Il CDA di Twitter introduce una misura per impedire a Elon Musk di acquisire oltre il 15% della società. Scopri ora cosa sta succedendo.

Il CDA di Twitter in questi giorni è impegnato a valutare l’offerta da 43 miliardi di dollari presentata da Elon Musk. del miliardario. L’imprenditore sudafricano ha ricordato al board i doveri fiduciari nei confronti degli azionisti. L’intenzione di Musk rimane quella di avere una partecipazione preponderante in Twitter.

musk twitter
Adobe Stock

Salgono i timori tra i dipendenti della società di social media: sono preoccupati dall’approccio che potrebbe avere il proprietario di Tesla. Il timore è che lo stravagante Musk possa cambiare la cultura di lavoro interna, ribaltando un ambiente di lavoro che si è sempre dichiarato flessibile. Una possibilità che non ci sentiamo di escludere, viste le continue provocazioni di Musk in ogni ambito. Vediamo bene cosa può succedere.

Il CDA di Twitter mette i bastoni tra le ruote all’ascesa di Elon Musk: vediamo cosa può succedere

L’amministratore delegato di Twitter Parag Agrawal ha voluto rasserenare gli animi. Un uomo da solo non può cambiare una società e la sua cultura: l’azienda decide i suoi obiettivi e la sua strategia, pertanto Twitter non è “ostaggio” dell’offerta di Musk.

D’altra parte i repubblicani celebrano Musk come il “liberatore dalla censura”. La scalata dell’imprenditore sudafricano è considerata una boccata d’aria fresca. Da sempre infatti le piattaforme social sono accusate di soffocare e censurare chi non la pensa come la Silicon Valley. Elon Musk è visto come il salvatore che potrebbe addirittura riportare Donald Trump su Twitter. “I timeout sono meglio dei divieti permanenti“, ha detto Musk. Questo non fa che alimentare le speranze di una riammissione di Trump dopo la censura.

Gli osservatori e gli esperti si dichiarano agitati dall’ascesa del patron di Tesla. Qualora Musk dovesse rilevare Twitter diventerebbe il proprietario della seconda piattaforma più influente a livello politico dopo Facebook. Questo avrebbe l’effetto di concentrare nelle mani di Musk e Zuckerberg una grande influenza socio-politica, di fatto permettendo a due tra gli uomini più ricchi al mondo di influenzare facilmente l’opinione pubblica.