Vuoi cenare in un ristorante e pagare con criptovalute o NFT? Ecco alcuni dei migliori ristoranti a tema cripto che devi conoscere.
Bitcoin, la prima criptovaluta mai creata, è stata concepita da Satoshi Nakamoto come un “sistema elettronico di cash peer-to-peer“. Da allora, innumerevoli altri progetti di criptovalute hanno tentato di sostituire i canali di pagamento fiat con la criptovaluta, dall’e-commerce, alla vendita al dettaglio ed ai trasporti. Quindi è possibile un ristorante a tema criptovalute?
nft ristoranti metaverso
Sebbene la tecnologia blockchain prometta transazioni più rapide ed economiche rispetto agli attuali sistemi di pagamento – e ci sono sempre più aziende che accettano pagamenti crittografici oltre ai metodi tradizionali – la maggior parte delle transazioni sono ancora in fiat. Potremmo anche non pagare i nostri caffè in cripto ora, ma questo non vuol dire che non accadrà in un futuro prossimo.
Questo non ha fermato l’industria alimentare ad avere un sempre crescente interesse ad adottare le criptovalute. Un esempio di ciò è la catena The Wings and Rings che consente di acquistare i propri servizi tramite Bitcoin. Questo ha portato alla nascita di molti modi creativi utilizzati dai ristoranti di ogni tipo per promuovere le proprie iniziative. I ristoranti a tema criptovalute sono diventati un argomento alla moda nell’industria alimentare globale. Alcuni ristoranti accettano pagamenti in criptovaluta mentre altri si attengono ad un menù anch’esso ispirato alle criptovalute.

Se sei interessato ai ristoranti a tema criptovalute, ecco un elenco che vale sicuramente la pena visitare.

Welly’s – Ristorante fast-food a tema criptovalute (Shiba Inu per l’esattezza)

Welly’s, con sede in Italia, diventato il primo ristorante al mondo ad essere associato a una criptovaluta: Shiba Inu. Nel tentativo di portare Shiba Inu a un pubblico più ampio, Welly’s afferma di essere “la prima azienda di fast food decentralizzata a partire nel mondo NFT“.

Shytoshi Kusama, sviluppatore principale di SHIB, ha rilasciato una dichiarazione spiegando che l’obiettivo dietro la mossa è connettere più persone con Shiba Inu.

Ci sono state molte richieste a Welly’s da tutto il mondo, che richiedevano l’apertura di ristoranti a tema Shiba Inu in varie località in tutto il mondo. Welly’s sta affrontando le cose con la calma necessaria.

Il primo ristorante è stato aperto il 2 febbraio 2022. La seconda sede è in lavorazione e dovrebbe aprire nel 2023. Il pagamento tramite SHIB per cibo e servizi è ovviamente accettato. Per i clienti interessati sono disponibili anche vantaggi sotto forma di NFT.

Il progetto è a tema Shiba Inu, il che significa che Welly’s è pronto a rinominare i suoi ristoranti per adattarsi a questo tema. Anche lo slogan del ristorante è stato modificato e trasformato in “Io sono Riyoshi. Mangiamo bene“. Fa riferimento al fondatore anonimo di Shiba Inu che si chiama Ryoshi. Anche il logo è stato modificato nella mascotte di Shiba Inu.

Shiba Inu ha scelto Welly’s per gli obiettivi di Welly di rendere più sani i fast food. Ryoshi è stato molto esplicito sulla sua avversione per le mega-corporation di fast food accusate di sfruttamento di animali. Gli annunci della campagna sono stati modificati: ora sono incentrati sul pollo, al contrario degli annunci originali su carne di manzo. Questo garantisce che i sentimenti religiosi nel mercato indiano non vengano intaccati.

Ryoshi ha twittato contro i giganti del fast food che offrono solo cibo malsano, dicendo: “Non mangiare come un clown, mangia BENE“. Si dice infatti che Welly’s sia in lavorazione per lo sviluppo di un menu vegetariano per soddisfare la sua base di clienti vegani e vegetariani.

