Tether (USDT) ha fatto un annuncio significativo mentre le due maggiori stablecoin erano impegnate in un feroce conflitto in corso per il dominio del mercato.

Al momento della pubblicazione, USDT ha un valore di mercato di oltre 65,8 miliardi di dollari.

Tether (USDT) è stato sotto i riflettori in questi mesi per la poca trasparenza circa le riserve a garanzia. Inoltre, le oscillazioni del e si sono verificate durante i momenti più violenti di questo mercato ribassista, hanno sollevato non poche preoccupazioni per gli utenti e gli investitori che utilizzano la stablecoin.

tether usdt stablecoin
Adobe Stock

In seguito all’ondata di paura e incertezza che il collasso dell’ecosistema Terra e il fallimento di alcune piattaforme fino o tempo fa considerate sicure e stabili, non ha fatto che portare ancor più attenzione sulle coperture e le riserve di Tether per garantire il peg della sua stablecoin USDT.

Per questo e altri motivi, Tether sta apportando importanti modifiche alle sue pratiche di copertura del valore, tra le quali una redistribuzione delle esposizioni.

Tether ridurrà le sue disponibilità di commercial paper

Nel comunicato stampa, Tether ha chiarito le sue disponibilità di commercial paper che sono state travisate sul mercato. Ha affermato che i commercial paper cinesi non fanno parte del portafoglio dell’azienda. La sua esposizione è attualmente di circa 3,7 miliardi di dollari. Era 30 miliardi di dollari nel luglio 2021, ma da allora tale importo è stato gradualmente ridotto.

Tether ha aggiunto che entro la fine di agosto 2022 intende ridurlo a 200 milioni di dollari. Tuttavia, mira a sbarazzarsene completamente entro la fine di ottobre o l’inizio di novembre 2022.

È stato sottolineato che Tether si assicura di mantenere un portafoglio diversificato con poca esposizione a particolari asset o emittenti. Per vincere la corsa alle stablecoin, la community si è quindi impegnata a ridurre l’uso di commercial paper e preferire asset più stabili come il dollaro americano in quota ancora maggiore.

La questione della diffusa diffusione di informazioni false da parte del settore delle criptovalute è stata nuovamente sollevata dal rilascio. Secondo Tether, rappresenta la più grande minaccia, alla pari di frodi, hacking e persino attacchi informatici. Poiché questi fattori hanno un impatto sulla reputazione dell’azienda e sull’intero mercato delle risorse digitali.

USDT perderà il titolo di stablecoin numero uno?

Nel frattempo, USDC sta superando USDT come la più grande stablecoin nel mercato delle criptovalute. Entro ottobre, la moneta in USD supererà la stablecoin di Tether, afferma il rapporto. Al momento della pubblicazione, l’USDC ha una capitalizzazione di mercato di oltre 55,23 miliardi di dollari.

Secondo il rapporto, il dominio di mercato di USDT sta diminuendo. Nel novembre dell’anno precedente era sceso sotto il 50%. Da quel momento, la stablecoin non è riuscita a recuperarlo. Mentre il crollo più recente ha reso le cose più difficili.

La capitalizzazione di mercato di Tether è diminuita da 78,4 miliardi di dollari a 66,3 miliardi. D’altro canto, la capitalizzazione di mercato di USDC è aumentata di un tasso annualizzato del 70%. Nel 2022 è infatti passata da 42,2 miliardi a 55 miliardi di dollari.