Elon Musk acquista una partecipazione del 9,2% in Twitter: cosa significa questo per le criptovalute? Scoprilo subito!

Elon Musk ha acquistato una quota del 9,2% di Twitter dopo aver accusato il social network di soffocare la libertà di parola.

musk criptovalute twitter bitcoin

Twitter che consente agli utenti di dare la mancia ai propri creatori di contenuti preferiti in criptovalute. Inoltre il social network offre la possibilità di impostare immagini del profilo NFT. Elon Musk vorrà implementare funzionalità più compatibili con le criptovalute? Diamo un’occhiata più da vicino.

Elon Musk acquista il 9,2% di Twitter: mai banale

Alla fine di marzo 2022, il CEO di Tesla ha affermato che la libertà di parola è essenziale per una democrazia funzionante. In un sondaggio rivolto ai suoi 80 milioni di follower, ha chiesto se il social network “aderisce rigorosamente oppure no a questo principio“.

Più di due milioni hanno votato. Il 70,4% ha risposto no. Musk aveva avvertito: “le conseguenze di questo sondaggio saranno importanti“. Questo è un chiaro segno che aveva in programma di agire già da un po’.

La notizia però giunge a sorpresa, rivelata in un deposito presso la US Securities and Exchange Commission. Questo significa che Musk è ora il più grande stakeholder di Twitter… superando Jack Dorsey, che di recente si è dimesso dalla carica di CEO del sito per concentrarsi sulla criptovaluta.

La sua partecipazione vale circa 3 miliardi di dollari. Nelle contrattazioni pre-mercato prima dell’apertura di Wall Street di lunedì, il prezzo delle azioni di Twitter è aumentato del 21,8%.

Questa mossa da parte di Musk è simbolica. Vuole avere un’influenza sulla direzione futura di Twitter. Questo è in netto contrasto con la sua posizione del 26 marzo, quando scrisse:

“Dato che Twitter funge de facto da piazza pubblica cittadina, il mancato rispetto dei principi della libertà di parola mina fondamentalmente la democrazia. Cosa si dovrebbe fare?”

Cosa significa questo per le criptovalute

Ci sono molte cose che non sappiamo su questo accordo. Non sappiamo ad esempio se Musk si assicurerà un posto nel consiglio di Twitter.

Alcuni investitori di Tesla potrebbero non essere impressionati dalla mossa. Il timore è che questo nuovo interesse commerciale potrebbe avere degli strani risvolti. Il titolo TSLA è rimasto piatto nel trading pre-mercato del lunedì.

Twitter consente agli utenti di dare la mancia in criptovalute ai propri creatori di contenuti preferiti. Il social network offre già la funzionalità NFT per le immagini del profilo. Sarà particolarmente interessante vedere se Musk vuole costruire sulla reputazione cripto-friendly del sito.

Musk ha a lungo twittato la sua approvazione su Bitcoin e soprattutto Dogecoin. Nel febbraio 2021 ha annunciato che Tesla aveva investito $1,5 miliardi di dollari in Bitcoin.

Sebbene la notizia sia stata accolta all’epoca con uno sviluppo estremamente rialzista, Musk ha in seguito mandato il mercato allo sbando annunciando che Tesla avrebbe sospeso l’accettazione di Bitcoin come metodo di pagamento fino a quando non fosse stato dimostrato che almeno il 50% dell’energia utilizzata nel mining proveniva da fonti rinnovabili.

Una persona imprevedibile.