Flyfish Club: il primo ristorante privato di NFT al mondo

Flyfish Club afferma di essere il primo club di ristorazione privato NFT al mondo. Sebbene l’inaugurazione ufficiale del ristorante sia prevista per il 2023, la proposta è diventata argomento di molte discussioni nello spazio del cripto-food. Sarà situato a New York City. Il sito web ufficiale afferma che è “progettato da un importante architetto, in uno degli edifici più belli che esistano. Lo spazio sarà sia intimo che arioso, con soffitti alti, viste speciali e momenti curati dappertutto.
Flyfish porta l’esclusività a un livello completamente nuovo: i clienti dovranno mostrare la proprietà del Flyfish Club NFT prima di poter accedere al club. L’iscrizione al club Flyfish di livello base costa 2,5 ETH (circa $8.500 nel momento in cui scrivo), mentre l’iscrizione a Flyfish Omakase costa 4,25 ETH (circa $14.600).
Il ristorante è un progetto del gruppo VCR, che annovera tra i suoi fondatori l’imprenditore e popolare investitore NFT Gary Vaynerchuk. Uno dei suoi cofondatori, David Rodolitz, crede che la costante di un ristorante NFT rivoluzionerà contemporaneamente le industrie delle criptovalute e della ristorazione. Rodolitz ha rilasciato una dichiarazione a Nation’s Restaurant News:

 

Amiamo il cibo e le bevande, ma è un modello di business molto difficile. L’industria è molto competitiva, che si tratti di affitti in aumento, salario minimo, costo del lavoro… il margine è molto piccolo. C’è un limite a ciò che puoi richiedere al consumatore, e stiamo arrivando a un punto in cui il modello di business non è sostenibile“.

Gli NFT offerti dalla collezione Flyfish Club raffigurano il tonno pinna gialla e alcune versioni di sushi e sashimi, rimanendo fedeli al tema dei frutti di mare del marchio. Non sono richieste altre quote associative o pagamenti ricorrenti dopo aver comprato gli NFT e i proprietari potranno affittare o vendere i propri NFT. Il pagamento per cibo e bevande sarà in dollari americani.

Crypto Street Restaurant – Cucina ispano-americana in Florida

Il ristorante di Clearwater Beach, in Florida, noto semplicemente come Crypto Street, sta lavorando per incoraggiare l’uso di criptovaluta tra i suoi clienti. Situato presso l’hotel Residence Inn by Marriott, il ristorante offre un menu completamente ispirato alle criptovalute.

L’idea alla base del menu è il cibo ispanico e americano. Molti nomi di prodotti alimentari si lasciano ispirare dalla cucina ispano-americana e dalle criptovalute. Alcuni dei piatti elencati nel menu sono il cocktail chiamato “gamberi Shiba“, i panini “crypto-cubani“, l’insalata “DeFi caesar“, la “bitcoinana split” e l’insalata “nutty-protocol“.

L’arredamento del ristorante contiene elementi di Bitcoin ed Ethereum, con le pareti raffiguranti il lancio di un razzo verso la luna, popolare nel meme “TO THE MOON” nella cultura cripto. Sono appese al muro anche le dichiarazioni rilasciate su Twitter dal proprietario di Tesla Elon Musk, il quale ha pubblicamente espresso il suo sostegno a Dogecoin.

Secondo il proprietario Ricardo Varona, è stato suo figlio a rivolgere per primo l’attenzione alle criptovalute molti anni fa. Varona ha affermato che la sua risposta iniziale è stata “non valgono niente“, fino a quando la recente pandemia non gli ha fatto cambiare idea sul potenziale della criptovaluta. Il proprietario ha anche affermato in un’intervista che il ristorante accetta anche alcune shitcoin o memecoin. Varona aiuta i suoi clienti ad aprire degli account Coinbase nella speranza di aumentare l’accettazione delle criptovalute nel suo ristorante.

In un’intervista al Tampa Bay Times, il proprietario ha dichiarato:

Mantenere il margine di profitto è stato difficile e conosciamo i problemi della supply chain e tutto il resto. Il pubblico più giovane adora questa novità e torna a mangiare spesso. Con il pubblico più anziano è più difficile. Ci sono molte persone che hanno interessi e storie simili alla mia, in cui il loro figlio o nipote ha insegnato loro qualcosa. Questo crea conversazioni piuttosto interessanti.

Varona ha notato che i clienti preferiscono chiamare il classico club sandwich con il suo nome ispirato alle criptovalute. “La gente raramente ci dice di fare un club sandwich“, ha detto Varona. “Si stanno solo divertendo e questo è bello“. Il “dogeddog” secondo il proprietario è il piatto più venduto dell’intero menu.

Piya — Il primo ristorante NFT di Miami

Piya di Chef Bee è un ristorante NFT che sarà lanciato presto. Lo chef Bee, noto per il suo ristorante Oishi Thai, ha deciso di entrare nel mondo degli NFT. Conosciuto anche come Piyarat Potha Arreeratn, lo chef lancerà il ristorante con il titolo “Piya“, che è una versione abbreviata del suo nome.

Il progetto del ristorante NFT è in partecipazione con l’imprenditore canadese Simon Librati. Libarti ha rivelato che il ristorante lancerà tre diversi locali nella stessa posizione. Sebbene la posizione del ristorante sia ancora sconosciuta, Piya diventerà il primo ristorante NFT di Miami. Si dice che l’interno del ristorante contenga una sala da pranzo privata omakase, un ristorante di cucina thailandese e un’area informale per gli appassionati di NFT, da dedicare esclusivamente a eventi privati.

