi grandi depositi, o perché le materie prime come grano, mais e zucchero possono salire alle stelle se i rendimenti diminuiscono.

Bitcoin tenta di risolvere l’effetto dell’offerta sul valore attraverso un sistema noto come “scarsità dimostrabile”. Questo significa che l’offerta totale di BTC che potrà mai esistere – ovvero 21 milioni – è scolpita nella pietra ed è trasparente per tutti.

Questo è uno dei motivi per cui Bitcoin è considerato una valida alternativa alla valuta fiat, poiché ha una quantità nota e non manipolabile, e che quindi non subirà mai uno shock di offerta.

Quando si esamina esattamente quanti Bitcoin ci sono, ci sono tre diversi modi per affrontare questa domanda: offerta massima, offerta circolante e offerta disponibile. Ecco in cosa differiscono.

Offerta Massima di BTC

A differenza della maggior parte delle risorse, Bitcoin ha un’offerta fissa definita, nota come offerta massima, ovvero il numero massimo di Bitcoin che potrà mai esistere. Questa cifra è fissata a 21 milioni di unità.

La motivazione alla base della fornitura massima a 21 milioni è stata chiarita da Ray Dillinger, una delle prime persone a rivedere il codice sorgente di Bitcoin.

Secondo un post su Bitcointalk di Dillinger del 2014, Satoshi Nakamoto – il creatore di Bitcoin – ha fissato la cifra a 21 milioni per garantire che – anche se la capitalizzazione di mercato di Bitcoin fosse uguale all’offerta di valuta fiat – la più piccola suddivisione di Bitcoin (ovvero un singolo satoshi, noto anche come sats) varrebbe comunque meno di un centesimo. Questo rende BTC sufficientemente divisibile anche come valuta principale del mondo intero.

Un’e-mail tra Satoshi e lo sviluppatore di software Mike Hearn spiega esattamente la logica dietro la fornitura massima, in cui Nakamoto ha dichiarato:

Se Bitcoin rimane in una piccola nicchia, varrà meno per unità rispetto alle valute esistenti. Se invece verrà utilizzato per una parte del commercio mondiale, ci saranno solo 21 milioni di BTC per il mondo intero, quindi varrebbe molto di più per unità“.

Quanti Bitcoin ci saranno VERAMENTE in futuro?

Nonostante l’offerta massima a 21 milioni, un bug di inflazione (CVE-2010–5139) riscontrato nel 2010 ha spinto brevemente l’offerta totale a oltre 184 miliardi. Questo ha indotto una divisione forzata della blockchain al blocco 74.638, per correggere una transazione anomala che ha coniato 184,4 miliardi di BTC a causa di un bug. Allo stesso modo, uno sviluppatore di Bitcoin Cash ha scoperto un altro bug di inflazione (CVE-2018–17144) a settembre 2018, corretto fortunatamente in tempo.

Sebbene la sua offerta sia attualmente fissata a 21 milioni, non è escluso che questo numero possa essere modificato in futuro, ad esempio semplicemente aumentando il limite massimo a 42 milioni, o eseguendo una ridenominazione per ridurre /aumentare l’offerta. Entrambe queste opzioni richiederebbero il consenso della maggioranza della rete di mining di Bitcoin.

Nota: la fornitura di BTC non raggiungerà mai effettivamente i 21 milioni a causa dell’arrotondamento nella sua base di codice, il che si traduce in un arrotondamento per difetto delle ricompense ad ogni halving. Raggiungerà quasi esattamente 21 milioni.

Fornitura circolante di Bitcoin

Sebbene l’offerta totale di Bitcoin sia fissata a 21 milioni, attualmente non sono tutti in circolazione. In questo momento circolano 19,08 milioni di BTC, pari al 90,85% della fornitura totale.

L’algoritmo ha rilasciato gran parte di questa fornitura nei primi anni di Bitcoin, quando la ricompensa del blocco era fissata a 50 BTC per blocco. Tre halving dopo, la ricompensa del blocco si attesta a 6,25 BTC. Queste criptovalute vengono coniate circa ogni 10 minuti, nel momento in cui ogni nuovo blocco viene aggiunto alla blockchain.

La ricompensa attuale è di 6,25 BTC per blocco, con una media di 144 blocchi estratti al giorno. Questo si traduce in un’espansione della fornitura circolante di 900 BTC al giorno, o 328.500 BTC all’anno. Dividendo questo valore nell’attuale offerta circolante, otteniamo il tasso di inflazione annuo, intorno all’1,7%. Questo valore dovrebbe scendere al di sotto dello 0,85% a circa marzo/aprile del 2024. A quel punto la ricompensa del blocco sarà ridotta a soli 3,125 BTC.

Nota: l’attuale offerta in circolazione può essere verificata in questa pagina.

Dato che i blocchi di Bitcoin vengono estratti in media ogni 10 minuti, l’ultima ricompensa di blocco dovrebbe essere coniata nel 2140. A quel punto l’offerta smetterà di aumentare. A questo punto, i miners non riceveranno più ricompense basate sull’inflazione, e verranno premiati solo con le commissioni di transazione.

BTC tasso di inflazione
(credits: Bitcoin Visuals)

Fornitura disponibile: quanti Bitcoin sono disponibili sul mercato?

Abbiamo coperto l’offerta massima totale e l’offerta circolante attualmente. Ora è tempo di concludere esaminando l’offerta disponibile, ovvero il numero di bitcoin che possono essere effettivamente utilizzati, spesi o spostati.

Secondo una stima del 2017 della società forense blockchain Chainanalysis, circa il 20% di tutti i BTC è inaccessibile per una serie di motivi. Questo significa che – rispetto alla sua attuale fornitura di 19,08 milioni di unità – circa 3,816 milioni di BTC non sono più in circolazione.

Il numero di Bitcoin detenuti da Satoshi è attualmente stimato tra 300.000 e 1,1 milioni, sulla base di varie analisi dei modelli di mining che circondano i primi blocchi. A parte 10 BTC inviati ad Hal Finney nel blocco 170, tale wallet non ha spostato nessuno di questi BTC. Per questo motivo, possiamo ritenere che i 1,1 milioni di BTC detenuti da Satoshi siano esterni ai calcoli sulla fornitura.

Questo si aggiunge alle centinaia di migliaia di BTC persi dagli utenti che hanno dimenticato le proprie chiavi private e/o la frase di recupero. Tra questi c’è il noto caso dell’uomo che ha gettato via un laptop contenente 8000 BTC.

Consulta la nostra guida su come archiviare i tuoi Bitcoin e altre risorse crittografiche in modo sicuro.

Considerazioni finali

Circa il 10% dell’offerta di Bitcoin non è stato spostato nell’ultimo decennio. Data la sua crescita vertiginosa dei prezzi durante questo periodo, è opinione diffusa che la maggior parte di questi proprietari non possa accedervi. Altrimenti con ogni probabilità avrebbero venduto qualcosa.

Esiste anche un gran numero di indirizzi di burn di Bitcoin, in cui le persone inviano BTC che vengono quindi rimossi definitivamente dalla circolazione. Si tratta di indirizzi che non dispongono di una chiave privata valida e non sono accessibili. Al momento della scrittura di questo articolo, l’indirizzo Bitcoin burn più popolare contiene 2.130 BTC.

Entra nel gruppo Cripto: nuovi lanci, token, news, rimani sempre aggiornato

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli:


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Ma come disse Satoshi Nakamoto nel 2010: “Le monete burnate fanno sì che le monete di tutti gli altri valgano di più. Pensala come una donazione per tutti“.