Buterin ha espresso il suo scetticismo sulla fattibilità dei “tentativi aziendali esistenti” di creare un Metaverso che sia realmente lo standard e che raggiunga un’adozione di massa.

Vitalik Buterin, il controverso creatore di Ethereum, parla spesso delle tematiche sociali e filosofiche legate al mondo della blockchain e delle possibilità e ripercussioni sociali di fenomeni come l’avvento della decentralizzazione o le tematiche più strettamente legati all’evoluzione della tecnologia.

vitalik buterin metaverso
Criptomercato.it

Seppur talvolta i ragionamenti di Vitalik possano sembrare eccessivamente radicali o frutto della mente di un visionario, spesso le letture raffinate che propone trovano successivamente riscontro nella realtà. Non parliamo quindi delle opinioni di un ragazzo a caso prese dal web, ma quelle che andremo a vedere sono le considerazioni di uno dei più importanti opinion leader del settore.

Buterin pessimista verso Metaverso di Meta

Qualsiasi corporazione che tenti di costruire il Metaverso in questo momento, secondo Vitalik Buterin, fallirà.

All’inizio di domenica, il creatore di Ethereum ha condiviso su Twitter i suoi pensieri sulla potenziale direzione della giovane industria del metaverso. Ha espresso la sua convinzione che è improbabile che le aziende che tentano di costruire il Metaverso abbiano successo. Ha affermato che il Metaverse “sta per accadere”, ma ha anche detto che non crede che “nessuno dei tentativi aziendali esistenti di creare intenzionalmente il metaverse stiano andando da nessuna parte”.

La società madre di Facebook, Meta, è stata rinominata come parte di un passaggio per abbracciare il Metaverse alla fine dell’anno scorso. Meta è senza dubbio il giocatore aziendale più importante ad aver mostrato interesse per il Metaverso fino ad oggi. Nella sua critica alle aziende che entrano nello spazio, Buterin ha menzionato Meta per nome.

In risposta a un tweet, ha scritto: “Tutto ciò che Facebook crea ora si guasta”. Sostenendo che le aziende incentrate sul Metaverso probabilmente non riuscirebbero nell’impresa in quanto “è troppo presto per sapere cosa vogliono effettivamente le persone”.

Buterin si è guadagnato la reputazione di essere schietto poiché Ethereum e il suo profilo pubblico sono cresciuti nel tempo. Anche se usa spesso il suo blog e il suo account Twitter per parlare della tecnologia di Ethereum e di come la decentralizzazione potrebbe influenzare il mondo.

Sebbene in precedenza abbia fatto lunghi commenti sugli NFT, esprimendo sorpresa per il loro boom del 2021 e facendo velate battute sul lato prettamente speculativo del mercato, raramente le sue dichiarazioni hanno avuto come punto centrale il Metaverse.

Internet del futuro

Il termine “Metaverso” è spesso usato per descrivere un Internet di nuova generazione in cui gli utenti saranno in grado di lavorare, giocare e connettersi tra loro all’interno di mondi virtuali realistici, nonostante sia ancora un concetto alquanto nebuloso. Si prevede che il Metaverse incorporerà aspetti di blockchain, realtà virtuale e realtà aumentata. Tuttavia, negli ultimi anni, giochi cripto-nativi come Decentraland e The Sandbox hanno avuto un enorme successo abbracciando lo spazio del Metaverse. 

Le versioni popolari di MMPORG come Fortnite e Runescape sono state citate come primi esempi di mondi del Metaverse. I giocatori possono esplorare mondi virtuali e possedere appezzamenti di terreno digitale in entrambi i giochi. Inoltre, includono i propri token, che gli appassionati e i sostenitori di progetti blockchain prevedono saranno cruciali per il Metaverse in futuro. Poiché possono essere usati per rappresentare personaggi online, proprietà virtuali o altri oggetti di gioco e dare ai giocatori la vera proprietà delle loro risorse, anche gli NFT sono spesso discussi insieme allo spazio.

Quando la corsa al rialzo della criptovaluta ha raggiunto il suo picco massimo nel 2021, numerose aziende di grande rilevanza e con risorse importanti hanno annunciato iniziative Metaverse.

Gli forzi delle compagnie per entrare in partita

Aziende come Coca-Cola e Adidas hanno acquistato proprietà virtuali, abbandonato NFT e ospitato i propri eventi virtuali. Quando Zuckerberg ha presentato Meta in ottobre, l’hype che circonda il Metaverse ha raggiunto il suo apice. Da allora, l’azienda ha più volte dimostrato di essere disposta a investire maggiormente nell’area, anche delineando piani per supportare le NFT su Facebook e Instagram. 

Dopo l’annuncio, Zuckerberg ha promesso che Reality Labs, la divisione Metaverse dell’azienda, avrebbe investito 10 miliardi di dollari nel campo. Tuttavia, Reality Labs ha successivamente rivelato una perdita di 11 cifre nel 2021.

Anche quest’anno la situazione non è migliorata molto; mercoledì, Meta ha pubblicato il suo rapporto sugli utili del secondo trimestre e ha rivelato il suo primo calo delle entrate e una perdita di 2,8 miliardi di dolalri circa la sezione Reality Labs. Per dirla in altro modo, l’azienda ha ancora molta strada da fare per smentire Buterin in base ai numeri.

 

*NB: Le riflessioni e le analisi condivise sono da intendere ad esclusivo scopo divulgativo. Quanto esposto non vuole quindi essere un consiglio finanziario o di investimento e non va interpretato come tale. Ricorda sempre che le scelte riguardo i propri capitali di rischio devono essere frutto di ricerche e analisi personali. L’invito è pertanto quello di fare sempre le proprie ricerche in autonomia.
L’autore, al momento della stesura, detiene esposizioni in Bitcoin e altri asset crittografici, anche legati a quanto trattato nell’articolo.