In un’intervista a New Times, Simon Libarti ha dichiarato:

L’idea è quella di creare uno spazio in cui i membri possano venire a conoscere degli NFT, del trading di criptovalute e di questi nuovi mercati. Chiunque può fare un investimento o aprire un ristorante, ma non tutti possono fornire il tipo di esperienza che stiamo pianificando. Con Piya diventerai membro di una comunità molto esclusiva. Ci aspettiamo che ci sia molto interesse per questo progetto da parte di artisti, musicisti e celebrità, ma anche di chiunque voglia saperne di più su NFT e criptovaluta“.

Ai proprietari degli NFT verranno concessi vantaggi esclusivi per l’iscrizione, inclusi incontri ed accessi ad eventi e mostre. Non sono richiesti wallet di criptovalute per effettuare acquisti Piya. Piya sta attualmente lavorando con FanVerse e Cere Network per la creazione, la promozione e la vendita della collezione NFT. Il co-fondatore di Cere Network, Kenzi Wang, ha spiegato che la sua piattaforma sarà disponibile per facilitare il funzionamento di Piya NFT. “Questo significa che quando verranno lanciati gli NFT, i clienti potranno semplicemente andare sul sito Web di Piya e acquistarli con una carta di credito” afferma Wang. “Non sarà necessario detenere ed utilizzare Ethereum o Bitcoin.

Original Burger Boy – un ristorante a tema criptovalute ed NFT

Lo chef Brad Miller e il ristoratore Luke Tabit hanno condotto ricerche nell’arco di sei mesi per trovare la perfetta combinazione di formaggio, salsa e tortino per un hamburger,. La miscela di polpette speciali, cipolle caramellate, vari tipi di formaggio che si sciolgono in bocca e due panini morbidi abbinati a una miscela di spezie segrete, è sicuramente una prospettiva da far venire l’acquolina in bocca, no? L’unico modo per provarlo è investire tempo, energia e risorse in criptovalute, NFT e metaverso.

Miller e Tabit hanno lavorato insieme in numerosi ristoranti di Los Angeles di proprietà di Tabit, tra cui Ashland Hill e Ox & Son, che hanno servito diverse versioni dell’hamburger. Tuttavia, per l’Original Boy Burger, l’hamburger sarà disponibile solo dopo che i proprietari avranno raggiunto i loro obiettivi di finanziamento attraverso la vendita di NFT.

Miller e Tabit hanno intrapreso una strada non convenzionale mirando a stabilire una base di fan dedicata, prima del lancio del ristorante. I clienti dovranno acquistare NFT dalla collezione Burger Boy, che mostra la mascotte in abiti diversi. La mascotte è conosciuta come il classico burger boy e mostra un ragazzo con i tatuaggi di Miller, indossa abiti casual e, naturalmente, tiene un hamburger in mano.

Un altro NFT del classico Burger Boy è il Fancy Boy, che mostra un ragazzo in abiti più formali con papillon, baffi e cappello a cilindro. Altri personaggi alternativi includono il Moon Boy, che è la versione a tema spaziale del classico burger boy, nel suo casco spaziale.

9000 NFT saranno disponibili al momento del lancio. Il prezzo varia da 0,5 a 0,1 ETH. I fondi ricavati serviranno a ospitare eventi incentrati sul cibo e sugli NFT. “Avremo eventi pop-up in cui chiunque possieda un Burger Boy NFT avrà accesso gratuito: hamburger e patatine fritte sono inclusi nel prezzo. Stiamo parlando di eventi speciali con DJ di fama mondiale in fantastici spazi per eventi“. Tabit spiegato.

Goi Rolls — Ristorante Fusion vietnamita negli Emirati Arabi Uniti

Goi Rolls, un ristorante vietnamita negli Emirati Arabi Uniti, ha lanciato la propria collezione NFT. Il possesso di un token offrirà ai visitatori la possibilità di riscattare metà del pagamento in tempo reale presso i chioschi di Jumeirah. Gli NFT di Goi Rolls possono essere acquistati anche per guadagnare ricompense.

Il direttore generale di Goi Rolls, Hayder Nashie, ha dichiarato:

Quando ne compri uno, metà del valore che paghi ti rientra subito in cibo“.

Secondo Nashie, Goi Rolls è stato il primo ristorante in assoluto negli Emirati Arabi Uniti ad accettare transazioni in NFT. “Questo è un modo per pubblicizzare il tuo cibo, ma è anche un’utility token, quindi stai restituendo valore all’acquirente“, ha affermato Nashie, in risposta al fatto che questa sia esclusivamente una trovata di marketing.

