La PostePay, la carta di Poste Italiane, ha ormai all’attivo milioni di utenti ma non tutti conoscono tutto il potenziale di questa carta

postepay
Adobe Stock

La carta PostePay è diventata di uso quotidiano pe tutte quelle persone che non vogliono avere una carta di credito collegata ad una banca o chiunque voglia effettuare un pagamento online senza troppi patemi.

La sua semplicità di utilizzo la rende un’alleata perfetta per tutti i componenti della famiglia. Inoltre per poterla ricaricare sarà sufficiente dirigersi ad un ufficio postale o in una tabaccheria.

PostePay: a cosa serve realmente

È vero che la PostePay è utilizzata maggiormente da tutti coloro che non vogliono inserire dati sensibili all’interno di siti di e-commerce non troppo affidabili. Ma non solo.

Una delle sue ultime incarnazioni infatti, la PostePay Evolution, è in grado di svolgere una serie di operazioni che fino a poco tempo fa erano impensabili. La prima novità in assoluto della PostePay Evolution è che sia dotata di un IBAN. Grazie a quest’ultimo sarà quindi possibile farsi accreditare lo stipendio, la pensione o anche eventuali rimborsi. Inoltre sarà possibile pagare i bollettini postali, il bollo auto, l’F24, effettuare e ricevere bonifici e altro ancora.

La PostePay Evolution gira su circuito Mastercard e sarà quindi accettata in praticamente tutti i negozi fisici del mondo. Nessuna preoccupazione quindi di dover cambiare il denaro in base al luogo in cui ci si trova e il tutto senza affiliarsi a nessuna banca.

Una delle novità che pochi possessori di PostePay Evolution conoscono è quella relativa al prelievo. Come per un bancomat o qualsiasi altra carta di credito, si può prelevare denaro contante negli sportelli ATM Postamat abilitati o anche attraverso il codice QR che si trova all’interno dell’app PostePay. In quest’ultimo modo sarà possibile prelevare denaro contante senza avere la carta fisicamente con sé.