Celsius Network è stato soprannominato il disastro dei mercati delle criptovalute per una buona ragione, alla luce degli eventi attuali che hanno interessato la compagnia.

È stato anche chiamato il “momento Lehman Brothers” della comunità cripto, proprio perchè a causa dell’attuale crisi di Celsius (insieme agli altri eventi disastrosi che hanno colpito il settore)  ha causato un devastante crollo del mercato e ulteriormente stressato l’ecosistema.

celsius network short squeeze
Adobe Stock

I clienti potrebbero essere gli ultimi beneficiari per il rimborso da Celsius.

L’azienda è stata citata in numerose cause legali per aver gestito in modo improprio gli investimenti dei propri clienti. Di conseguenza, una cosa è chiara: il mercato dei bitcoin, in particolare gli istituti di credito DeFi (Decentralized Finance), saranno significativamente colpiti da questo problema.

Il bilancio di Celsius, secondo il CEO Alex Mashinsky, ha un deficit di quasi 1,2 miliardi di dollari. Il tredicesimo giorno del mese precedente, il bilancio mostrava attività per $ 4,3 miliardi e passività per $ 5,5 miliardi. Celsius afferma di dover ai singoli investitori più di $ 4,7 miliardi rispetto ai suoi partner istituzionali.

Una società finanziariamente in difficoltà può presentare istanza di fallimento in diversi modi. Celsius ha deciso di dichiarare bancarotta ai sensi del Capitolo 11. I rimborsi dei singoli investitori hanno la priorità in questo ultimo deposito, seguiti dai creditori chirografari e quindi dai creditori garantiti.

È più probabile che i creditori chirografari siano individui o aziende che hanno concesso prestiti senza collocare un bene specifico come garanzia collaterale per proteggere il proprio debito.

Per recuperare 180 milioni di dollari, i clienti di Celsius assumono uno studio legale.

I clienti che avevano criptovaluta in depositi presso Celsius Network, la società di trading e prestito in bancarotta, si sono uniti per assumere avvocati nel tentativo di recuperare i loro soldi.

I ricorrenti per l’affidamento sono rappresentati da Kyle J. Ortiz, un partner della società di ristrutturazione aziendale Togut, Segal & Segal LLP. Chiedono la custodia di beni stimati in 180 milioni di dollari, o il 4% del totale degli asset detenuti da Celsius. Questo gruppo ad hoc ha più di 300 membri e ha raccolto quasi 100.000 dollari come budget per il suo consulente legale nelle settimane successive all’udienza di fallimento iniziale.

Gli investitori più colpiti, incluso uno che ha affermato di aver investito 525.000 dollari prelevati da un prestito governativo sulla società, affermano di aver preso in considerazione l’idea di compiere gesti estremi.

Altri hanno descritto di aver sperimentato una grave ansia, insonnia e sentimenti di profondo imbarazzo a causa dell’investimento dei loro fondi pensione o dei fondi universitari dei loro figli in un’impresa che si è rivelata molto più rischiosa del previsto.

Celsius Short Squeeze

Un gran numero di preoccupazioni e attenzioni girano intorno all’impatto del procedimento su CEL, il token nativo di Celsius, e sulla sua potenziale crescita a lungo termine. I saldi di portafoglio con oltre il 20% delle loro partecipazioni in token CEL hanno ricevuto un interesse bonus del 30% e uno sconto sugli interessi del prestito del 30%. CEL è stato utilizzato come pagamento per i servizi e come ricompensa su Celsius.

La community aveva già provato un’operazione di short squeeze simile, che ha aumentato considerevolmente il prezzo di oltre il 100%. Poche ore prima, un’azione simile è stata tentata per la preoccupazione di aver perso tutti i soldi.

Il termine “short squeeze” descrive la crescente e intensa pressione di acquisto per sbarazzarsi degli short, che è piuttosto prevalente nel mercato odierno. Di conseguenza, la piattaforma potrebbe essere responsabile della compressione bloccando le risorse dell’utente per quasi un anno.

Zipmex lentamente sta ripristinando i prelievi dagli Z-Wallet

Lo scorso lunedì, l’exchange di criptovalute Zipmex ha rilasciato una dichiarazione in cui negava le voci secondo cui aveva dichiarato bancarotta. Descriveva inoltre nel dettaglio le misure adottate per riprendere a consentire i prelievi dai suoi Z Wallet.

I prelievi dal portafoglio Zipmex, utilizzato per pagare i servizi Zipmex e ricevere bonus e pagare, saranno gradualmente nuovamente disponibili. Secondo la società, gli utenti di Zipmex potranno ritirare Solana (SOL) martedì, XRP giovedì e Cardano (ADA) il 9 agosto.