AltLayer è una startup di scalabilità di Ethereum che offrirà chain application-specific, ha raccolto ben 7,2 milioni di dollari ne suo round di finanziamento iniziale.

AltLayer ha affermato che Polychain Capital, Jump Crypto e Breyer Capital hanno co-guidato il round iniziale di raccolta fondi. Tra i numerosi investitori che hanno partecipato troviamo diversi nomi noti: Gavin Wood, co-fondatore di Ethereum e fondatore di Polkadot; Balaji Srinivasan, ex CTO di Coinbase ed ex socio accomandatario di a16z; Sean Neville, co-fondatore di Circle; e Kain Warwick e Jordan Momtazi, co-fondatori di Synthetix e Bodhi Ventures.

altlayer

AltLayer è stato creato da Yaoqi Jia, che in precedenza ha co-fondato la blockchain di Zilliqa e ne ha servito il CTO. Il punto di forza unico di AltLayer sono le catene specifiche dell’applicazione, ha detto Jia a The Block.

“Altre reti di ridimensionamento sono di uso generale, nel senso che è possibile avviare più di un’applicazione decentralizzata (dapp)”, ha affermato Jia. “AltLayer fornirà catene specifiche per l’applicazione”.

Cos’è Altlayer

AltLayer è una soluzione di scalabilità di Ethereum. Come abbiamo visto in modo approfondito in QUESTO ARTICOLO, la scalabilità continua a essere un’area di ricerca e sviluppo che ricopre un ruolo centrale per il futuro dell’universo legato a Bitcoin e criptovalute. La necessità di soluzioni di questo tipo riguarda moltissime blockchain, poiché la congestione della rete e le interruzioni sono ancora un evento ormai quasi consueto anche tra molte reti molto popolari e utilizzate.

Per affrontare il problema della scalabilità, AltLayer sta sviluppando una nuova soluzione di ridimensionamento che consente agli sviluppatori di avviare ambienti di esecuzione altamente elastici. AltLayer può essere visto come un sistema di singoli rollup ottimistici che derivano la sicurezza da un layer 1 sottostante (ad esempio come in questo caso, la rete Ethereum) o Layer 2 (ad esempio, Arbitrum e Optimism).

Con ogni rollup su misura per ogni specifica applicazione costruita su di esso. Il sistema è progettato per un mondo multi-chain e multi-VM. Di conseguenza Altlayer avrà il supporto nativo per EVM e WASM.

I livelli di esecuzione “Usa e getta”

Un’innovazione chiave che AltLayer apporta allo spazio delle soluzioni di ridimensionamento è l’idea di livelli di esecuzione usa e getta. 

Con AltLayer, uno sviluppatore di applicazioni decentralizzate (dApp) che si aspetta un aumento del traffico per la sua applicazione potrebbe: 

  1. Avviare rapidamente un rollup veloce e scalabile protetto dalla sicurezza fornita dal suo Layer 1.
  2. Utilizzare il rollup per tutto il tempo necessario e quindi prevenire l’ostruzione dello spazio di blocco nel sottostante il Layer 1
  3. Smaltire il rollup eseguendo una regola di “fine vita” sul Layer 1. 

Questo procedimento rende l’intero sistema altamente ottimizzato per la gestione delle risorse. Il livello di esecuzione e le sue risorse vengono in questo caso richiamati solo quando la dApp prevede una richiesta considerevole che un Layer 1 non può gestire. Una volta poi che la domanda di elaborazione si riduce, la dapp può tornare a lavorare direttamente al livello del suo Layer 1.

Il team dietro Altlayer

Come tutti i progetti nuovi che vediamo tentare la conquista del mondo della blockchain, il team di governance e di sviluppatori è uno dei fattori chiavi che può decretarne il successo o il rapido fallimento. Il progetto AltLayer è guidato dal Dr. Yaoqi Jia, ex direttore di Parity Asia e co-fondatore/CTO di Zilliqa. Il team è composto da veterani blockchain e ricercatori pluripremiati, che in precedenza hanno lavorato presso Parity, Zilliqa e Synthetix.

Con il nuovo round di finanziamenti che ha portato diversi milioni di dollari per lo sviluppo delle prime fasi, il progetto sta espandendo in modo aggressivo il suo team in tecnologia, affari e marketing.

