L’UST combatte per la stabilità mentre gli investitori vanno in panico: LUNA crolla e crescono le paure per un crollo di Bitcoin.

Il panico nei mercati delle criptovalute è salito oltre ogni immaginazione durante il fine settimana. Una parte di “colpa” ce l’ha anche la stablecoin UST, che ha perso per lunghi tratti il proprio ancoraggio al dollaro USA.

Sabato scorso TerraUSD – o UST che dir si voglia – stava combattendo per mantenere la soglia di $1. I dati mostrano che è scesa ai minimi di $0,9905 – un blip abbastanza di routine – fino a $ 0,9857 su alcuni exchange.

luna ust crollo mercati

Ciò che rende interessante questa storia è che UST è una stablecoin algoritmica. Questo significa che vengono utilizzati degli incentivi per mantenere stabile il prezzo dell’asset.

Quando UST vale più di $1, viene fatto il burn di LUNA in modo che possano entrare in circolazione più unità di stablecoin. Al contrario, quando il valore di UST scende al di sotto di $1, vengono bruciati UST e coniati LUNA.

Una svalutazione della stablecoin UST ha il potenziale per inviare onde d’urto nel mercato delle criptovalute, ora più che mai.

Questo perché la Luna Foundation Guard, un’organizzazione no profit incaricata di costruire riserve per UST, detiene ora l’incredibile cifra di 80.000 BTC, un forziere da guerra che inizierebbe a vendere per difendere se necessario la stabilità della propria criptovaluta.

Nel momento in cui scrivo LUNA è di gran lunga l’altcoin con le prestazioni peggiori nella top 10 per capitalizzazione di mercato. È diminuito del 5,6% nelle ultime 24 ore e del 27% nell’ultima settimana.

UST e LUNA: Do Kwon reagisce

Le riserve di Bitcoin di LFG sono rimaste intatte durante il fine settimana. Ciononostante alcuni analisti di criptovalute rimangono preoccupati per la pressione di vendita che la fondazione potrebbe esercitare sul mercato.

UST e LUNA sono basati sulla blockchain di Terra. Il suo co-fondatore Do Kwon è apparso divertito da questo tragico fine settimana su Twitter, trovandolo addirittura “divertente” e aggiungendo: “Adoro il caos“.

Lunedì Kwon ha rivelato che il consiglio della Luna Foundation Guard ha votato per distribuire $1,5 miliardi di capitale – metà in BTC e metà in UST – “per placare le preoccupazioni del mercato” che circondano la stablecoin.

Ha sottolineato che LFG non sta cercando di vendere la propria posizione in Bitcoin dopo che la più grande criptovaluta del mondo è crollata a $33.500, in calo del 51% dai massimi storici di $68.789 fissati nel novembre 2021.

In pratica ha affermato che il fondo “rafforzerà significativamente la liquidità attorno al peg UST“. Il capitale verrà utilizzato per acquistare la stablecoin quando i prezzi sono al di sotto del target di $1, mentre acquisterà Bitcoin se UST vale $1 o più.

Spiegando questa mossa, la Fondazione ha scritto:

Negli ultimi giorni, la volatilità del mercato delle criptovalute è stata significativa… Riteniamo sia prudente prepararsi al futuro“.