Crollo di Bitcoin: il prezzo scende al livello più basso di quest’anno… e potremmo essere solo a metà del ciclo di mercato ribassista.

Signori, è crollo verticale: le cose sono andate di male in peggio per Bitcoin durante il fine settimana. La criptovaluta più grande del mondo è scivolata ai minimi di $33.393,61.

I dati mostrano che BTC è sceso al livello più basso di quest’anno finora, suscitando concreti timori che l’asset possa testare il supporto a $30.000.

crollo bitcoin crash

Il Crypto Fear and Greed Index, che tiene traccia del sentiment tra gli investitori, ha un punteggio di 11, indicando “Extreme Fear” quindi paura estrema. Vediamo bene cosa dobbiamo aspettarci.

Crollo di Bitcoin: e ora che succede?

Il crollo del fine settimana di BTC significa che il suo valore è attualmente inferiore del 51% rispetto al massimo storico di $68.789,63 stabilito il 10 novembre 2021.

Bitcoin è sceso del 4,87% nelle ultime 24 ore, estendendosi a perdite del 14,37% in sette giorni (nel momento in cui scrivo).

E vi è una situazione simile per le criptovalute con una capitalizzazione di mercato inferiore, con un mare di rosso a due cifre su tutta la linea.

Il crollo di Bitcoin ha richiami dolorosi della situazione vista lo scorso luglio, quando il suo valore è andato anche sotto i 30.000$.

I mercati delle criptovalute in questo momento sono vulnerabili anche a causa di una stretta correlazione con il mercato azionario.

Gli investitori sono alle prese con un potente mix di preoccupazioni in questo momento: tra l’aumento vertiginoso dei prezzi dell’energia, l’invasione russa dell’Ucraina, l’aumento dell’inflazione e i nuovi blocchi COVID in Cina che stanno interrompendo le catene di approvvigionamento globali.

Ulteriori perdite su Wall Street potrebbero spingere BTC a scivolare su prezzi che non si vedevano dalla fine del 2020, quando la corsa al rialzo ha iniziato a prendere slancio.

Nel momento in cui scrivo, i futures S&P 500 sono in calo dello 0,86%, mentre i futures Dow Jones sono scivolati dello 0,73%.

Criptovalute vs Azioni: su che cosa è meglio investire?

Inizio di settimana delicato

Durante il fine settimana, la turbolenza nei mercati delle criptovalute è stata guidata dalla stablecoin UST che ha perso il suo ancoraggio al dollaro USA.
Bitcoin è caduto per quattro giorni consecutivi e si teme che la correzione possa solo peggiorare nelle prossime settimane. Riducendo ulteriormente lo zoom, BTC ha accumulato sei candele settimanali rosse di seguito.

Le vendite degli ultimi giorni sembrano essere state innescate da investitori a breve termine, ma ci sono segnali che anche le balene stiano entrando in azione.

Determinare con precisione cosa accadrà dopo è più facile a dirsi che a farsi. Alcuni analisti prevedono un mercato ribassista prolungato sulla base del comportamento passato di Bitcoin. Su Twitter @inmortalcrypto ha scritto:

Nei cicli precedenti ci sono voluti circa 400 giorni per trovare il punto più basso. Nel ciclo attuale sono trascorsi solo 178 giorni dal massimo. Quindi, se questo ciclo è simile, siamo solo a metà strada“.

La maggior parte degli investitori in Bitcoin continuano ad essere bullish nonostante l’attuale malessere del mercato. Sostengono che le attuali fluttuazioni saranno solo un lontano ricordo quando BTC verrà scambiato per centinaia di migliaia di dollari e affermano che i prezzi attuali rappresentano un buon punto di ingresso.

Ma per coloro che non sono abituati a delle fluttuazioni così violente come quelle nei mercati delle criptovalute, entrare in questo momento può essere molto rischioso. Potrebbe infatti volerci molto tempo prima di ritornare ai livelli desiderati.