USDD, la stablecoin algoritmi di Tron, continua a venire scambiata al di sotto del valore di un dollaro cui dovrebbe essere peggata, si parla quindi di sempre maggiori rischi per gli investitori. 

Dopo aver perso l’ancoraggio del dollaro il 13 giugno, la stablecoin legata al progetto di Justin Sun da allora ha toccato un minimo di 0,93 dollari, prima di tornare a un livello “di sicurezza” vicino ai 0,98 dollari.

tron usdd stablecoin

Al momento della stesura di questo articolo, USDD viene scambiato a $ 0,978, segnando un leggero aumento dello 0,35% nelle ultime 24 ore, secondo quanto riporta CoinMarketCap. 

In termini di capitalizzazione di mercato, la stablecoin aveva una market cap di 723 milioni di dollari, prima che perdesse il suo per poco meno di due settimane fa, a metà giugno. 

Cos’è Tron

Tron è una piattaforma digitale decentralizzata basata su blockchain. La propria criptovaluta si chiama Tronix o TRX. Tron viene fondata nel 2017 da un’organizzazione no-profit di Singapore, la Tron Foundation. 

Tron mira a ospitare un sistema di intrattenimento globale per la condivisione libera ed economica di contenuti e prodotti digitali.

Inizialmente commercializzato principalmente in Asia, Tron è ora diventato una realtà globale in forte espansione. La piattaforma contava più di 50 milioni di account ad agosto 2021, in costante crestita fino a sfiorare i 70 milioni quest’anno.

Fondata da Justin Sun, ora CEO, Tron ha uffici a Singapore e San Francisco. Nato nel 1990, Sun è anche CEO di BitTorrent, il programma di condivisione di file.

La stablecoin algoritmica USDD di Tron

USDD è una stablecoin e un asset digitale di TRON lanciata in contemporanea su BNB Chain, Ethereum e TRON il 5 maggio 2022. Justin Sun afferma che USDD fornirà agli investitori un incredibile rendimento percentuale annuo del 30%.

Poiché la stablecoin USDD è stata appena introdotta a fine aprile, non ha una lunga storia su cui basare valutazioni circa l’affidabilità e la sicurezza, oltre a quanto è disponibile su whitepaper del progetto. Tuttavia, la blockchain di TRON esiste da anni ed è tra le più grandi piattaforme decentralizzate, con una propria criptovaluta, TRX. 

Il motivo per cui la stablecoin USDD è considerata simile a UST è perché entrambi gli asset crittografici sono stablecoin algoritmiche. Ossia funzionano mantenendo la stabilità dei prezzi attraverso algoritmi e smart contract in grado di gestire il numero di token in circolazione e mantenere il valore stabile tramite meccanismi interni di inflazione e deflazione.

Il sistema algoritmico stablecoin riduce il numero totale di token disponibili una volta che il prezzo scende al di sotto del suo valore preferito. Nel caso invece in cui il prezzo del token superi il prezzo preferito, verranno messi in circolazione più token per alterare il valore della stablecoin abbastanza da farla scendere al prezzo corretto. Lo scopo dell’utilizzo di una stablecoin algoritmica è avere un maggiore controllo sull’offerta e sulla domanda di una moneta.

I fondi di investitori e trader sono al sicuro?

Sebbene si affermi che l’USDD sia una stablecoin algoritmica decentralizzata, molti sostengono che in realtà sia centralizzata. A differenza di altre stablecoin come UST, la quale poteva essere coniata e bruciata da chiunque avesse dei LUNA, coniare USDD è un affare riservato a poche entità scelte. Solo poche istituzioni autorizzate sono autorizzate a coniare nuovi USDD bruciando il TRX di Tron.

Nel frattempo, il noto canale YouTube Coffeezilla ha lasciato intendere che gli asset collaterali sono probabilmente archiviati in un portafoglio appartenente a Justin Sun.

“Non è chiaro se queste risorse verranno effettivamente distribuite e il portafoglio BTC che hanno ha più di 2 anni, suggerendo che questo non è un nuovo portafoglio DAO ma forse solo un portafoglio BTC Justin Sun”. Queste le parole dello youtuber famoso per smascherare truffe e situazioni poco chiare. Se realmente la situazione descritta corrispondesse al vero, le cose non sono certamente da prendere sotto gamba, visti anche i precedenti di progetti simili e ben più capitalizzati.

Chi sta coniando USDD?

Coffeezilla sostiene inoltre che il 94% degli USDD sembra essere stato coniato dallo stesso Justin Sun. L’indirizzo sospetto del fondatore di Tron ha coniato 683.320.461 USDD, che è il 94% di tutti gli USDD mai creati”, ha osservato.

Lo Youtuber ha poi aggiunto che USDD sembra un honey pot con il quale i piccoli investitori verranno scaricati dallo stesso Justin Sun.

Allo stato attuale, la Tron DAO Reserve sostiene la supply totale in circolazione con un portafoglio di 2,31 miliardi di dollari in varie criptovalute. La riserva afferma inoltre che la stablecoin USDD è assolutamente garantita dalla grande sovra-collateralizzazione di più risorse digitali tradizionali, tra queste TRX, BTC e USDT.

Il valore totale delle attività collateralizzate è quindi significativamente superiore a quello di USDD in circolazione con un rapporto di garanzia fissato al 130%.