La collezione Goi Rolls NFT è disponibile per l’acquisto sul più grande mercato NFT al momento, Opensea.

Doge Burger — Primo ristorante a tema criptovalute a Dubai

Nel febbraio 2022 a Dubai è stato fondato Doge Burger. Si tratta di un ristorante a tema criptovalute, nello specifico ovviamente Dogecoin. Il ristorante è diventato il primo a tema criptovalute negli Emirati Arabi Uniti.

Doge Burger consente di consegnare il cibo a domicilio del cliente, con hamburger come piatto principale del menu. Il ristorante è gestito da Rocket Kitchens, ed è affiliato a una cucina cloud che consente la consegna a domicilio una volta che i clienti pagano l’ordine in criptovalute.

Le cucine ghost (o cloud) si sono rivelate estremamente promettenti per varie attività nel settore dei fast food. Sono le cucine che consegnano esclusivamente piatti a domicilio. Il CEO di FAT Brands Andy Wiederhorn ha dichiarato:

A livello internazionale, l’economia delle cucine ghost e dei ristoranti virtuali ha più senso che negli Stati Uniti. L’affitto di spazi per le cucine è meno costoso, così come le tariffe per gli autisti, ecc. Anche i codici sono meno sofisticati. Nel complesso, la nuova tecnologia cresce più velocemente a livello internazionale e spesso non riesce a prendere piede negli Stati Uniti perché l’economia non lo rende possibile“.

L’idea alla base di Doge Burger è quella di pubblicizzare il mondo delle criptovalute al mercato ancora relativamente incontaminato degli Emirati Arabi Uniti, in particolare Dubai. L’impresa è stata fondata utilizzando solo i profitti generati da investimenti in Dogecoin dei fondatori, rimanendo fedeli al tema cripto esclusivo del marchio.

Tra le criptovalute che il ristorante accetta e prevede di accettare in futuro, ci sono Dogecoin (DOGE), Bitcoin (BTC), Ethereum (ETH), Binance Coin (BNB), Cronos (CRO), Tether (USDT), Shiba Inu (SHIBA) e Ripple (XRP). Il design della confezione è ispirato a Dogecoin, con il suo pacchetto di hamburger che sfoggia una nave spaziale con lo slogan “To the Moon” in alto, mentre compare la scritta “I love cryptocurrency” sull’estremità inferiore della scatola.

Secondo il sito Web ufficiale, “Doge Burger consentirà ai consumatori negli Emirati Arabi Uniti di ordinare e pagare il pasto con valuta digitale“.

Nel menu di Doge Burger sono disponibili varie opzioni di hamburger, mentre l’opzione hotdog è denominata “hot doge“, ovviamente.

Lion’s Milk Coffeeshop — Caffè a tema NFT a New York

Lion’s Milk Coffeeshop è un caffè a tema NFT, con una vetrina di NFT sui suoi schermi e una mostra rotante all’interno del negozio. Il bar accetta pagamenti in criptovaluta e l’intero arredamento è ispirato a varie collezioni NFT.

Situato a Brooklyn, New York, il bar è il luogo ideale per gli appassionati di criptovalute che vogliono godersi un caffè e parlare di blockchain. Sul loro profilo Twitter appare subito un Mutant Ape PFP, dalla collezione Mutant Ape Yacht club, un’estensione del popolarissimo Bored Ape Yacht Club NFT.

Per rimanere in linea con il tema delle criptovalute, il bar accetta pagamenti in criptovaluta, anche se il meno preferito è ETH, a causa degli alti costi di transazione. La collezione NFT del Lion Milk Café presenta 10.000 NFT unici.

Il caffè Lion’s Milk Coffeeshop non è certamente l’unico coffeeshop a tema NFT a New York City. Coffee Bros, noto anche come Crypto Barista, si basa su un sistema di crowdfunding. Il caffè ospita circa 60 NFT, tutti incentrati sul tema principale del caffè. Sul sito Web c’è scritto: “I nostri sforzi futuri mirano a incidere sulle supply chain del caffè, raddoppiare la sostenibilità e migliorare i mezzi di sussistenza dei coltivatori di caffè. Utilizzeremo la nostra piattaforma per educare alle disuguaglianze nei salari dei produttori, alle difficili condizioni di lavoro, e alle differenze lavorative tra uomini e donne“.

I proprietari degli NFT della collezione Crypto Barista riceveranno vantaggi a vita in tutte le sedi del marchio. La Barista Bank è una struttura che detiene il 15% di fondi dedicati ai progetti futuri del bar. I titolari degli NFT della collezione avranno voce in capitolo su dove allocare quei fondi, una specie di meccanismo di governance.