Ben Perszyk, Partner di Polychain, ha commentato questo investimento: “Le catene per scopi generici offrono un modello di spazio di blocco condiviso che spesso si traduce in una dApp popolare che consuma una quota sproporzionata dello spazio di blocco per se stessa. Mentre gli utenti di altre dApp rimangono con una scarsa esperienza di utilizzo a causa dell’aumento di gas fee e tempi di validazione delle transazioni. Riteniamo che i livelli di esecuzione specifici dell’applicazione rappresentino una soluzione modulare e personalizzabile alle sfide di scalabilità affrontate dalle dApp più diffuse. Siamo quindi entusiasti di supportare il team di AltLayer nella loro visione di portare una soluzione unica di scalabilità rollup-as-a-service agli sviluppatori di dApp in tutto l’ecosistema”.

Secondo Jim Breyer, fondatore di Breyer Capital, AltLayer sta costruendo una soluzione di ridimensionamento unica per le aziende web3. Aiutando queste realtà a servire meglio i propri utenti e persino a distribuire applicazioni Web2 sulla blockchain. “Siamo lieti di far parte di questo round e non vediamo l’ora di supportare l’azienda mentre aspira a diventare un leader nel mondo multichain”, ha aggiunto in chiusura l’imprenditore.

I prossimi sviluppi

La notizia più recente del passaggio di dYdX da Ethereum alla propria chain proprietaria in Cosmos SDK e di Yuga Labs che esprimono un interesse simile, mostrano che AltLayer non poteva arrivare in un momento migliore. Vi è una chiara necessità tra le dApp più diffuse di scegliere chain applicazion-specific rispetto a Layer 1 generici. Questo perchè potendo contare sulla propria chain specifica, possono personalizzare il protocollo in base alle proprie esigenze e offrire una migliore esperienza di utilizzo agli utenti finali.

Altra innovazione importantissimo, i livelli flash usa e getta forniti da AltLayer sembrano perfetti per i progetti NFT popolari su Ethereum e altri Layer 1 e 2 – per citarne uno come esempio, il recente evento Arbitrum Odyssey – che richiedono una soluzione di ridimensionamento durante il processo di conio. In questi casi diventa fondamentale una soluzione di ridimensionamento ottimizzata per gestire l’aumento della domanda che potrebbe mettere in crisi il layer 1 o 2 sottostante, una volta terminato l’evento di minting.

Oltre agli NFT, Altlayer sta anche lavorando a rollup dedicati a giochi e metaverse. Queste migliorie andrebbero a rendere più facile per gli sviluppatori progettare giochi e applicazioni simili basate su blockchain.

Tra le novità in arrivo, potrebbe essere di centrale importanza il prossimo aggiornamento Nitro di Arbitrum, che mira a eseguire prove di frode interattive sul codice WASM. Ciò andrebbe a sbloccare nuove possibilità poiché gli sviluppatori sarebbero in grado di eseguire contratti WASM su AltLayer e qualsiasi prova di frode risultante può essere gestita direttamente da Arbitrum.

L’importanza di chain application-specific e il ruolo di soluzioni come Altlayer in futuro

Come abbiamo accennato, le chain application-specific sono blockchain personalizzate per ogni singola applicazioni. Invece di operare su blockchain come Ethereum quindi, gli sviluppatori di app costruiscono comodamente la propria blockchain da zero attraverso piattaforme come AltLayer.

Le  chain application-specific sono in un grande boom di popolarità, con importanti innovazioni e cambiamenti negli ultimi mesi. All’inizio di quest’anno, Binance ad esempio ha affermato che la sua blockchain BNB Chain prevede di introdurre tali sidechain per ridurre i costi e aumentare la velocità delle transazioni per applicazioni ad alta intensità di risorse come i giochi. Ma non solo, tanti altri grandi operatori e i più importanti team di sviluppo stanno lavorando a soluzioni analoghe. Sulla propria blockchain o utilizzando le soluzioni proposte già da altri attori.

L’obiettivo iniziale di AltLayer sarà orientato anche al settore dei giochi, dei token non fungibili (NFT) e del metaverso, ha affermato Jia. AltLayer può essere visto come un sistema di singoli rollup ottimistici che derivano la sicurezza da una rete Layer 1 (ad esempio, Ethereum) o Layer 2 (ad esempio, Arbitrum e Optimism), con ogni rollup su misura per un’applicazione specifica

Ad oggi che AltLayer dispone di un interessante capitale fresco in mano, prevede di espandere il suo attuale team da circa 10 a circa 25 nel prossimo futuro e lanciare ufficialmente la sua piattaforma entro la fine dell’anno, ha affermato Jia.

AltLayer ha iniziato a costruire la piattaforma lo scorso dicembre. Ha iniziato ad aumentare il seed round ad aprile e l’ha chiuso all’inizio di maggio, proprio poco prima della recente fase critica dei mercati finanziari. Il round è stato sollevato tramite un semplice accordo per la vendita di token futuri (SAFT), ha aggiunto Jia in conclusione.